Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Macri si è espresso sulla lotta tra Alberto Fernandez e Cristina Kirchner: “Non c’è piano né lealtà, tanto meno responsabilità di giudicare”

L’ex presidente Mauricio Macri (EFE / Divyakant Solanki)

Come al solito, l’ex presidente Maurizio Macri Oggi ha usato i suoi social network per commentare la situazione politica nel Paese. Ha quindi preso atto della ratifica parlamentare dell’accordo con il Fondo monetario internazionale e ha sottolineato che grazie al voto “Insieme per il cambiamento” il Paese ha evitato il default. Inoltre, ha espresso la sua opinione sulla lotta tra Alberto Fernandez e Christina Kirchnere sicurezza:Nessun piano, nessuna lealtà, tanto meno responsabilità di giudicare“.

“Il voto (al Congresso) ha anche messo in luce tutte le divisioni che esistono nella presidenza”, ha affermato nel suo testo, aggiungendo, “in un modo insolito”. Il governo ha trovato il suo fedele nemico all’interno del partito al governo stesso. Questa lotta interiore mostra davanti a tutti gli argentini quello che abbiamo sempre saputo, che la coppia presidenziale è unita solo dal bisogno reciproco di acquisire e mantenere il potere, e non da un progetto, idee o visioni”.

L’ex presidente – che ha in programma di viaggiare in Europa tra il 25 marzo e il 9 aprile e partecipare a un campionato internazionale di bridge in Italia – ha lanciato invece un monito sull’economia del Paese nonostante l’accordo con il Fondo monetario internazionale: “C’è ora una situazione di emergenza per l’economia”. L’argentino è molto pericoloso e pericoloso”.

Ha aggiunto: “L’inflazione che il governo ha trascurato e persino aumentato per due anni mentre rinviava con scuse uno spietato accordo con il Fondo monetario internazionale, è il risultato delle sue innumerevoli azioni sbagliate e della sua politica di emissione monetaria irresponsabile, che è tossica e fatale .” .

Alberto Fernandez, Mauricio Macri e Cristina Kirchner (Reuters)
Alberto Fernandez, Mauricio Macri e Cristina Kirchner (Reuters)

In questo contesto, Macri ha messo in discussione il discorso di Alberto Fernandez in merito alla promozione della “guerra contro l’inflazione”: “Il messaggio vuoto degli annunci che il presidente ha fatto venerdì è stato allarmante. Non disse quasi nulla, ma mise in chiaro alcune cose: non sapeva dove fosse, né dove stesse andando, né come stesse andando.

READ  Paesi in cui l'epidemia si sta diffondendo nuovamente | Economia

Questo governo diventerà presto un ricordo, passerà, lascerà il suo posto ad altri, sarà dimenticato. Quando ciò accadrà, a poco a poco le cose si stabilizzeranno e inizieremo a migliorare”, ha completato il PRO Reference nel suo post.

Questa posizione di Macri non è l’unica posizione dell’opposizione riguardo alla lotta interna del Fronte del Tutto. Oggi, in mattinata, in un’intervista radiofonica, il senatore radicale Alfredo Cornejolo assicuroNon sanno cosa fare con il potere, stanno danneggiando il Paese“.

Da parte sua, il ministro degli Affari esteri ha dichiarato: Santiago Cafiero Oggi ha affermato che “IIgnorare che il fronte di tutti sta attraversando un momento politico critico oggi sarebbe sciocco“Il crollo della nostra alleanza significa anche una grandissima separazione dal nostro potere politico (peroniano) con il fatto che la popolazione del nostro Paese vive oggi”, ha affermato in una nota d’opinione pubblicata oggi su El Cohete to the Moon.

Il ministro degli Esteri Santiago Cafiero
Il ministro degli Esteri Santiago Cafiero

Il funzionario, che ha menzionato nel suo testo i pericoli della divisione politica per le divergenze tra presidente e vicepresidente, durante la votazione in Congresso sull’accordo negoziato dal governo con il Fondo monetario internazionale, che l’attuale momento in Argentina “non può vedi Peronismo con la sua carta collocata all’interno.”

“Quando l’unità è più necessaria, quando iniziamo a vedere risultati tangibili in termini di ripresa economica e occupazione in tutti gli indicatori disponibili, quando siamo sfidati dallo shock internazionale dei prezzi e dall’inflazione già elevata e sappiamo che tutto è così carente che la vita quotidiana cessa di essere una sofferenza per molti cittadini, il peronismo non può abbandonare la rappresentanza e la tutela di interessi, conquiste e diritti della sfera nazionale e popolare”, ha affermato l’ex presidente del Consiglio.

READ  Sabato 22 maggio 2021 (14.00 GMT)

Continuare a leggere

Uno degli avvocati di La Campora, Andres Larroque, ha messo in dubbio il “silenzio” del governo di fronte all’attacco all’ufficio di Christina Kirchner.
Christina Kirchner ha mostrato il danno fatto nel suo ufficio e ha criticato il Fmi: “Ha sempre agito da promotore di politiche che hanno causato povertà”
Protesta anti-FMI: manifestanti rompono le finestre dell’ufficio di Christina Kirchner