Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Machu Picchu on a World Tour (e digitale): una mostra che porta in tournée le meraviglie del mondo grazie alla realtà virtuale | Perù | USA | Florida | Museo d’Arte di Boca Raton | Luci

di serie

saperne di più

Francis Bacon è accreditato di aver detto,Se la montagna non viene a Maometto, Maometto andrà alla montagna“, per esprimere che se le cose non vanno come immaginiamo, dovremo trovare un altro modo per realizzarle. Ricordare la frase è molto rilevante per la Grande Esposizione Internazionale”Machu Picchu e Los Imperios Dorados del Perú”, che ha aperto il 16 ottobre al Boca Raton Museum of Art, fondato nel 1950 in Florida, Stati Uniti. La mostra non solo presenta eccezionali esempi di metallurgia nell’antico Perù, ma offre anche la possibilità di un tour Virtuale in un castello Inca grazie ad elementi tecnologici avanzati.

La mostra presenta 192 manufatti provenienti dal Perù, di cui 184 provenienti dalla collezione del Museo Larco, tra cui, oltre a pezzi d’oro e d’argento, ceramiche, tessuti e pietre, che ti permetteranno di viaggiare nel tempo e conoscere meglio la grande civiltà andina , le sue storie, cerimonie e dei. Allo stesso modo, l’esemplare comprende pezzi del Museo del sito di Manuel Chavez Ballon, situato tra le strade che collegano la città di Aguas Calientes al sito archeologico di Machu Picchu, e che conserva una parte degli oggetti trovati nella città Inca.

Poster per la mostra inaugurata di recente al Boca Raton Museum of Art in Florida, USA.  (Foto: Courtesy of Larco Museum)
Poster per la mostra inaugurata di recente al Boca Raton Museum of Art in Florida, USA. (Foto: Courtesy of Larco Museum)

Visita virtuale a Machu Picchu

Insieme a pezzi di straordinario valore artistico e storico, per il pubblico in visita alla mostra al Boca Raton Museum of Art, è la prima esperienza di realtà virtuale di Machu Picchu, filmata nel 2020 dalla Società Inkaterra, durante la chiusura della mostra. Il castello Inca nei primi mesi dell’epidemia. Con il castello svuotato, il team è stato in grado di registrare lo spazio in 3D utilizzando droni e telecamere di realtà virtuale. “Grazie alla tecnologia, il pubblico potrà immergersi in un’esperienza in cui immagini e personaggi appaiono sul terreno per raccontarci questa storia di cinquemila anni di civiltà e concetti della visione del mondo delle Ande.Ha commentato Ola Holmquist, co-curatrice della mostra e direttrice del Museo Larco. In questo tour virtuale, i suoni delle tigri ruggenti, il canto dei pappagalli, la pioggia torrenziale e altri elementi della natura avvolgono i visitatori mentre scoprono i misteri della cosmologia andina e le arti all’avanguardia dei nostri antenati.

Dopo essere stata esposta a Boca Raton, la mostra farà un tour internazionale che include Houston (USA), Parigi (Francia) e Milano (Italia).  (Foto della mostra al Museo d'Arte di Boca Raton fornita dal Museo Larco.)
Dopo essere stata esposta a Boca Raton, la mostra farà un tour internazionale che include Houston (USA), Parigi (Francia) e Milano (Italia). (Foto della mostra al Museo d’Arte di Boca Raton fornita dal Museo Larco.)

È un’iniziativa che contribuisce al rilancio del turismo nel nostro paese, perché è una grande opportunità per il pubblico internazionale di avvicinarsi alla nostra cultura e interessarsi a saperne di più sulle antiche meraviglie del Perù“, ha affermato Andrés Alvarez Calderon, presidente del Museo Larco. Infatti, dopo la sua diffusione a Boca Raton, La mostra partirà in un tour internazionale che includerà le destinazioni della città americana di Houston e poi le città europee di Parigi (Francia) e Milano (Italia).. Organizzata da World Heritage Exhibitions e Cityneon Holdings, due società di intrattenimento con esperienza globale, la mostra è supportata dal Ministero della Cultura del Perù in collaborazione con l’Associazione Inkaterra.

Per Andrés Álvarez-Calderón, presidente del Museo Larco, questa mostra contribuisce alla rivitalizzazione del turismo nel nostro paese, collegando il nostro patrimonio con un vasto pubblico internazionale.  (Foto della mostra al Museo d'Arte di Boca Raton dal Museo Larco.)
Per Andrés Álvarez-Calderón, presidente del Museo Larco, questa mostra contribuisce alla rivitalizzazione del turismo nel nostro paese, collegando il nostro patrimonio con un vasto pubblico internazionale. (Foto della mostra al Museo d’Arte di Boca Raton dal Museo Larco.)

partner campione

Cityneon Holdings è una società di intrattenimento con esperienza globale che mantiene collegamenti globali con studi cinematografici come Disney e Marvel, con i quali è stata prodotta l’esperienza interattiva. stazione dei Vendicatori Marvel; Azienda di giocattoli Hasbro, che ha realizzato Transformers Autobot Alliance; Contributo di Universal Studios Jurassic World: La Fiera; O Lionsgate, con cui ha prodotto Hunger Games: lo spettacolo. Oltre alla sua associazione con il governo peruviano per la mostra “Machu Picchu e gli imperi d’oro del Perù Con brani storici originali, si esibiva anche “Ramses il Grande e l’oro dei faraoniUn campione di dimensioni simili con il governo egiziano.

La mostra è organizzata da World Heritage Exhibitions e Cityneon Holdings, con il sostegno del Ministero della Cultura del Perù in collaborazione con l'Associazione Inkaterra.  (Foto della mostra al Museo d'Arte di Boca Raton dal Museo Larco.)
La mostra è organizzata da World Heritage Exhibitions e Cityneon Holdings, con il sostegno del Ministero della Cultura del Perù in collaborazione con l’Associazione Inkaterra. (Foto della mostra al Museo d’Arte di Boca Raton dal Museo Larco.)

Da parte sua, World Heritage Galleries è leader mondiale nella produzione, promozione e progettazione di mostre internazionali. È noto per la produzione di contenuti museali che affascinano, educano e ispirano i visitatori di tutto il mondo. Il suo team esecutivo è responsabile delle mostre sui tesori più preziosi del mondo, inclusi oggetti della tomba del re Tutankhamon, reliquie del palazzo reale di Cleopatra, oggetti della scoperta di Pompei e persino pezzi recuperati dal Titanic. Più di 30 milioni di persone in sei continenti hanno partecipato alle influenti fiere di viaggio.

Video consigliato

Un museo a cielo aperto in mezzo al deserto cinese
La Cina ha aperto uno strano museo allestito a cielo aperto e in mezzo al deserto di Suwu, nella provincia di Gansu, sito che in poche settimane è diventato vuoto.

Potrebbe interessarti

READ  Scommesse F1 ricche di azione Made in Italy