Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Uruguay sarà il primo paese dell’America Latina a vaccinare i minori contro il COVID-19

Un’infermiera prepara una dose del vaccino Sinovac contro il covid-19 presso il centro di vaccinazione composto nello stadio del Centenario, il 6 maggio 2021 a Montevideo (Uruguay). EFE / Raul Martinez

Mercoledì, l’Uruguay ha iniziato a vaccinare gli adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni con dosi di Pfizer, diventando il primo paese dell’America Latina a vaccinare i minori contro il virus Corona.È una decisione che le autorità sperano di riprendere la presenza nell’istruzione secondaria.

Circa 157.000 minori si sono già iscritti alla vaccinazione contro il coronavirusSu una popolazione totale di 280.000 persone incluse in quella fascia di età, il sottosegretario alla salute Jose Luis Setdjian ha detto in una conferenza stampa.

Ha valutato che questo “ci dà un’indicazione dell’alto impegno per la vaccinazione dell’intera popolazione”.

Le autorità sperano di andare avanti con un ritorno faccia a faccia alle classi delle scuole superiori entro la fine di luglio, una volta che il gruppo avrà raggiunto la piena immunità.. A giugno riaprono le scuole primarie.

Il presidente Louis Lacalle Poe ha annunciato la decisione martedì scorso in un’intervista televisiva.

Un'infermiera al centro di vaccinazione.  Fotografia: Mariana Grieve/Reuters
Un’infermiera al centro di vaccinazione. Fotografia: Mariana Grieve/Reuters

“Oggi il Comitato Vaccini ha permesso le vaccinazioni per 12-18 anni, che chiameremo proprio questo fine settimana per programmare la vaccinazione” in quella fascia di età, ha detto il presidente al canale locale Ten.

Così, divenne il primo paese dell’America Latina a iniziare a fortificare il palazzo. Il Cile ha anche permesso agli adolescenti di età compresa tra 12 e 16 anni di essere vaccinati con Pfizer, ma la campagna inizierà dopo il 20 giugno, secondo il ministro della salute.

READ  Finlandia: il primo ministro è stato accusato di aver usato...

L’Uruguay, con una popolazione di 3,5 milioni di abitanti, è il Paese che attualmente ha il maggior numero di morti al mondo negli ultimi 14 giorni., rispetto alla sua popolazione, secondo un equilibrio Agenzia di stampa Francia sui dati ufficiali.

Nonostante le affermazioni della comunità scientifica e degli oppositori, Lacalle Pou ha escluso di paralizzare il Paese imponendo misure di confinamento.

Il presidente uruguaiano, Luis Lacalle Poe.  EFE / Raul Martinez / Archivio
Il presidente uruguaiano, Luis Lacalle Poe. EFE / Raul Martinez / Archivio

Il governo scommette su una massiccia campagna di vaccinazione che, dal suo inizio, il 1° marzo, ha vaccinato il 58% della popolazione con almeno una dose di Sinovac, Pfizer o Astrazeneca. Il 30% è già stato vaccinato.

Dall’altro lato, L’Uruguay ha aggiunto 3.449 casi di COVID-19 mercoledì dopo aver elaborato 22.520 testSecondo il rapporto quotidiano diffuso dal Servizio nazionale di emergenza (Sinai).

Inoltre, sono morte 67 persone con diagnosi di SARS-CoV-2, un numero che ha portato i decessi a 4.816 da quando è stata dichiarata l’emergenza sanitaria il 13 marzo 2020.

Con le informazioni oggi note, L’Uruguay aggiunge 326.405 casi di COVID-19 dall’inizio dell’epidemia, di cui 35.117 persone hanno la malattia, 486 in Uruguay hanno raggiunto 3 milioni di dosi di vaccini somministrati contro il COVID-19, entrati nei centri di trattamento intensivo (ICS).

Con informazioni da EFE e AFP

Continuare a leggere: