Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Unione Europea, gli Stati Uniti e altri paesi alleati hanno condannato il veto dei talebani all’accesso delle donne all’università

Martedì scorso i firmatari hanno condannato “fortemente” la nuova politica dei talebani per impedire alle donne di entrare nelle università (Reuters/Zohra Bensemra)

Gli Stati Uniti e 11 alleati Mercoledì i talebani, in un comunicato congiunto, hanno condannato il veto Accesso delle donne all’università A partire dal Afghanistan Ha chiesto una “cessazione immediata” delle misure repressive.

Il testo è stato firmato dai ministri degli Esteri di Stati Uniti, Australia, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna e Regno Unito, nonché dall’Unione Europea.

Martedì scorso i firmatari hanno condannato “fortemente” la nuova politica dei talebani di vietare l’ammissione delle donne alle università, un nuovo passo dopo il veto all’iscrizione delle ragazze alle scuole secondarie.

“Sosteniamo le richieste delle donne afghane di esercitare i propri diritti umani in conformità con gli obblighi dell’Afghanistan ai sensi del diritto internazionale. Con questa decisione, i talebani si isolano ulteriormente dalla popolazione afghana e dalla comunità internazionale”, hanno avvertito.

Hanno criticato il fatto che negli ultimi sedici mesi ha emesso il regime talebano, che ha preso il potere in Afghanistan almeno dopo il ritiro delle forze statunitensi 16 decisioni limitano i diritti delle donne.

Portano ad esempio il divieto di lavoro e di fruizione dei luoghi pubblici, nonché l’obbligo di coprirsi dalla testa ai piedi.

“Queste politiche illustrano il disprezzo dei talebani per i diritti umani e le libertà fondamentali del popolo afghano”, hanno affermato.

Gli alleati occidentali hanno sottolineato che l’Afghanistan ha “urgentemente” bisogno della partecipazione delle donne nell’economia e nella società affinché il Paese sia “vivace e pacifico”.

Mercoledì gli Stati Uniti e 11 dei suoi alleati hanno condannato in una dichiarazione congiunta il veto dei talebani all'accesso delle donne alle università in Afghanistan (Reuters/Zohra Bensemra)
Mercoledì gli Stati Uniti e 11 dei suoi alleati hanno condannato in una dichiarazione congiunta il veto dei talebani all’accesso delle donne alle università in Afghanistan (Reuters/Zohra Bensemra)

“Chiediamo che i talebani abbandonino immediatamente le nuove misure oppressive riguardanti l’istruzione universitaria per le donne”, hanno stabilito.

READ  Le esportazioni non petrolifere si consolidano con i gamberetti, prodotto di punta dell'Ecuador del 2022 | Economia | Notizia

Nonostante le loro promesse di essere cambiate, i talebani hanno ripetuto il comportamento del loro precedente regime tra il 1996 e il 2001, quando, sulla base di una rigida interpretazione dell’Islam e delle sue rigide regole sociali note come pashtunwali, hanno vietato la frequenza femminile nelle scuole e Le donne erano chiuse in casa.

Studenti universitari dall’Afghanistan Sono stati rimossi dal campus mercoledìdopo che il governo talebano ha annunciato la sospensione dell’accesso delle donne all’istruzione superiore.

La decisione di vietare alle donne di entrare nelle università è stata annunciata martedì scorso in una lettera del ministero dell’Istruzione superiore, suscitando la condanna dei governi stranieri e delle Nazioni Unite.

Andammo all’università e i due studenti erano al cancello e ce lo dissero “Non sono autorizzati ad entrare all’università fino a nuovo avviso.” (…) Tutti piangevano”, ha detto Shaista, uno studente di economia aziendale presso un’università privata di Kabul.

Un professore universitario di un’altra università della capitale, che ha chiesto di non essere nominato, ha detto che il personale ha allontanato gli studenti alla porta perché non avevano altra scelta che eseguire l’ordine.

È probabile che il divieto alle donne di studiare complichi gli sforzi del governo per ottenere il riconoscimento internazionale e liberarsi delle sanzioni che stanno gravemente paralizzando l’economia.

E ha invitato la Missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan, l’amministrazione talebana ad annullare la decisione “immediatamente”. Ha anche esortato le autorità a riaprire le scuole femminili dalla prima media Porre fine a tutte le misure che impediscono alle donne e alle ragazze di partecipare pienamente alla vita pubblica quotidiana.

Haseeba, una studentessa di scienze politiche del terzo anno a Kabul, ha detto che stava studiando per gli esami quando ha saputo dell’annuncio.

READ  Adecco apre 6000 posti vacanti a livello nazionale | Reclutamento | Economia

“È così difficile da sopportare, è incredibile, non posso credere che stia accadendo”, ha detto. “Quando non c’è istruzione per le donne nella società, come possiamo sperare in un futuro luminoso?”

(con informazioni da EFE e AFP)

Continuare a leggere: