Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’ultimo bar in Italia il cui caffè costa ancora 70 centesimi


  • Rosina e Orlando, proprietari dell’immobile in Piemonte, non alzano il prezzo dal 1999


  • In una cittadina del nord del Paese, c’è ancora posto per questa icona della cultura italiana per resistere all’inflazione

Una terra di lavoratori italiani e di battaglie sociali, di artigiani e imprese locali che ancora combattono i ritmi della globalizzazione. Cusato è un piccolo comune di poco più di diecimila abitanti, vicino al confine svizzero, tra Torino e Milano. C’è ‘Fanti di Cuori’ (Fante di Cuori in spagnolo), un popolare pub caffè espresso L’Italia viene ancora pagata a 70 centesimi, un tasso che non è cambiato da prima dell’euro, più precisamente dal 1999. I suoi titolari, Rosina Foretti e suo marito, Orlando Baldino, gestiscono questo locale da oltre 27 anni e i clienti del bar bevono ogni giorno il caffè più economico di tutta Italia. O, almeno, uno che è bloccato con il suo prezzo da quasi 25 anni. Un’oasi, ora più che mai, in un deserto di inflazione che negli ultimi mesi è aumentata con la guerra e la crisi energetica. A ottobre Eurostat ha registrato un tasso di inflazione del 12,8% in Italia, dato che non si vedeva da decenni. “Rimarrà sempre a quel prezzo, è deciso. O quel prezzo o niente”, dice Rosina al telefono durante una pausa dal lavoro.

Un gesto di sostegno e fiducia nei propri clienti. Tra loro ci sono tanti operai, braccianti, che si alzano prima dell’alba e per i quali Fanti di Cuori apre alle 5 del mattino. «È per chi lavora qui, non solo nelle fabbriche, ma anche per chi è di passaggio, perché siamo tra due grandi città», dice. Ha aggiunto: “Abbiamo mantenuto il prezzo che era prima, millequattrocento sterline. Con l’entrata in vigore dell’euro abbiamo calcolato il cambio e ci ha dato circa 77 centesimi, i vecchi hanno fatto casino con molte valute e alla fine l’abbiamo lasciato a 70. È così che è rimasto da allora. Al momento siamo in due e senza dipendenti e siamo riusciti ad arrivare a fine mese”. spiega Rosina. “I nostri clienti hanno capito da tempo che qui costa, Gente che viene a provarlo perché costa poco e resta perché è anche buono». dice tra le risate.

Il caffè in Italia è quasi, grosso modo, una questione di legalità. Un pilastro indispensabile della cultura e della gastronomia Belbayes, nell’osteria Rosina e suo marito tenevano il prezzo in modo che tutti potessero permetterselo nessuno escluso. “Le persone che entrano regolarmente, parlano, entrano prima e dopo il turno. Li conosciamo. Inoltre, Sono la più caffettiera di tutte, non farei il caffè per gli altri, non importa quanto fosse economico, semplicemente non era buono. Aggiungere. Prende più giorni al giorno e suo marito non gliela fa entrare, Rosina conosce perfettamente le misure ed è molto esigente, non vuole caffè espressolo vuole ristretto, una classificazione italiana che prepara con meno acqua che fa quasi fuoriuscire una lacrima di caffè dalla caffettiera e nella tazza. Il rovescio della medaglia, aggiunge scherzosamente: “Se impieghi troppo tempo, ti sentirai peggio e avrai più caffeina”. In Piemonte, dice, oggi sorge il sole e c’è un viavai di gente che va e viene, anche se tutta l’Italia ormai conosce il prezzo del suo caffè, dopo l’attenzione della stampa, pensa che arriveranno in tanti curiosi le persone.

In “Fanti di Cuori” non alzare di un centesimo il prezzo del caffè è tutta una dichiarazione d’intenti, ma negli altri non hanno potuto evitarlo, per ben tre aumenti ricevuti dal distributore quest’anno . È il caso, ad esempio, della birra o di altre bevande, ma, come ammette Rosina, i clienti non se ne sono accorti più di tanto. I nostri prezzi sono generalmente bassi cappuccino All’1.10, cornetti all’1.20… E facciamo anche dei panini. Noi siamo venuti Un po’ su alcune cose ma il prezzo è comunque buono e questo non ci fa contrattare i clienti“, dice. Lei e suo marito, Orlando, dicono che andranno in pensione in questo bar, anche se potrebbero già ricevere una pensione a causa della loro vecchiaia. “L’economia ora non è più quella di una volta, al momento noi continua, se appare un acquirente, continueremo a pensare a riposo. Ora tocca a noi”. Quello che non è chiaro è se il marchio della casa sarà incluso nel futuro acquisto del bar: il caffè più economico d’Italia.

READ  Secondo il consiglio di amministrazione, il viaggio di Gallardo in Italia è conforme al Codice Etico