Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lula avanza nell’ultima tappa | Opinione

da Rio de Janeiro

Nella fase finale delle elezioni in Brasile, le cose stanno andando, ma non nella direzione prevista da Jair Bolsonaro. Roberto Jefferson, politico da tempo legato a BolsonaroEra agli arresti domiciliari e promuoveva ogni tipo di provocazione – ha persino chiamato puttana un ministro del Tribunale federale – finché il tribunale non ha deciso che doveva andare in prigione.

Quando la polizia ha iniziato a cercarlo, Jefferson ha risposto sparando dozzine di proiettili contro le auto di pattuglia e ha anche lanciato due granate, ferendo tre agenti di polizia. Ha resistito per diverse ore, fino a quando ha finito per arrendersi. Bolsonaro ha detto che non fa mai foto con Jefferson e che non è il suo ragazzo. Sono state persino pubblicate decine di foto di Jefferson molto amichevole con Bolsonaro.

Il ministro dell’Interno è stato inviato da Bolsonaro a fare una sorta di mediazione, facendo di questo incidente una questione di Stato. Un giornalista di Globo è stato gravemente aggredito da Bolsonare.

Questo lunedì, dopo un fine settimana ricco di eventi, il voto per le elezioni presidenziali di uno dei sondaggisti fidati, l’IPEC, era noto come il miglior risultato di Lula dal primo turno, quando Lula ha ottenuto 5 punti – che in seguito sono scesi a 4-.

Nel nuovo sondaggio, dopo aver contato i voti corretti e senza misurare i risultati negativi di Bolsonaro per quest’ultimo incidente, Lula ha ricevuto il 54% dei voti, Bolsonaro 46 di 8 punti. Lula riprende così la tendenza al rialzo, a meno di una settimana dal voto.