Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Ucraina può “vincere” militarmente la guerra? E altre 4 domande sull’invasione della Russia

La Russia continua ad affrontare una feroce resistenza dall’Ucraina a più di un mese dall’inizio l’invasione Per ordine del presidente Vladimir Putin.

Le forze ucraine hanno iniziato a cercare di riconquistare alcune delle aree occupate dalle forze russe.

Da parte sua, la Russia ha dichiarato questa settimana che ridurrà le sue operazioni intorno alla capitale, Kiev, e alla città settentrionale di Chernigov.

Circa quattro milioni di persone sono fuggite dall’Ucraina Si ritiene che un quarto della popolazione del paese sia stata sfollata.

In questo contesto, restano molti interrogativi su ciò che sta accadendo sul campo di battaglia e sulle prospettive a breve e medio termine.

Due corrispondenti della BBC, Orla Guerin e Jenny HillRispondi alle domande inviate dai lettori.

Geran è a Kiev mentre Hill è a Mosca.

1. È possibile che l’Ucraina possa “vincere” la guerra militarmente?

Orla Guerin:

In termini militari, è una situazione “molto buona” per l’Ucraina.

Putin e il mondo sono rimasti sorpresi Abile e risoluta resistenza ucraina contro un esercito più grande e meglio equipaggiato. Allo stesso modo, le forze russe hanno scioccato il mondo con la loro impotenza e disorganizzazione.

Abbiamo visto un esempio del successo in battaglia dell’Ucraina in una posizione di prima linea fuori Kiev la scorsa settimana. Le forze ucraine ci hanno detto che i russi hanno tentato di sfondare quattro volte nell’ultimo mese e ogni volta sono stati in grado di respingerli. Le prove erano sotto forma di una mezza dozzina di carri armati russi bruciati e veicoli corazzati per il trasporto di personale.

Un carro armato russo distrutto a Trostianets, Ucraina.Getty Images

L’invasione della Russia è ora alla sua sesta settimana e Ha fallito sui fronti principali: I russi non sono riusciti a entrare nella capitale Kiev, a rovesciare il regime o a catturare nessuna delle principali città tranne Kherson nel sud. La Russia ha distrutto più di quanto ne ha catturato, il che è uno scarso risultato per un’invasione costosa.

READ  Perdita dell'udito e ronzio: lo studio trova i possibili effetti del virus Corona sulle orecchie

l’ho detto, È troppo presto per prevedere l’esito.

Potremmo essere all’inizio di una lunga guerra. La Russia afferma che ora si concentrerà sulla regione del Donbass nell’Ucraina orientale. Potresti essere a corto di opzioni perché non sei riuscito a realizzare un profitto altrove. In futuro, tuttavia, potrebbe riprendere a cercare di catturare più terra altrove.

È possibile che il destino di Putin sia legato al successo o al fallimento dell’invasione. Potrebbe continuare a fornire truppe, armature e armi pesanti a lungo termine.

2. Se la Russia sta reclutando dal Medio Oriente, significa che non si fida delle sue forze?

Jenny Hill:

Il Cremlino non lo ha mai ammesso, ma l’evidenza è che almeno alcuni dei soldati russi sono inesperti e impreparati al loro compito. Di recente, il ministero della Difesa russo è stato costretto ad ammettere che, contrariamente alle affermazioni di Putin, i coscritti sono stati inviati a combattere in Ucraina.

Mosca afferma di avere 16.000 “volontari” dal Medio OrienteMolti di loro hanno combattuto lo Stato Islamico negli ultimi dieci anni e sono pronti a unirsi alle forze russe. Potrebbero essere più esperti di alcune delle loro controparti russe e alcuni esperti affermano che probabilmente sono più abili nel tipo di combattimento urbano necessario per controllare città e paesi.

Il presidente russo Vladimir Putin.
Il presidente russo Vladimir Putin.Getty Images

Alcuni sostengono anche che questi “volontari” sarebbero meno riluttanti ad attaccare o uccidere i civili ucraini (molti russi hanno stretti legami con l’Ucraina e considerano il loro popolo come “fratelli”), e che hanno una reputazione di brutalità che può avere un effetto psicologico sulle forze ucraine.

Il Cremlino presumibilmente sa tutto questo. Ecco perché era così ansioso di annunciare di essere arrivato ai combattenti dal Medio Oriente, anche se non aveva ancora confermato ufficialmente che li avrebbe effettivamente inviati.

READ  Un giornalista palestinese di Al-Jazeera è stato ucciso durante un'operazione israeliana in Cisgiordania | Hanno condannato l'assassinio dell'esercito israeliano, Shirin Abu Okla

3. Putin ha imposto restrizioni ai media, ma esiste la possibilità che le informazioni inviate dall’Ucraina non siano accurate?

Orla Guerin:

Entrambe le parti stanno combattendo una guerra dell’informazione.

In ogni conflitto, le informazioni provenienti da entrambe le parti in merito alla morte di civili, al territorio catturato o all’uccisione di soldati nemici devono essere considerate con cautela.

Questo è particolarmente vero ora per quanto riguarda la Russia, che sta cercando di garantire che il suo popolo riceva solo la versione degli eventi del Cremlino. Ha ancora rifiutato di ammettere di aver invaso l’Ucraina, riferendosi solo alla sua “operazione militare speciale”.

Diamo la priorità alla segnalazione diretta, motivo per cui ci sono squadre alla BBC in molte parti dell’Ucraina, che raccolgono testimonianze di persone sul campo, inclusi civili, personale medico, funzionari locali e militari ucraini.

L’Ucraina ammette di aver subito perdite e le troupe della BBC in diverse città sono in grado di riferire sui funerali dei soldati ucraini uccisi nella battaglia. Non possiamo ancora sapere se verrà annunciata l’intera entità delle perdite.

4. Se viene raggiunto un accordo di pace, cosa accadrà alla Crimea e alle altre aree conquistate dalla Russia?

Jenny Hill:

Sappiamo che Putin vuole che il mondo riconosca la Crimea, che è stata annessa nel 2014, alla Russia. Durante i negoziati all’inizio di questa settimana, la parte ucraina lo ha suggerito Lo status di 15 anni della Crimea è negoziato come parte di un accordo di pace globaleanche se è difficile per Putin acconsentire.

Suggerisce anche che la comunità internazionale riconosca (come ha fatto) le Repubbliche popolari unilateralmente proclamate di Donetsk e Lugansk come indipendenti (sebbene questo significhi essenzialmente “controllate” dalla Russia).

L'esercito ucraino si sta preparando per la battaglia a est di Kiev.
L’esercito ucraino si sta preparando per la battaglia a est di Kiev.Getty Images

5. Il popolo può cacciare Putin o chiedere più proteste se il conflitto continua?

Jenny Hill:

READ  Joe Biden: "Gli Stati Uniti sono vicini a dichiarare la propria indipendenza dal virus mortale del COVID-19"

è improbabile.

Il Cremlino sta reprimendo coloro che si oppongono alla guerra e molti russi che la pensano in questo modo sono fuggiti. Le manifestazioni di piazza quasi quotidiane si sono placate.

I sondaggi di opinione del governo dovrebbero essere visti con un certo scetticismo, ma appaiono costantemente Maggioranza (e crescente) sostegno a Putin e alla sua “operazione militare speciale”.

Con la maggior parte dei media indipendenti russi banditi o costretti a chiudere, ci sono poche alternative ai media statali, attenendosi alla narrativa del Cremlino. Dicono che le forze russe siano entrate in Ucraina solo per difendere la popolazione di lingua russa dagli attacchi e dal “genocidio” perpetrati dai nazionalisti ucraini e dai neonazisti.

Molti russi si oppongono alla guerra, ma le forze dell'ordine hanno risposto alle manifestazioni.
Molti russi si oppongono alla guerra, ma le forze dell’ordine hanno risposto alle manifestazioni.Getty Images

Se qualcuno guardasse solo la televisione di stato, potrebbe concludere che questa è davvero un’operazione onorevole e necessaria per salvare i russofoni e la stessa Russia dall’aggressiva Ucraina che, con l’aiuto degli Stati Uniti, sta sviluppando armi biologiche e ne ha un disperato bisogno. Mani su quelle nucleari.

Le sanzioni stanno iniziando ad avere un effetto notevole aumentando i prezzi, ma il Cremlino lo sta configurando come un altro esempio di aggressione occidentale. In questa fase, È difficile vedere l’opinione pubblica trasformarsi in una rivoluzione.