Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Ucraina prevede che le forze russe tenteranno nuovamente di occupare Kiev all’inizio del 2023

L’Ucraina si aspetta che la Russia attacchi nuovamente Kiev all’inizio del 2023 (Reuters/Alexander Ermoshenko)

Mentre gli attacchi russi continuano nel sud e nell’est del Paese, l’Ucraina si aspetta che Vladimir Putin tenti di nuovo di conquistare Kiev nei primi mesi del 2023.

“Un compito strategico molto importante per noi è creare riserve e prepararci alla guerra, che può avvenire a febbraio o marzo e, nel peggiore dei casi, alla fine di gennaio”, ha affermato il comandante in capo dell’esercito ucraino. Valery Zaluzhny In un’intervista al settimanale britannico L’economista.

“Non ho dubbi che proveranno di nuovo a prendere Kiev”Ha aggiunto.

Il comandante in capo dell’esercito ucraino ha dichiarato nell’intervista di aver “fatto tutti i calcoli: di quanti carri armati, di quanta artiglieria abbiamo bisogno” per respingere questo attacco.

Alla fine di febbraio, le forze di Vladimir Putin hanno lanciato un’invasione dell’Ucraina, con l’obiettivo di catturare rapidamente Kiev con le sue forze che erano partite dalla Bielorussia verso nord.

Le forze russe erano a decine di chilometri dalla capitale ucraina, prima che si ritirassero completamente dalla regione alla fine di marzo e all’inizio di aprile, segnando una vittoria per l’esercito ucraino.

Un soldato ucraino siede su un mezzo corazzato su un'autostrada nella regione di Kherson, durante un attacco russo all'Ucraina.  (Reuters/Anna Voytenko)
Un soldato ucraino siede su un mezzo corazzato su un’autostrada nella regione di Kherson, durante un attacco russo all’Ucraina. (Reuters/Anna Voytenko)

per picchiarmi Un altro “problema” attuale per il suo esercito è “mantenere l’attuale linea del fronte”.che si estende da sud a est, “e non perde più terreno”, avendo cacciato i russi dalla regione di Kharkiv (nord-est) a settembre e da Kherson all’inizio di novembre (sud).

Secondo il capo dell’esercito ucraino, i russi stanno bombardando le infrastrutture energetiche del Paese da ottobre dopo una serie di umilianti battute d’arresto, perché “hanno bisogno di tempo” per “raccogliere le proprie risorse umane e militari” in vista dell’attuazione di una nuova operazione . Grande attacco nei prossimi mesi.

READ  Aereo con a bordo 43 persone si schianta in un lago in Tanzania

Kherson, la grande città dell’Ucraina meridionale recentemente riconquistata da Kiev, è stata nuovamente bombardata giovedì dalle forze russe, in un attacco che ha ucciso due persone e l’ha lasciata senza elettricità nel cuore dell’inverno.

Il vice capo dell’amministrazione presidenziale ucraina ha affermato che “il nemico ha nuovamente attaccato il centro della città, a 100 metri dall’amministrazione regionale” bombardando il giorno precedente. Kirillo Tymoshenkosu Telegram.

Ha aggiunto che l’attentato ha ucciso “due persone”.

Subito dopo, il governatore della regione, Yaroslav Yanushevichha riferito che un “massiccio bombardamento” delle infrastrutture di base aveva lasciato Kherson “completamente senza elettricità”.

Qui, come in altre parti dell’Ucraina, da ottobre la Russia ha lanciato missili e droni contro le infrastrutture energetiche. Milioni di ucraini ora hanno solo poche ore di elettricità al giorno, con il riscaldamento e l’acqua tagliati a temperature gelide.

Le forze di Putin sono accusate di aver commesso crimini di guerra in Ucraina.  (Sputnik/Mikhail Klementev/Il Cremlino via Reuters)
Le forze di Putin sono accusate di aver commesso crimini di guerra in Ucraina. (Sputnik/Mikhail Klementev/Il Cremlino via Reuters)

Dopo essere stata liberata dall’esercito ucraino un mese fa, la città di Kherson è stata da allora bersaglio di bombardamenti russi quasi quotidiani.

“Abbiamo feriti praticamente ogni giorno e morti praticamente ogni giorno. E questa situazione continuerà”, ha sottolineato un funzionario provinciale, Yuri SobolevskijÈ stato citato giovedì dalla televisione pubblica Sono interessante.

A livello internazionale, le Nazioni Unite hanno annunciato di aver registrato centinaia di esecuzioni sommarie di civili durante i primi mesi dell’invasione russa, indicando possibili “crimini di guerra”.

Una commissione d’inchiesta delle Nazioni Unite ha registrato 441 esecuzioni sommarie e morti in tre regioni dell’Ucraina – Kiev, Chernigov e Sumy – durante la sua occupazione tra la fine di febbraio e l’inizio di aprile, riferisce l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani. Volker Turk.

READ  Scattano gli allarmi nel mondo per la variante Mu.

È probabile che i numeri reali siano molto più alti.ha sottolineato.

Giovedì il Parlamento europeo ha riconosciuto che la carestia stalinista che ha ucciso milioni di persone in Ucraina negli anni ’30 è stata un “genocidio”. Mosca si rifiuta di descrivere questa tragedia in questo modo.

(Con informazioni da AFP)

Continuare a leggere: