Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Ucraina ha annunciato l’uscita dal porto di Odessa della prima nave carica di 26mila tonnellate di grano

Navi da carico ormeggiate nel porto di Odessa, Ucraina, nel Mar Nero

Il ministero delle Infrastrutture ucraino ha comunicato oggi la partenza della prima nave con un carico di 26mila tonnellate di grano dal porto commerciale di Odessa sul Mar Nero, secondo il portale ucraino. ucriforme.

Secondo quel metodo citato da fonti ministeriali, la nave mercantile “Razoni” sta viaggiando sotto bandiera della Sierra Leone e diretta al porto di Tripoli in Libano carico di tonnellate di mais ucraino.

in precedenza Un portavoce del governo turco ha affermato che la prima spedizione era prevista questa mattina, a seguito dell’accordo raggiunto a fine luglio tra Russia e Ucraina.separatamente, per consentire lo sblocco del grano ucraino.

La Turchia funge da revisore dei conti di questo accordo, poiché quel paese ha agito come fiduciario con le Nazioni Unite e dirige anche il centro di controllo che è stato istituito per monitorare le operazioni.

Lo scopo dell’accordo è consentire nuovamente le esportazioni di grano dell’Ucraina e alleviare la crisi alimentare globale che è peggiorata dallo scoppio della guerra in Ucraina lo scorso febbraio.

L’avvio delle operazioni è stato difficile a causa di diversi attacchi al porto di Odessa, uno dei tre da cui devono partire questi mezzi di trasporto, tra le accuse di Kiev e della comunità internazionale contro la Russia di aver leso l’accordo.

Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar
Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar

Questo è stato seguito da diverse operazioni di sminamento nelle acque di quei porti e altri ritardi, che sono stati supervisionati dalla Turchia e da un team composto da esperti di altri paesi occidentali.

READ  Tensione nella Chiesa cattolica per le notizie sull'uso di Grindr tra i sacerdoti | Divulgazione del blog cattolico conservatore The Pillar

“È stato concordato che la nave Razzoni, battente bandiera della Sierra Leone e che trasporta un carico di mais in Libano, partirà il 1° agosto alle 8:30 (5:30 GMT) dal porto di Odessa”., si legge in una dichiarazione rilasciata dal ministero della Difesa turco. sulla sua pagina web.

Software di localizzazione marittima come Vesselfinder e MarineTraffic mostrano che la nave ha iniziato a lasciare il molo con circa un’ora di ritardo e poco prima delle 7:00 GMT ha superato il faro che segna l’ingresso del porto.

Secondo i programmi di cui sopra, la nave dovrebbe arrivare a Istanbul alle 18:00 GMT di martedì domani.

Il viaggio si inserisce nel quadro dell’accordo firmato il 22 luglio a Istanbul tra Mosca, Kiev, Ankara e le Nazioni Unite, per consentire l’esportazione sicura del grano ucraino, vietato dall’invasione russa dell’Ucraina lo scorso febbraio.

A Istanbul è stato istituito un centro di coordinamento, con delegati dei tre paesi firmatari e delle Nazioni Unite, che avrà il compito di supervisionare la rotta delle navi e di ispezionare le spedizioni.

Secondo le autorità turche, non c’è pericolo di mine galleggianti sulla traiettoria delle navi.

(Con informazioni da EFE)

Continuare a leggere: