Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’OCSE ha migliorato le prospettive di crescita dell’Argentina per il 2021

Allo stesso modo, l’efficienza della spesa pubblica può essere migliorata, secondo l’agenzia, anche riducendo l’occupazione pubblica ei sussidi, mantenendo la spesa sociale “ben mirata”.

Gli autori del rapporto si sforzano di sottolineare che, dati i significativi squilibri nella ripresa da parte dei paesi (i paesi a basso reddito hanno perso la più grande perdita dalla crisi), la massima priorità rimane la vaccinazione, che è ciò che accade per salvare vite umane, preservare i redditi, aprire le frontiere, e restrizioni sugli ascensori.

Allo stesso tempo, ha leggermente abbassato le sue aspettative per aumenta L’economia globale nel 2021. L’economia globale potrebbe crescere del 5,6% quest’anno, in calo di 0,1 punti rispetto alla precedente previsione diffusa a settembre. L’agenzia ha notato “realtà economiche molto diverse” tra le diverse regioni e ha stimato che “la ripresa rimarrà rischiosa” finché i vaccini non saranno distribuiti in tutto il mondo.

“Sono emersi squilibri sorprendenti”, ha osservato l’organismo con sede a Parigi. Per l’OCSE, questi divari riflettono la disuguaglianza nei sistemi sanitari e nelle politiche pubbliche, le difficoltà per i lavoratori in alcuni settori e gli aumenti dei prezzi che durano più a lungo del previsto.

Questo rapporto non contiene stime sull’emergere della variante dell’omicron, scoperta pochi giorni fa e le cui conseguenze per l’economia globale sono ancora incerte. Ma hanno avvertito che “potrebbe rappresentare una minaccia per la ripresa” dell’economia globale.

Previsioni specifiche per regione

Nel frattempo, la previsione per l’attività nel 2022 rimane in linea con la sua precedente previsione di un’espansione del 4,5%. Per l’area dell’euro, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha previsto un leggero calo delle sue previsioni di crescita per il 2021 al 5,2%, e per gli Stati Uniti, l’OCSE ha rivisto nuovamente le sue previsioni, stimando una crescita del 5,6% per quest’anno e 3,7% per il prossimo anno. .

READ  Jorge Fauri: "Il voto dell'Argentina sul Nicaragua ci lascia dalla parte di chi non rispetta i diritti umani"

Per il Brasile, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha ridotto le sue previsioni per il 2021 di 0,2 punti, prevedendo una crescita del 5%, con prospettive anche più fosche rispetto al suo precedente rapporto per il prossimo anno, con un’espansione prevista dell’1,4%. Diciamo 0,9 punti in meno. Messico e Brasile sono i paesi che vedranno il maggiore aumento dell’inflazione quest’anno.

La Colombia sarà il Paese con la crescita più elevata per il 2022 (5,5%), seguita da Costa Rica (3,9%), Cile (3,5%), Messico (3,3%), Argentina (2,5%) e Brasile (1,4%).