Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lo studio ha scoperto che l’esercizio fisico regolare può ridurre il rischio di sviluppare ansia di quasi il 60%

È stato dimostrato che l’esercizio migliora la salute mentale riducendo l’ansia, la depressione e gli stati d’animo negativi e migliorando l’autostima e la funzione cognitiva (Getty Images)

La maggior parte di noi sa I numerosi benefici fisici dell’esercizio: Controlla il peso, abbassa la pressione sanguigna, riduci il rischio di diabete e aumenta l’energia, solo per citarne alcuni. ma, E i benefici psicologici dell’esercizio? Dall’alleviare i sintomi della depressione al preservare la forza della memoriaI benefici mentali dell’esercizio non mancano. Ora nuova ricerca ha mostrato che L’esercizio fisico regolare può ridurre il rischio di sviluppare ansia di quasi il 60%, Come pubblicato dai suoi autori sulla rivista Frontiere in psichiatria.

calcolato che disturbi d’ansia – che di solito si sviluppano nei primi anni di vita di una persona – Colpisce circa il 10% della popolazione mondiale È stato dimostrato Sono più comuni nelle donne che negli uomini. Sebbene l’esercizio sia reso come uUna strategia promettente per il trattamento dell’ansia. Non si sa molto di lui Effetto della dose, dell’intensità o del livello di forma fisica dell’esercizio sul rischio di sviluppare disturbi d’ansia.

Per aiutare a rispondere a questa domanda, Ricercatori dalla Svezia condotto questo studio Per dimostrare che coloro che hanno partecipato alla gara di sci di fondo più grande del mondo (Fasalopite) Tra il 1989 e il 2010 avevano un “rischio molto più basso” di sviluppare ansia Rispetto a chi non ha pattinato nello stesso periodo.

Lo studio dipende da Dati di circa 400.000 persone In uno dei più grandi studi epidemiologici su popolazioni di entrambi i sessi. “Abbiamo scoperto Il gruppo con uno stile di vita più attivo fisicamente aveva quasi il 60% in meno di probabilità di sviluppare disturbi d’ansia Durante un periodo di follow-up fino a 21 anni – ha osservato il primo autore del lavoro, Martin Svenson, e il suo collega e investigatore principale, Thomas Derburg, Dipartimento di Scienze Mediche Sperimentali in Università di Lund-. Questo legame è tra uno stile di vita fisicamente attivo e un minor rischio di ansia Si osserva sia negli uomini che nelle donne.

Si stima che i disturbi d'ansia - che di solito compaiono nei primi anni di vita di una persona - colpiscano circa il 10% della popolazione mondiale (Getty Images)
Si stima che i disturbi d’ansia – che di solito compaiono nei primi anni di vita di una persona – colpiscano circa il 10% della popolazione mondiale (Getty Images)

Tuttavia, gli autori hanno scoperto Marcata differenza nel livello di prestazione fisica e rischio di sviluppare ansia tra pattinatori maschi e femmine. Mentre le prestazioni fisiche di un pattinatore maschio non sembravano influenzare il rischio di sviluppare ansia, il gruppo di pattinatrici più performanti aveva quasi il doppio delle probabilità di sviluppare disturbi d’ansia rispetto al gruppo che era fisicamente attivo a livello di performance.

READ  Un nuovo approccio alla prevenzione dei terremoti provocati dall'uomo

È importante sottolineare – hanno aggiunto – su questo Il rischio complessivo di ansia tra le donne con risultati elevati era ancora inferiore rispetto alle donne più fisicamente inattive nella popolazione generale”.

Secondo i ricercatori, questi risultati Coprendo un’area relativamente inesplorata per la ricerca scientifica, a condizione La maggior parte degli studi precedenti si è concentrata sulla depressione o sulla malattia mentale, E non nei disturbi d’ansia specificamente diagnosticati. Inoltre, alcuni degli studi più ampi su questo argomento includevano solo uomini Dimensione del campione molto più piccola E avevano Dati di tracciamento limitati o assenti Per verificare gli effetti a lungo termine dell’attività fisica sulla salute mentale.

L’improvvisa scoperta di Relazione tra prestazione fisica e rischio di disturbi d’ansia nelle donne Evidenzia anche Il significato scientifico di questi risultati per la ricerca di follow-up. I nostri risultati indicano che La relazione tra sintomi di ansia e comportamento di esercizio potrebbe non essere lineare -pronunciato svenson-. Probabilmente Sono stati osservati comportamenti di esercizio e sintomi di ansia influenzato da fattori genetici, psicologici e tratti di personalità, Fattori confondenti che non possono essere indagati nel nostro gruppo. Sono necessari studi per indagare sui fattori che portano a queste differenze tra uomini e donne quando si tratta di comportamenti estremi di esercizio e come influenzano lo sviluppo dell’ansia.

La sorprendente scoperta di un'associazione tra le prestazioni fisiche e il rischio di disturbi d'ansia nelle donne ha anche evidenziato il significato scientifico di questi risultati per la ricerca di follow-up (Getty Images)
La sorprendente scoperta di un’associazione tra le prestazioni fisiche e il rischio di disturbi d’ansia nelle donne ha anche evidenziato il significato scientifico di questi risultati per la ricerca di follow-up (Getty Images)

Infine, gli esperti lo hanno evidenziato Negli studi futuri sono necessari anche studi di intervento randomizzati, nonché misure oggettive a lungo termine dell’attività fisica, Per valutare la validità e la causalità dell’associazione hanno riferito. ma, Questo significa che lo sci in particolare può svolgere un ruolo importante nell’allontanare l’ansia, a differenza di qualsiasi altra forma di esercizio? Hanno sottolineato che non è così Svensson e Derburg, secondo Precedenti studi hanno anche dimostrato i benefici di mantenersi in forma sulla nostra salute mentale.

READ  Vogliono fermarci, ma abbiamo la maggioranza al Congresso: AMLO

Noi ci crediamo Questo gruppo di fondisti è ben rappresentato per lo stile di vita attivo, ma può esserci anche un elemento di essere più all’aria aperta tra gli sciatori.. Gli studi che si concentrano su sport specifici possono trovare risultati e misure di associazione leggermente diversi, ma ciò è probabilmente dovuto ad altri importanti fattori che influenzano la salute mentale che non sono facilmente controllabili nell’analisi della ricerca. “

Continuare a leggere: