Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lo straordinario sistema utilizzato dall’Inghilterra per selezionare i rigori. E il fallimento… – L’Ovale – 18/07/2021

Era domenica scorsa a mezzanotte, nel bel mezzo di quello che è stato il giorno più importante nella storia del calcio inglese da quando ha vinto il titolo. Coppa del Mondo Il 30 luglio 1966, i dirigenti sindacali Inghilterra (FA) si è precipitato a contattare il tecnico, Gareth Southgate, per scoprire il grande mistero dietro il disastro: come sia stato possibile che nel momento più cruciale della scelta mezzo secolo dopo, il quintetto dei rigori contro l’Italia in finale Eurocop chiuderà con Marcus Rashford, 23 anni, Jadon Sanchoe 21 e Bukayo Saka, 19?

Per portare a termine un compito normalmente affidato ai più esperti, Southgate ha consentito solo tre alternative regolari per far fronte alla pressione di uno stadio di oltre 70.000 persone in un Paese in fiamme per la situazione sanitaria, sociale e politica. Dei 30 calciatori che hanno inflitto la penalità massima in questo torneo europeo, solo Saka e Sancho avevano meno di 22 anni. Inoltre, Saka non ha preso un rigore per tutta la sua carriera. I tre non hanno potuto registrarsi.

La penalità è l’azione più peccaminosa nella partita meno peccaminosa. La sua relativa semplicità ha prodotto teorie esoteriche e sorprese indimenticabili, generalmente relative a fallimenti in partite specifiche in una serie di stadi. Ma anche la serie di spaccature che ha incoronato il Liverpool in finale di Champions League Campioni 1984, e non fermarti Ivkovic un Maradona Nel Mondiali 1990né il criminale Roberto Baggio Sono stati mandati sugli spalti alla finale dei Mondiali del 1994, dove possono essere paragonati alla gestione futuristica che domenica scorsa ha fatto perdere all’Inghilterra un’opportunità irripetibile con i loro ragazzi barbuti.

READ  L'Italia aggiunge 927 contagi, con preoccupazione per la variabile delta

Secondo fonti della FA, la risposta di Southgate ai manager in preda al panico che hanno optato per la promozione è stata impercettibile quanto recente. La selezione dei cinque è il risultato di anni di analisi dettagliate dei dati da parte di scienziati del Dipartimento di Scienze della performance, la più finanziata di tutte le associazioni calcistiche del mondo.

Esperti, che sono stati incorporati nella struttura della Federazione su indicazione del suo Direttore Esecutivo, Mark Bullingham, ha seguito il metodo basato su modelli matematici popolarmente conosciuti come grandi dati E viene dal baseball, il gioco di squadra più lineare.

“È una mia responsabilità”, ha risposto Southgate quando i media britannici hanno chiesto informazioni sulla strana lista. “Scelgo i giocatori di bocce in base a quello che abbiamo fatto in pratica. Nessuno va qui da solo. Vinciamo insieme come una squadra, e se non vinciamo la partita stasera, la colpa ricade su tutti noi. Ma quando arriva ai rigori, erano affari miei. Abbiamo analizzato i giocatori da Attraverso quello che hanno fatto nei loro club e cosa si sono allenati con noi Mondiali 2018 e in Lega delle Nazioni Abbiamo seguito lo stesso processo e ha funzionato”.

Con l’inizio finale esteso, Southgate ha ricevuto un messaggio dagli analisti. Lo informarono che per completare il miglior pentathlon in campo, aveva due giocatori che non erano in campo: Sancho e Rashford.

Ma Southgate non deve aver fatto affidamento così tanto su questi giocatori per portare a termine la partita, da non averli presentati fino al minuto 120. Classifica giocatori –Kane, Maguire, Rashford, Sancho e Saka– Come suggerito dagli analisti, secondo le stesse fonti.

READ  The Lancet pubblica la sperimentazione della seconda dose di AstraZeneca per i bambini di età inferiore ai 60

Determinato a non aggirare gli studiosi, Southgate decise di agire fedelmente e di prendersi tutta la colpa della sconfitta. La sua versione è la versione ufficiale di A FIFA Che si vanta di aver spezzato una storica catena di delusioni ai rigori grazie al contributo di scienza e tecnologia. fino al Mondiali di RussiaQuando ho attraversato l’Inghilterra Colombia nelle sanzioni, L’Inghilterra ha vinto solo uno degli otto tour a cui ha partecipato negli ultimi 30 anni. I nuovi sviluppi, secondo Southgate, hanno determinato un cambiamento culturale.

“Quello che mi è chiaro è che tirare su un rigore non è una questione di fortuna”, ha detto Southgate in una conferenza organizzata da Google Cloud Next, lo sponsor del sindacato e fornitore IT, nel 2019. Gli è stato chiesto dell’impatto dell’intelligenza artificiale e della preparazione delle sanzioni, e l’allenatore ha spiegato che i programmi per computer Il Google Si sono aperti a lui. “Abbiamo analizzato migliaia di calci di rigore”, ha detto. “Abbiamo cambiato la cultura. Storicamente, la FA era vista come un gruppo di anziani in giacca e cravatta, separati dal resto della società. Ma avevamo squadre che non funzionavano bene e abbiamo dovuto modernizzare”.

Nell’ambito di questo progetto pionieristico, i giocatori della nazionale inglese hanno subito negli ultimi mesi meticolose sessioni di rigore nelle strutture Parco di San Giorgio. Con l’aiuto di un team di biomeccanica, gli sperimentatori hanno misurato la frequenza cardiaca, l’ossigeno, i gesti e la forza e la velocità della reazione degli attori ai movimenti del portiere. Per motivi di prova, si stavano persino esercitando Fermare Rashford, classificato al fianco di Sancho come il calciatore che è stato scoperto dall’intento del portiere avversario.

READ  Maratona Multimediale Italiana per la Giornata Mondiale della Terra - Prensa Latina

In pratica, la scala dei talenti per il calcio di rigore dell’Inghilterra era chiara. Ma in gioco in una finale irreversibile, molti giocatori o allenatori veterani sono rimasti scioccati dalla nuova gerarchia. “Dov’era sterlinasi chiese José Mourinho, perplesso dalla mancanza dei migliori calciatori della squadra. “Perché Cosa sei, Walker? Non erano sul campo? Per Rashford e Sancho è stato molto difficile tirare un rigore senza toccare una volta il pallone”.

La memoria del calcio è ricca di fallimenti fondamentali. Maradona, Zico, Platini, Baggio, Baresi, Cristiano, Ramos, Raul o Djokic Hanno dimostrato che non esiste una formula infallibile per uscire dalla situazione di pena. La vera novità non è il fallimento di stelle e capitani, ma il fallimento di giovani con poca o nessuna esperienza, selezionati da Google.