Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lo scopo della kinesiologia nell’approccio dell’ictus: salute e benessere

L’ictus o ictus ischemico è una condizione con un’elevata incidenza nella popolazione mondiale e il grado della sua menomazione dipende da diversi fattori, come il tipo (emorragico o ischemico), l’ubicazione, l’entità della lesione cerebrale, il tempo di risposta all’intervento, medico e personale fattori quali l’età della persona colpita e la possibilità di guarigione. Laureato in Kinesiologia e Medicina Naturale, Nicholas Regelato. In esclusiva per AIM.

A seconda della fase, Kinésico viene realizzato, quindi il focus sarà sui tre livelli di prevenzione secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS): cure primarie, secondarie e terziarie.

Al primo livello, le cure primarie, il ruolo del fisioterapista dovrebbe, in linea di principio, educare le persone sul significato dell’ictus. Che cos’è? Quali sono i fattori di rischio? Cosa fai per evitarlo? A quali sintomi si dovrebbe prestare attenzione in caso di un possibile ictus e cosa si dovrebbe fare in questo caso? Per agire a questo punto occorre utilizzare spazi diversi, come il lavoro, lo sport, il sociale, il tempo libero e la salute.

Nella seconda fase, le cure secondarie, in cui l’ictus si è già verificato, appare una condizione di natura diversa, in base a quanto sopra (tipo di lesione, posizione, gravità, fattori inerenti alla persona). I sintomi sensoriali (paralisi o emiparesi) si verificano più spesso, insieme a stati di percezione e parola. In questo caso, la persona dovrebbe essere trattata in modo cinestesico come un paziente e dovrebbe ricevere un trattamento incentrato sul ripristino delle sue funzioni motorie. Ci sono diverse tecniche che possono essere utilizzate per questo.

Infine, c’è l’assistenza terziaria, che viene erogata quando il paziente è già affetto da questa condizione da molto tempo e in modo cronico. In generale, nei vari ambiti sanitari che tratta, come la kinesiologia, il lavoro viene svolto in maniera palliativa, cercando di far sì che il paziente mantenga quanto raggiunto durante il periodo di cura, e conduca il più possibile la sua vita. Possibile autonomia.

READ  L'energia eolica e solare possono generare fino al 90% dell'elettricità nella maggior parte del mondo

protezione
Per prevenire l’ictus è fondamentale privilegiare abitudini di vita come l’attività fisica, un’alimentazione sana, gestire lo stress eccessivo e considerare i fattori di rischio, come il consumo di sostanze nocive, tabacco, alcol e droghe. Inoltre, non esagerare con il caffè e migliora le ore di sonno. Le persone con pressione alta dovrebbero monitorare la loro pressione sanguigna e quelle con diabete e osservare la progressione della malattia.

Numeri di interesse
In caso di allerta, chiama subito o recati in un centro medico per ricevere assistenza da un team di professionisti.
In Paraná: Ospedale San Martin: (0343) 4234545
A Colonia, Ospedale St. Benjamin: (03447) 421444
A Diamante: Ospedale San Jose: (0343) 498-1300
In C. dell’Uruguay: Hospital Justo José de Urquiza: (03442) .443902
A Concordia: Ospedale Masfranat: (0345) 4251135
Nota da Icarus Centro de Salud & Longevidad Teaching Materials, ottobre 2022, destinata alla pubblicazione AIM.