Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’italiano Oldani Giro de Italia guida il Genoa delle Widows Escape | Gli sport

Il battaglione entra a Genova tramite l’autostrada dal Ponte San Giorgio.Luca Sennaro (EFE)

Li guardano e ridono Circonvallazione Gli assassini che spaventano gli automobilisti, quelli stretti tra Genova, il Mediterraneo e l’Appennino, aprono la città davanti a loro Il Mar Rosso si apre a Mosè, ma nessuno li insegue, sono l’avanguardia dello stesso esercito, che, con uno sguardo abbagliante vista, attraversa Genova dall’alto delle sue autostrade nel cielo già oltre 70 San Jio, una luce e volava un chilometro dritto, e pilastri alti come i grattacieli di New York sono stati costruiti più con la fretta dei ciclisti accelerati. Van der Boyle, forse un insoddisfatto abbastanza da arrivare al punto di esaurimento, ha il mondo ai suoi piedi, per trasformare il pigro Viadotto Morandi con la grazia del tempo lento. A sinistra, frasi come città vecchia, mucchio di edifici alti, soffocamento, guardando il mare e il sole che tramonta sullo sfondo. A destra le cattedrali che galleggiano nel porto, le insolite navi da crociera e l’arco sinistro, il terreno già solido, e l’ultimo rettilineo, in fondo agli alti portici, la brezza marina che li spinge al traguardo. Piattaforme a più colori e un falso gradiente, alle soglie del mercato azionario, azioni Gulderman, uno dei 24 sopravvissuti, si sta riprendendo in mare in otto degli 11 minuti persi alla Blackhouse. E crede ancora di avere la capacità di battere Jiro.

Fase. Una città meravigliosa. Fiok rotto. Un risultato di tre. Quasi un bambino olandese, Limerise, taglia la curva, inutile. Una vittoria Piè di pagina della foto Un altro nuovo italiano, Stefano Oldani, 24 anni, che, come il Dines del giorno prima, si è allenato e cresciuto in squadre non italiane, è stato il giovane del Comoto di Contador, dove è sempre stato in rosa con Juanpe. Poi in Belgio, a Lotto e ora nelle Alpi, dove van der Boyle lo ammira e lo aiuta a raggiungere il primo successo della sua vita. Ma Oldani è diverso in quanto, tra l’altro, non può partecipare alle concentrazioni della sua albumina. Poiché tutti i suoi compagni dormono in camere ipopariche, per simulare di stare a 2.000 o 2.500 metri di altitudine per mancanza di ossigeno, Un metodo che non poteva usare perché proibito dalla legge italiana. “Siamo l’unico paese che li vieta. Questa è una sciocchezza”, dice. Ci chiediamo ancora perché il ciclismo italiano a volte sia così lontano da tutti. Provoca un po’ di depressione.

READ  Covit-19 in Italia: Corona virus e vaccinati dal 19 marzo

Un altro giocatore italiano della squadra belga, Lorenzo Rotta dell’Intermarse de Girmey, è responsabile della distruzione del colonnello de la Coleta, dei Pennini Liguri e del suo mare scosceso e scosceso e, prima ancora, della fuga al Poko Pass. Verso Chiavari, sul lato facile, ovviamente, ricordati i vecchi Indraine infortunato nel ’94, dalla cronometro da Chiavari a Poko, sul lato duro, ovviamente In esso la cometa di Persin lo rende magro e infine, e loro lo ricordano e piangono su di esso. Louis Okana, che ha commentato alla radio, non c’era. Tre settimane fa, il 19 maggio, invece di prendere l’auto per partecipare al Giro Yes and One, il campione di Quenca si è sparato davanti ai suoi vigneti di Armagnok.

Juanpe ha tre anni quando nasce e non risente dei problemi che deve affrontare, anzi ride apertamente. In inglese, come suggerisce la RAE, gli chiedono di non firmare Juampe, di non firmare Juanpe, e lui ride, stanco di una polemica che lo fa scivolare, non lo sarebbe stato se non l’avesse già indossato. Rosa per nove giorni. “Sono con Juanpe, John, [y lo pronuncia recalcando la ene] Sono sempre Juanpe”, risponde in inglese. “Non importa chi dice che non smetterò di essere Juanpei.”

Puoi seguire le partite di EL PAÍS Facebook Y TwitterOppure registrati qui per ottenerlo La nostra newsletter settimanale.