Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia potrebbe emettere uno stato di allerta se il taglio del gas russo dovesse continuare

L’Italia potrebbe dichiararsi in allerta la prossima settimana Fornitura di gas naturale Limitato dalla Russia, fonti governative hanno detto a Reuters venerdì.

Prima dell’invasione russa UcrainaPresentato dall’Italia Russia Circa il 40% del gas che usi. L’Italia ha cercato di diversificare le sue importazioni di gas con una maggiore fornitura dai produttori del nord Italia. AfricaMa i principali consumatori di gas russo.

Lo stato di allerta è il secondo passaggio della normativa italiana sull’emergenza gas. La Russia è in stato di allerta da febbraio, quando ha invaso l’Ucraina, mentre la terza fase del protocollo è lo stato di emergenza.

Fonti del ministero hanno riferito venerdì all’agenzia di stampa italiana ANSA che se i tagli continueranno nei prossimi giorni, il Ministero del cambiamento ambientale italiano potrebbe decidere la prossima settimana di spostare l’Italia dalla sua posizione di pre-allarme.

L’allerta include la fornitura di gas ad alcuni utenti industriali, un aumento delle importazioni di gas da altri fornitori e un aumento della produzione nelle centrali a carbone.

Per tutta questa settimana, mentre i tagli si approfondiscono ogni giorno da martedì, l’Italia ha ridotto le forniture di gas dalla Russia. All’inizio di questa settimana, le forniture russe all’Italia sono diminuite del 15%. Venerdì, la principale società energetica italiana Eni ha segnalato ulteriori tagli alle forniture, poiché il taglio è aumentato al 35% del volume richiesto giovedì. Solo la metà dei blocchi che Eni ha chiesto quel giorno sarà disponibile, ha detto.

Commentando la scarsa offerta dalla Russia, il primo ministro italiano Mario Draghi ha dichiarato giovedì che le “ragioni tecniche” russe per il taglio delle forniture erano “false”.

READ  Italia: Il nuovo cardinale è chiamato a indagare sugli abusi

“La Germania, noi e altri crediamo che queste interpretazioni siano false e che il gas, come il grano, venga usato come strumento politico”, ha detto Draghi.

I tagli alle forniture russe all’Italia e alla Germania hanno coinciso con l’arrivo Kiev I leader di Germania, Italia e Francia hanno incontrato il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky e hanno espresso il loro sostegno all’Ucraina.

Circa l’autore: Tsvetana è una scrittrice dipendente di Oilprice.com, avendo scritto oltre un decennio di esperienza in media come iNVEZZ e SeeNews.