Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia impone restrizioni a chi non è vaccinato contro il COVID-19

Il governo italiano ha deciso di escludere le persone non vaccinate da alcune attività ricreative, al fine di contenere l’aumento dei casi di coronavirus e prevenire un arresto finanziario devastante mentre l’economia riprende a crescere.

A partire dal 6 dicembre, solo le persone che hanno prove di vaccinazione o si sono riprese dal COVID-19 possono mangiare all’interno dei ristoranti o andare al cinema o agli eventi sportivi, escludendo così l’accesso a quegli eventi con una sola prova negativa.

Un nuovo decreto del governo ha inoltre reso obbligatorie le vaccinazioni per i dipendenti della polizia, delle forze armate e delle scuole, tra gli altri. Fino ad ora, i vaccini erano richiesti solo per gli operatori sanitari e per i dipendenti delle case di cura.

Il primo ministro Mario Draghi ha affermato che sono necessarie misure per prevenire un aumento “lento ma costante” dei contagi, preservando i progressi compiuti dall’Italia nel rilancio della sua economia, la terza più grande d’Europa, che si è contratta dell’8,9% lo scorso anno.

Le preoccupazioni crescono soprattutto alla luce della stagione turistica di fine anno e dell’ondata di contagi.

I funzionari sanitari regionali del nord, ad esempio, stanno guardando al settore dello sci, che in genere genera 1,2 miliardi di euro (1,5 miliardi di dollari) di entrate annuali e impiega 5.000 lavoratori permanenti e 10.000 lavoratori temporanei, per rimanere aperti dopo una perdita. per il coronavirus.

Iniziamo a tornare alla normalità. Lo ha detto Draghi in una conferenza stampa dopo che il governo ha approvato all’unanimità queste misure.

L’Italia, dove l’epidemia europea è scoppiata nel febbraio 2020, ha visto un aumento dei contagi, ma è stato molto più misurato rispetto ad altri paesi dell’UE, con circa 10.000 nuovi casi e meno di 100 decessi al giorno.

READ  La Spagna si allontana dalla "Top Ten" come marchio del Qatar | fortuna

Oltre l’84% della popolazione di età superiore ai 12 anni in Italia era completamente vaccinata, ma gli appuntamenti per la prima dose sono stati sospesi e 20 piccoli paesi del nord Italia, dove i tassi di vaccinazione sono tra i più bassi del paese, sono entrati in quarantena parziale il mercoledì perché i contagi aumentavano rapidamente.

L’obiettivo delle nuove misure è impedire che si ripetano tali chiusure generali: un coprifuoco dalle 20:00 alle 5:00 e bar e ristoranti che chiudono alle 18:00. Il nuovo decreto consentirà a ristoranti e altri locali di rimanere aperti anche se i casi aumentano e gli ospedali si riempiono, ma solo a coloro che possono dimostrare di aver ricevuto una vaccinazione o di essere guariti dal COVID-19.