Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia impone restrizioni a chi non è stato vaccinato

Le persone non vaccinate in Italia non potranno andare al cinema, teatro, concerti o grandi eventi sportivi, secondo le nuove restrizioni in vigore da lunedì.

Il primo giorno del certificato sanitario rafforzato contro il Corona virus in Italia. A partire da lunedì 6-15 gennaio, sono state adottate nuove e più severe misure in un paese in cui l’85% della popolazione è stata vaccinata con una doppia dose e il 42 con una terza dose.

Chi non è stato ancora vaccinato non potrà accedere a ristoranti e bar né partecipare ad eventi sportivi o feste; E non potranno andare negli stadi, nei musei, nelle discoteche.

Allo stesso tempo, Maggiori controlli per i viaggi in autobus, treno e metropolitanaNessun problema se compare la carta verde con evidenza di vaccinazione o guarigione dalla malattia.

Per i lavoratori del settore pubblico e privato, dove sono già in vigore gli obblighi di vaccinazione, deve essere presentato almeno un test Covid negativo. Le multe possono arrivare fino a 1.000 euro.

Con il “diploma di maturità” – come lo chiamano – il governo di Mario Draghi vuole ottenere tre risultatiConvincere gli anti-vaccinatori a cambiare idea, poiché non c’è libertà nella capacità di infettare gli altri. Lasciare aperte tutte le attività che fanno davvero dell’Italia il Paese che ripristina la sua economia dinamica in Europa il più rapidamente possibile. E un compleanno sereno senza i rischi del confinamento e con contagi ben controllati.

Italia, primo Paese europeo colpito dall’epidemia all’inizio del 2020Finora sono stati registrati più di 134.000 decessi. Nonostante i contagi siano in aumento, la situazione è migliore di quella dei vicini, con tra i 15.000 e i 20.000 nuovi casi registrati negli ultimi giorni al giorno.

READ  Alberto Fernandez ha invitato i capi dell'International Intelligence Consortium a Casa Rosada