Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia è un potenziale nuovo partner del futuro carro armato principale europeo

Roma prevede di acquistare un nuovo carro armato principale nel 2035 per sostituire la sua attuale flotta di costruzione nazionale. RAM. Questo momento coincide con il programma del progetto franco-tedesco MGCS (Sistema di combattimento di terra principale) Per cambiare la corrente Leopardo 2 tedeschi e Leklerk Francese, quindi l’Unione d’Italia è considerata molto interessata al progetto.

Ciò si riflette in un articolo dettagliato pubblicato all’inizio di questo mese Centro europeo di analisi delle politiche (SforzoLa sua abbreviazione in inglese), sviluppato da un gruppo di esperti negli Stati Uniti e in Polonia specializzati in ricerca e reportage sulla politica americana, in rappresentanza dell’Europa centrale e orientale, della Russia e delle aree limitrofe.

Lo scorso maggio è stato preparato un documento del governo tedesco per il parlamento del Paese, in cui si prevede l’ingresso di nuovi partner nel programma. MGCSGuidati da aziende tedesche metallo renano Y Krauss-Maffei Wegmann (KMW)Accanto ai francesi Prossimo.

KMW e Nexter Fa parte della federazione dal 2015 KNDSHa presentato la sua proposta nel 2018 Carro armato principale europeo EMBT (Riepilogo del carro armato principale europeo) Per scommessa MGCS. Lo sviluppo che esce da questo progetto dovrebbe cambiare quanto sopra Leopardo 2 Y Leklerk A partire dalla metà degli anni ’30.

Attualmente, l’Unione Europea mantiene in funzione 17 tipi di carri armati. Al contrario, gli Stati Uniti, la più grande potenza militare del mondo, hanno un solo modello.

Progetto con Spagna e Polonia

È successo nell’ottobre 2020 L’Italia ha cercato di includere Polonia e Spagna Deve essere sostituito invece del proprio piano per costruire un nuovo carro armato RAM C1 Già Leopardo 2 spagnolo e polacco dopo il fallimento prima di entrare a far parte del programma franco-tedesco MGCS.

READ  "On Autopilot": questa è la prima autostrada intelligente, ecologica e integrata d'Italia

Tuttavia, ora le opportunità per l’Italia di entrare nel progetto di Parigi e Berlino sono chiare, ricordando che, secondo l’articolo del CEPA, l’Italia è una potenza europea con una solida base industriale della difesa e un attore chiave nella vecchia politica e difesa. Continente, la terza economia più grande.

Federazione Iveco-Oto Melara

L’evidenza mostra che l’Italia può fornire le capacità tecniche per rafforzare i piani per il prossimo campo di battaglia europeo e cita il potenziale ingresso di tali società. Federazione Iveco-OTO Melara (CIO)Una società a capitale misto Leonardo e Veicoli di sicurezza Iveco Con decenni di esperienza nella costruzione di attrezzature militari a terra. In questo modo verrà rafforzata la natura europea del progetto, che si stima contribuirà al ROM con un costo di 1.800 milioni di dollari entro il 2028.

Evidenzia inoltre che “alla luce del recente Accordo di cooperazione in materia di sicurezza tra Francia e Italia e della crescente cooperazione politica tra Germania e Italia, ha senso includere nel progetto un terzo partner per dimensioni”.

Lo scorso ottobre Domanda per entrare in Svezia MGCS, Come osservatore all’inizio. Attualmente ci sono 120 auto nel paese nordico Streetswagen122Derivato da Leopardo 2A5 Tedesco in servizio dalla fine degli anni ’90.