Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia e il mondo del cinema piangono la scomparsa della diva Gina Lolloprigida

Roma, 16 gen. La morte dell’attrice Gina Lolloprigida, avvenuta all’età di 95 anni, ha sconvolto Antonio Banderas, legato al cinema internazionale, e tanti altri personaggi legati alla cultura e alla politica italiana, tra cui Sophia Loren, Rita Pavone e il premier italiano Giorgia. Melonia.

“Ricordiamo con grande affetto Gina Lollopricita, attrice di grande talento, appassionata, intensa, attraente. Ci lascia un’eroina, un’icona del cinema italiano, uno degli attori più importanti della sua generazione, che ha contribuito alla diffusione del cinema italiano film nel mondo”, ha dichiarato la Meloni in una nota.

Da parte sua, l’88enne Sophia Loren, un’altra delle grandi icone italiane, ha dichiarato in una dichiarazione ai media dopo la morte della leggendaria attrice, alla quale è stata costantemente paragonata per tutta la sua carriera, di essere “profondamente scioccata e amareggiato”.

E la cantante e attrice Rita Pavone, 77 anni, ha aggiunto le sue condoglianze condividendo sul suo profilo Twitter una foto di una performance con Lolloprigida, che ha definito “una star internazionale l’invidia del mondo”.

L’addio ha attraversato il Mediterraneo, grazie allo spagnolo Antonio Banderas, che sui suoi social ha lamentato: “Ci lascia una grande leggenda del cinema italiano”.

Allo stesso modo, l’Accademia del cinema italiano ha rispecchiato i sentimenti dell’industria cinematografica inserendo una foto della diva nel suo sito web nel 1956, durante la prima edizione dei premi più prestigiosi, la prima donna a vincere il David di Donatello per la migliore attrice protagonista . Importante nel cinema italiano.

Omaggi sono arrivati ​​anche dall’iconico festival di Sanremo, che inizia questo febbraio. Il suo direttore artistico Amadeus lo ha definito un “monumento del cinema italiano”.

READ  Un'altra Ong, «Diario La Capital de Mar del Plata, dice che l'Italia impone un nuovo sbarco selettivo dei migranti.

Da parte sua, del settore politico, il sottosegretario italiano alla Cultura Lucia Borgonzoni ha proposto di istituire un premio a suo nome.

“La morte di Gina Lolloprigida lascia un vuoto incolmabile. Ci siamo subito messi al lavoro per rendere omaggio a una straordinaria artista amata e apprezzata in tutto il mondo. Il Ministero della Cultura istituirà un premio in sua memoria”, ha affermato.

Pochi minuti dopo la notizia della morte, i rappresentanti dei principali partiti politici italiani hanno iniziato a ricordare la lunga vita dell’attrice.

Dal canto suo, il ministro dell’Agricoltura e lontano parente dell’attrice, Francesco Lolloprigida, l’ha ricordata come “una delle stelle più luminose del cinema e della cultura italiana”.

L’Ambasciatore tedesco in Italia, Victor Elbling, ha sottolineato l’importanza di Lolobrigita anche in quel Paese.

“Piangiamo la nota e amata Gina Lolobrigita in Germania. Con l’indimenticabile Lolo se ne va un pezzo della grande storia del cinema italiano, europeo e mondiale”, ha detto. EFE

Regola-romu/