Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia concede la cittadinanza a un noto avvocato afghano licenziato a settembre | Maria Bashir ha lottato contro la corruzione e la violenza sulle donne

Il governo italiano ha concesso la cittadinanza al magistrato afgano Maria Bashir, È stata la prima donna a servire come procuratore generale in Afghanistan, Da dove è stata espulsa a settembre I talebani sono saliti al potere. Bashir, 51 anni, è diventato avvocato nel 2009 nella provincia di Herat, nell’Afghanistan occidentale. Ha combattuto contro la corruzione, la violenza sulle donne e il matrimonio forzato di ragazzi e ragazze. A metà degli anni ’90, i talebani gli hanno vietato l’addestramento.

“L’Italia vuole esprimerlo Sostengo tutte le donne afghane che continuano a lottare per la loro libertà e i loro diritti, a caro prezzo“Il ministro della Giustizia italiano ha dichiarato in una nota: Marta Cordobia. “Spero che possiamo fare di più per le donne in Afghanistan con l’aiuto delle nostre amiche italiane”, ha risposto Bashir, citando l’agenzia di stampa Ansa.

Nel 1996 e nel 2001, i talebani hanno guidato il governo afghano e imposto una visione radicale della legge islamica, che, tra l’altro, impediva alle donne di studiare o lavorare, motivo per cui Bashir non ha potuto perseguire la sua carriera di avvocato.

Questo è un momento difficile, soprattutto per le donne. Tutti avevano paura di andare a lavorare, anche io. dovevo restare a casa Ho aperto una scuola segreta a casa mia Per le donne del quartiere, ha ricordato Bashir in un’intervista alle Nazioni Unite (ONU) nel 2010, riferendosi al regime ristabilito in Medio Oriente dopo il ritiro dei militari il 15 agosto.

Nel 2011, un magistrato afghano ha ricevuto un premio internazionale che riconosce le donne di speciale coraggio negli Stati Uniti e, nello stesso anno, la rivista Time l’ha inserita tra le 100 persone più influenti al mondo.

READ  Hector Herrera Perché Milano è raggiungibile in Italia

“Mentre Bashir era nel paese, ha lavorato a stretto contatto con i funzionari italiani e ha contribuito al rafforzamento delle istituzioni e dello stato di diritto in generale”, ha detto il gabinetto italiano, approvando l’avvocato per ottenere la sua seconda cittadinanza. L’amministratore delegato ha spiegato che la concessione della cittadinanza è stata disposta con ordinanza del presidente Sergio Mattarella.

“Il governo italiano ha un interesse eccezionale ad accogliere la signora Bashir nella sua comunità per la sua attività nel pieno rispetto degli alti valori della Costituzione italiana”, ha affermato il governo, sottolineando la sua “straordinaria professionalità nella difesa dei diritti delle donne”. e bambini.”

L’Italia è uno dei cinque paesi maggiormente coinvolti nella controversa operazione militare guidata dagli Stati Uniti in Afghanistan Con Germania, Gran Bretagna e Turchia. All’inizio di settembre, Roma ha affermato di aver espulso quasi 5.000 afgani dopo che i talebani hanno preso il potere.