Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia chiede cautela dopo il forte aumento dei casi Govt-19

ROMA, 21 giugno. Gli operatori sanitari italiani sono in massima allerta di fronte al forte aumento dei casi di corona virus – altri 75.000 casi a settimana – senza aumento dei decessi o aumento della pressione sugli ospedali.

Secondo l’ultimo bollettino questo lunedì sono stati registrati 16.571 e 59 decessi per infezioni, mentre sono stati eseguiti 79.375 test, con un rapporto positivo del 20,9% tra antigenico e molecolare, un punto in più rispetto al giorno precedente (19, 1). %).

Secondo un virologo dell’Università Statale di Milano, Fabrizio Bregliasco, Italia “La nuova ondata è in mezzo alla baia, che raggiungerà il suo apice entro la fine di luglio”.

Nonostante la mascherina non sia più obbligatoria, Pregliasco ha consigliato di indossarla nei luoghi più affollati, in spiaggia o nei ristoranti delle zone di villeggiatura.

“Si dice che tutto sia finito, ma non è così, è passata solo la fase acuta. Le mascherine sono ancora importanti. Oggi ha parlato con i giornalisti.

Attualmente sono 209 i pazienti ricoverati in ospedale per terapia intensiva, 10 in più rispetto a domenica e 4.585, 187 in più rispetto al giorno precedente.

I positivi attuali sono 574.649, 18.699 in meno rispetto alle ultime 24 ore, anche se alcuni esperti fanno notare che questa è solo la punta dell’iceberg perché non sono stati calcolati molti test eseguiti in casa senza il controllo dei funzionari sanitari.

READ  Sorveglianza Marittima 3 Approvato lo sbarco in Italia di 440 migranti africani a bordo