Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia batte la Turchia all’inizio dell’euro

Questo pomeriggio l’Italia ha fatto il primo passo decisivo a Euro 2020, battendo 3-0 la Turchia in casa a Roma, con la cerimonia d’apertura del Girone A di Bono e Andrea Bocelli, che ha sbalordito i 16.000 che potrebbero essere allo stadio “Olympico”. Più persone.

La squadra, guidata da Roberto Mancini, è riuscita a sfondare il muro difensivo piantato dai turchi solo nel secondo tempo, grazie alle reti di Mary Demirel – il suo recinto, Ciro Immobile e Lorenzo Insine.

A Baku, la capitale dell’Azerbaigian, gli “Assiri” hanno potuto mostrare la loro volontà di restare con Galles e Svizzera, che si affronteranno alle 10:00 (ora argentina) questo sabato.

L’Italia può vincere l’Euro Cup solo una volta: era nella prima edizione, in casa, nel 1968. Poi è arrivato secondo due volte (2000 e 2012).

Così, anche dalla consueta cerimonia di apertura cantata dai locali Andrea Bocelli e Bono, ha potuto tornare in un’arena italiana per la prima volta dallo scoppio dell’epidemia.

Alla cerimonia di apertura dei Campionati Europei, l’inquilino italiano si è trasferito con Area cantando un “Nesun Dorma” con uno spettacolo pirotecnico e un ballo con 24 palloncini oscillanti.

Venticinque minuti prima dell’inizio della competizione, una banda della polizia italiana è scesa in campo con sei uomini, alcuni dei quali sono stati proiettati sugli schermi olimpici, in occasione del 60° anniversario della storia dell’Eurocup.

Sono due simboli del calcio italiano, lo storico capitano della Roma, Francesco Totti, e la bandiera della Lazio e del Milan Alessandro Nesta, accolti dagli altoparlanti.

La cerimonia è culminata con la canzone “We Are People” di Martin Garrix, Bono e The Edge in uno spettacolo virtuale programmato per gli schermi degli stadi.

READ  Axiona manterrà 300 raffinerie in Italia per 210 milioni di euro

Questo sabato, inoltre, è previsto l’inizio dell’attività del Gruppo B in Danimarca – Finlandia, Copenaghen alle 13:00 (ora dell’Argentina) e Russia-Belgio (primi nella classifica FIFA). Saranno misurati a San Pietroburgo dalle 16:00.