Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’intelligence britannica ha avvertito che la Russia si sta preparando per ulteriori attacchi contro obiettivi civili in Ucraina

Due donne passano davanti a una casa distrutta a Balaklia, nella regione di Kharkiv, il 17 settembre 2022, durante l’invasione russa dell’Ucraina. (Foto di Juan Barreto/AFP)

Domenica, le autorità hanno affermato che i proiettili russi erano caduti su città e paesi in molte parti dell’Ucraina, mentre il ministero della Difesa britannico ha avvertito che La Russia aumenterà i suoi attacchi contro obiettivi civili di fronte alle sue sconfitte sul campo di battaglia.

Negli ultimi sette giorni, La Russia ha aumentato i suoi attacchi alle infrastrutture civili anche in luoghi in cui è improbabile che abbia un impatto militare immediato.“, ha osservato il ministero in una dichiarazione online. “Mentre la Russia subisce battute d’arresto in prima linea, è possibile che la Russia abbia aumentato i posti che è disposta ad attaccare nel tentativo di minare direttamente il morale del popolo e del governo ucraini”.

I proiettili sono caduti durante la notte Ospedale della città di Mykolaiv, Il governatore della regione, Vitaly Kim, ha detto che era un importante porto sul Mar Nero. Ha aggiunto che due persone sono rimaste ferite in attacchi in altre parti della regione.

Il governatore distrettuale Valentin Reznichenko ha affermato che tre persone sono rimaste ferite in attacchi notturni alla città di Nikopol, situata dall’altra parte del fiume rispetto alla più grande centrale nucleare d’Europa.

Le forze russe hanno catturato la centrale nucleare di Zaporizhzhya a sei reattori a marzo, ma gli ingegneri ucraini la gestiscono. Il suo ultimo reattore è stato spento domenica scorsa dopo diversi guasti elettrici dovuti agli attacchi, mettendo in pericolo i sistemi di sicurezza vitali.

READ  El tribunal de apelaciones de EEUU conferma la condena al narcotraficante messicano Joaquín “El Chapo” Guzmán

nell’area CharkivNel , dove un contrattacco ucraino ha costretto un ritiro russo su larga scala dalla maggior parte della provincia, tre persone sono state uccise in attacchi missilistici l’ultimo giorno, tra cui una ragazza di 11 anni, secondo il governatore della regione Ole Sinihopov.

Il presidente ucraino ha accusato la Russia di aver commesso morti di massa nella regione di Kharkiv

Cinque persone sono state uccise l’ultimo giorno negli attacchi russi nella regione DonetskÈ una delle due regioni riconosciute dalla Russia come stati sovrani, secondo il governatore ucraino Pavlo Kirilenko.

Le forze separatiste che controllano gran parte di Donetsk hanno dichiarato domenica che un prigioniero è stato ucciso e quattro feriti in un attacco ucraino a una colonia di prigionieri di guerra a Olenivka.

Più di 50 prigionieri di guerra sarebbero stati uccisi in un attacco a luglio alla prigione di Olenivka, in cui le autorità russe e ucraine si incolpavano a vicenda.

Le forze russe a Donetsk continuano a condurre “operazioni senza senso nelle città piuttosto che rinforzi sul fronte”, secondo l’Institute for the Study of War, un think tank con sede a Washington.

Bambini che uccidono

autorità L’Ucraina ha portato questa domenica a 390 il numero dei bambini morti Dall’inizio dell’invasione russa, scatenata il 24 febbraio per ordine del presidente Russia, Vladimir Putin.

In una dichiarazione sul suo account Telegram, la Procura ucraina ha indicato che “secondo le informazioni ufficiali”, finora sono stati confermati 390 morti e 757 feriti, prima di aggiungere che “queste cifre non sono definitive, poiché i lavori sono in corso”. Marciare nei luoghi di combattimento vero e proprio e nei territori occupati e temporaneamente liberati.

READ  Emmanuel Macron ha modificato la bandiera francese tre anni fa e nessuno se ne è accorto

In questo senso, ha affermato che la provincia di Donetsk è lo stato con il maggior numero di vittime, con 395 morti e feriti, dietro la regione di Kharkiv, 219; Città di Kiev n. 116; quello Mykolaev, con 72; Chernigov con un punteggio di 68; Lugansk con un punteggio di 61; Gerson, 55; Zaporizhia, 46; e Dnipropetrovsk con un punteggio di 26.

Infine, ha affermato che 2.500 istituzioni educative hanno subito danni materiali a causa degli attacchi lanciati dalle forze russe, di cui 289 sono state “completamente distrutte”.

Continuare a leggere: