Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’imprenditore argentino Maxi Montenegro smentisce: “La nostra produzione è aumentata del 35%”

giornalista di un 24 Massimiliano Montenegro Ha recitato in una scena imbarazzante quando un intervistatore lo ha negato. Daniele Lucchetti, produttore di palline da tennisFesteggialo nell’aria esteso Crescita della produzione e anche un nuovo spostamento di affari nella sua fabbrica per rispondere alla domanda di diversi paesi del mondo, ma lontano dal tenere il passo. la Montagna Nera Si è vergognato quando l’uomo d’affari gli ha negato i dati.

Daniele LucchettiIl produttore di palline da tennis riferisce che sebbene la sua produzione sia cresciuta del 35% rispetto al 2019 e abbia consentito una nuova trasformazione del suo stabilimento per rispondere alla domanda di vari paesi, sta riscontrando ritardi nella consegna di un componente chiave delle palline da tennis: l’abbigliamento. Il problema è che la domanda aumenta più dell’offerta., lo ha sintetizzato.

“Se si confrontano le importazioni di palline importate che sono entrate nel Paese nella prima metà di quest’anno con quelle del 2019 perché il 2020 è stata l’epidemia, sono aumentate del 18 per cento e La nostra produzione è aumentata di 35“Ha spiegato in dettaglio. E sui limiti che la sua fabbrica, come tante nel mondo, sta attraversando, specifica:”Il principale ostacolo affrontato dai produttori è il tessuto che viene prodotto solo in due parti del mondoTutti nel mondo hanno questo problema”.

“Siamo stati contattati da importatori da Brasile, Paraguay e Cile, una grande azienda europea che ci ha chiesto di rifornire i propri clienti sudamericani a causa delle carenze in tutto il mondo. L’importazione di materie prime è stata originariamente ritardata e ora stiamo iniziando un altro spostamento per stare al passo con questa crescente domanda“Ha insistito.

READ  La Nuova Zelanda abbandonerà la sua strategia "zero Covid" per iniziare a convivere con il virus dopo lo scoppio della variabile delta

Poca attenzione alla persona intervistata e alla situazione e alla ricerca dei responsabili, Il Montenegro ha chiesto all’imprenditore se avesse chiuso le importazioni e se fosse quello il problema, Ma prima che potesse aspettare qualsiasi tipo di risposta, ha lanciato: “I colleghi che giocano meglio a tennis al club della Zona Nord mi dicono che a loro piacciono le palline importate e che non le prendono per caso“.

Quello che posso dirti sono i numeri per i database di importazione, le informazioni più recenti disponibili a giugno 2021 e le informazioni che ti do sono dati oggettivi‘, ha risposto Luchetti. “Quindi stai dicendo che non ci sono restrizioni aggiuntive ma sostanzialmente la richiesta è stata sfruttata”, ha detto il giornalista di Un 24.

“Questa è la nostra interpretazione”, ha fatto il produttore. “Ecco perché stiamo aumentando il livello di produzione, ho appena detto che, se confronti il ​​nostro livello di produzione di oggi con il livello prima della pandemia, siamo del 35 percento più alti, ma non è abbastanza, quindi la mia idea è di continuare a crescere ” e ID.

Le forniture sono disponibili? Il giornalista ha insistito e Luchetti Ha ribadito diversi punti: “Non è una questione di vincoli locali ma del tempo necessario per produrre la materia prima”.

Lungi dal ricevere il messaggio, il giornalista ha mandato l’ospite e ha detto con una risata: “Ho ricevuto messaggi da alcuni amici che giocano a tennis che già si lamentano di aver aperto l’importazione ma la domanda è troppo grande e c’è carenza di palle perché hanno chiuso l’importazione.