Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Libri per tutti i messicani

“Non sono senza i libri che ho letto nella mia vita.”





© Inserito da Milenio


Dopo una fiera del libro come quella che sta per finire a Guadalajara, la condizione dei libri in mostra sarà contraddittoria, perché mentre ci saranno i libri che non si vendono, perché alcuni sono abituati a non dar loro importanza, altri perché non c’è budget per comprare quelli desiderati, saranno molti quelli che aspetteranno di essere letti sia da chi ha questa abitudine, sia da chi spera di divorarli tutti in una volta.

Ci sono lettori in questa città. È compilato dall’Associazione Guadalajara Book Club; Si trovano in biblioteche, società sportive, università, istituzioni culturali e gruppi di amici, oppure sono semplicemente indipendenti e personali. Tutti sono stati favoriti da questo evento per potersi avvicinare e diversificare, anche se la lamentela principale sono i prezzi elevati. Pertanto, l’importanza di questi incontri aiuta a scambiarli e renderli meno costosi

Finché i produttori di libri non terranno conto di queste barriere economiche e faranno poco per incoraggiare un vasto pubblico di lettori, le regioni che producono libri in spagnolo rimarranno una minoranza, a scapito di scrittori e biblioteche.

Sebbene l’industria editoriale dei paesi spagnoli fosse presente a questa mostra, mentre l’Associazione Internazionale degli Editori e l’Organizzazione Mondiale della Proprietà Privata del mondo la regolano e la proteggono, la geografia del pianeta di tale attività non è considerata tra le più diffuse in Paesi dell’America Latina, dal momento che il campo è di proprietà di Germania, Regno Unito, Italia, Francia, America e Stati Uniti.

Nel nostro Paese ci sono più di 400 editori. Il 70 per cento a Città del Messico (Messico Cultural Information System) che l’anno scorso, come tanti, ha registrato un calo delle vendite a causa della pandemia, ha registrato il 25 per cento. Ecco perché sperano di riprendersi per il momento, grazie a eventi come le fiere del libro organizzate in ogni stato della repubblica.

READ  Anita spazza l'Italia con il più elegante abito estivo in rete | Moda e bellezza

Sappiamo che i messicani non sono lettori permanenti e molti di loro non sono interessati o non danno priorità ai libri, poiché attualmente vengono sostituiti da altri tipi di letture che si trovano sui telefoni cellulari o sulle reti, che sono testi brevi e pratici nella vita di tutti i giorni . La tecnologia ha fatto assaggiare le poche righe anche se esistono anche i libri digitali.

Eppure, per i lettori di sempre, quelli che ormai risparmiano le vendite dei librai e l’interesse per le fiere del libro, questi restano gioielli di informazione, intrattenimento e compagni di tutti i giorni, come benevole dipendenze che cancellano la solitudine e la noia.

Sapendo che la maggior parte dei messicani non può vivere quanto sopra perché comprare un libro è un lusso, dal momento che il suo costo può rappresentare un salario minimo giornaliero, smettere di consumare parte del paniere di base, ma può essere sostituito con intrattenimento o informazioni che possono rientrare nel tuo budget.

Ecco perché tutti i messicani dovrebbero avere l’opportunità di leggere libri che possono cambiarci per il bene di tutti.

gemmazul@htomail.com