Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’elmo da assassino di Sword Art Online è già in fase di sviluppo: Kudasai

Una risorsa già obsoleta nelle storie di fantascienza che include la realtà virtuale è che il giocatore muore nella vita reale se perde nel videogioco. Può arte della spada in linea Non è stato il franchise a creare questo concetto, ma è stato sicuramente quello che ha finito per renderlo popolare a livello internazionale. In fondo quante serie possono vantare una giornata dedicata in calendario?

Bene, sembra che qualcuno volesse trasformare questo concetto in realtà. Voglio dire, qualcuno ha creato un visore per realtà virtuale che ti uccide letteralmente se perdi un videogioco. Divertente, vero? Il Creatore non è solo una persona, ma Palmer Lokiil trentenne prodigio della realtà virtuale e co-fondatore di lucernariouna società di realtà virtuale che Facebook È stato acquistato nel 2014 per $ 3 miliardi.

Luckey ha pubblicato un post sul blog il 6 novembre, spiegando lo strano nuovo visore. (Che, secondo lui, è principalmente un “pezzo d’arte da scrivania” al momento) Comprendeva anche una sua foto. Sì, questa cosa porrà davvero fine alla tua vita. Nello specifico, sono dotati di bombe che ti faranno esplodere la testa:

Sul suo blog, Loki spiega come dovrebbe funzionare il suo nuovo gadget killer:

  • Ho utilizzato tre dei moduli di carico utile che di solito utilizzo in un altro progetto e li ho collegati a un sensore ottico a banda stretta in grado di rilevare quando lo schermo lampeggia in rosso a una certa frequenza, rendendo molto semplice l’integrazione del gioco da parte dello sviluppatore. Quando viene visualizzata la schermata di gioco appropriata, le cariche esplodono, distruggendo istantaneamente la mente dell’utente.

In altre parole, Luckey ha dato vita alla storia di Sword Art Online e ha persino ammesso che fosse la sua principale ispirazione.. Nei romanzi, i personaggi indossano qualcosa chiamato “NerveGear”, un “dispositivo straordinario che ricrea completamente la realtà utilizzando un’interfaccia neurale diretta che è anche in grado di uccidere l’utente”. Quindi, uno scienziato pazzo li immerge in un mondo di spade e magia, costringendoli a sopportare un “gioco della morte” in cui le loro vite sono in pericolo. Per Luckey, è un’idea interessante:

  • Sono sempre stato affascinato dall’idea di collegare la tua vita reale con il tuo avatar virtuale.: Alzi immediatamente la posta in gioco al livello più alto e costringi le persone a ripensare fondamentalmente al modo in cui interagiscono con il mondo virtuale e i suoi giocatori. Una grafica esagerata può rendere il gioco più realistico, ma solo la minaccia di terribili conseguenze può far sembrare il gioco reale per te e per tutte le altre persone che vi partecipano.

È un’idea molto interessante, anche se alcuni sosterrebbero che il divertimento da giocare deriva dall’essere in grado di vivere scenari che sfidano la morte senza farti saltare la testa. Ad ogni modo, che sia una buona idea o meno, sembra che Luckey abbia in programma di rendere il suo nuovo cappello ancora più spaventoso di adesso, aggiungendovi la tecnologia “anti-cheat”.:

  • Questo non è un sistema perfetto, ovviamente. Ho in programma un meccanismo anti-cheat, come NerveGear, che renderà impossibile rimuovere o distruggere il sopracciglio.

Quindi l’obiettivo finale è creare un casco killer che letteralmente non può essere rimosso. Una volta che ti sei bloccato nella testa, gli unici due scenari che puoi rimuovere sono: a) vinci la partita; o b) il luogo in cui il tuo cadavere decapitato viene estratto da un cumulo di macerie intriso di sangue dagli spiriti sfortunati che incontri. Questo è probabilmente il motivo per cui Lucky non ha ancora utilizzato il gioco, come ha sottolineato:

  • Ci sono una varietà di vulnerabilità che possono verificarsi e uccidere l’utente nel momento sbagliato. Ecco perché non ho osato usarlo io stesso, e sono anche convinto che, come in Sword Art Online, l’ultimo trigger dovrebbe essere associato a un agente di alta intelligence che può facilmente determinare se le condizioni di terminazione sono davvero vere. A questo punto, è solo un pezzo d’arte d’ufficio, un promemoria stimolante sui modi sconosciuti di progettare giochi.

Linea: Gizmodo

READ  5 dettagli che potresti aver trascurato

Copyright © 2022 G/O Media Inc.