Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lei è argentina, vive a Parigi e segue Lionel Messi ovunque vada con una maglia storica e un gol

Una delle prime foto viste sui social network riporta la frase: Raccogli i momenti, non le cose. Qualcuno lo scrive nei commenti in francese: Raccogli i momenti, non le cose, commentando il suo post in spagnolo, la sua lingua madre: Raccogli i momenti, non le cose. Forse queste quattro parole, quella singola frase rispondono alla domanda che molti si pongono quando conoscono una storia Romina Italiano (30)،, è un cittadino argentino di La Plata ma vive a Parigi e Ha iniziato a seguire Lionel Messi finché non lo ha trovato Per realizzare il suo sogno di incontrarlo e poi prepararsi per una vita normale. Momenti non cose. Semplice e in qualsiasi lingua.

Lionel Messi è arrivato nella capitale francese martedì 10 agosto per prendere parte alla cerimonia di firma dell’anno (di tutti i tempi?) del Paris Saint-Germain. Le rivoluzioni moderne richiedono spettatori accaniti da un secondo all’altro e partner Sono disposti a fare qualsiasi cosa per l’epica. E Romina.

Da bambina, nella nativa La Plata, un giorno scoprì il crack di Rosario e seminò i semi dell’intolleranza. C’era una statua lì, una statua che finì di ritagliare e incollare nei suoi quaderni. Ha una maglia di Messi in Argentina e una a Parigi, entrambe della nazionale. Il primo è usato quando visita il suo paese e l’altro è per girovagare per l’Europa così com’è: un pezzo da collezione. Non era nessuno dei 10 che ha usato fino ad oggi, né un suo autografo, né un’edizione limitata, figuriamoci il titolo della Copa America, ma il 19 con cui La Pulga ha debuttato al Major, nel 2005.

romano italiano. È un’argentina che vive a Parigi e sogna di incontrare il nuovo giocatore del Paris Saint-Germain Lionel Messi.

Che ci fai a Parigi?

– Vivo qui da un anno e mezzo. Prima di vivere per alcuni mesi in Inghilterra con una borsa di studio, ho lavorato e studiato lì, dovevo rimanere per un anno, ma poi ho avuto la possibilità di venire in Francia e alla fine sono rimasto. Ho trovato un lavoro, mi sono sistemato e sono stato qui un anno e mezzo fa.

READ  In fuga dalla sua città natale, Cristiano Ronaldo ha conquistato Madrid e ha abbagliato il mondo: Georgina Rodriguez, l'argentina che ha cambiato il suo destino.

cosa fa per vivere?

– Sono un assistente sociale, sono andato in Inghilterra per fare un corso di volontariato, ho iniziato a lavorare in un’organizzazione dove ho incontrato un collega, che è stato quello che ha suggerito di venire in Francia e l’abbiamo fatto. Quando siamo arrivati ​​abbiamo lavorato in cambio della casa e del cibo, ci siamo occupati dei bambini, fino a quando ho ottenuto un lavoro retribuito che mi avrebbe permesso di rimanere.

Romina ha 30 anni. È una contemporanea di Lionel Messi e ora è una vicina di casa. Era arrivata a Parigi prima di lui e il suo obiettivo da quando era arrivata era di andare a Barcellona per vedere una partita al Camp Nou. La pandemia, le tasche ristrette e gli impegni gli hanno impedito di portare a termine il suo lavoro con la rapidità che avrebbe voluto, finché un giorno non è successo l’imprevisto. La Pulga ha lasciato il club per tutta la vita e la sua nuova destinazione era… Parigi. Segno del destino o del caso (l’interpretazione è libera), decise che il suo sogno era trovarla e organizzarsi per l’occasione.

Da dove viene il tuo fanatismo?

– Niente è esatto. Mi piaceva da quando era molto piccolo, attaccava figurine ritagliate da riviste, riempiva quaderni, ho iniziato a vederlo ogni volta che giocava, a consumare ogni notizia o post sulle reti e sento che ormai siamo lontani lontano come prima, perché è difficile Molto accessibile, ma geograficamente più vicino che mai.

Certo, e poi ho deciso di farlo…

-Esattamente. Quando sono iniziate le voci che sarebbe potuto venire prima a Parigi, è stato difficile per me crederci e ora che è qui sono estasiato come la maggior parte di quelli qui e voglio essere ovunque io cerchi di conoscerlo.

Romina, l’argentina che segue Messi a Parigi.

Conoscere Romina a Parigi è relativamente semplice. Indossa la maglia argentina numero Messi 19. Poi l’hanno fermata, chiedendole di lui come se lo conoscesse, non sapendo di essere un’altra tifosa della squadra che intendeva raggiungere. “Lo seguo da quando è arrivato in aeroporto, Quando è andato in albergo, quando è uscito dal centro città in alcuni posti, probabilmente era in campeggio in allenamento. Ovunque sembra che io voglia essere, Dado.

READ  Mar del Plata Matthias Sule ha esordito con la Juventus in Italia

Naturalmente, il desiderio deve essere integrato dalla realtà. Quando Messi è arrivato a Parigi, ha trovato Romina in vacanza e poi ha dedicato tutto il suo tempo a provarci attraverso Con 10. Non l’ha ancora fatto (quanto male), ma ha deciso di farlo (quanto bene). “Il giorno in cui sono arrivato ho passato diverse ore ad aspettare la Tour Eiffel perché lì girava la voce, ma alla fine non è arrivata e in buona salute, Non mi interessa perché ho provato l’emozione dell’attesa”., Mette in risalto.

Messi, la figura di fama mondiale, è più argentino di chiunque altro. I vent’anni trascorsi in Spagna non hanno rubato a Rosario una virgola. Tuttavia, per molti, è spagnolo. “Vado spesso in giro per Parigi con la sua maglia, anche prima che arrivi Me l’hanno chiesto e sono rimasti sorpresi perché qui pensano che Messi sia spagnolo. Qui tutti conoscono Maradona e sanno che è argentino ma Leo Lo associano molto al Barcellona ed è per questo che pensano che sia spagnolo”.

Lionel Messi, l’argentino che ha rivoluzionato Parigi (EFE / Andre Coelho).
di: Servizi EFE

Come hai la maglia con cui Messi è apparso in nazionale?

– Me l’ha regalato un amico, ed era suo e da allora me l’ha regalato.

E hai già il Paris Saint-Germain?

-Se … la carica è molto cara, ho visto fino a 200 euro e per darti un’idea, con questi soldi una persona mangia due mesi a Parigi, quindi ora terrò la somma che ho.. ..ha- ah

Cosa significa per te Messi?

Quello che sento, quello che mi risveglia oltre a quello che è lui come calciatore, è l’ammirazione per il suo lato umano, la sua umiltà, e sento che è molto umile e questo mi raggiunge molto. Poi il modo in cui ha sempre remato tutto nella vita, da giovane e molti credevano che non sarebbe stato in grado di fare molto, ma ha sempre insistito sul fatto che fosse il migliore del mondo …

READ  Iceta al G20 sosterrà l'aggiunta di cultura alla lotta contro il cambiamento climatico

Com’è la tua vita a Parigi?

– Ora mi impegno a seguire Messi, ma presto devo tornare a lavorare e lì dovrò riorganizzare il mio tempo perché non mi arrenderò. Studio anche il francese, che è molto complicato e mi richiede molto tempo.

Qual è la cosa più audace che hai fatto per raggiungere il tuo obiettivo?

– Ho fatto tutto. Ho aspettato ore e ore in posti, ho corso, ho urlato tra centinaia di francesi che non capivano nulla, mi sono accampato e altri, ma quello che mi ha sorpreso di più è stato in realtà qualcosa che non avevo fatto che da quando Messi è arrivato a Parigi molte persone hanno scritto a me. La mia famiglia e i miei amici ovviamente si chiedono sempre se è successo qualcosa, ma anche Persone che non conosco o che non mi parlano da molto tempo hanno iniziato a scrivermi solo a causa di Messi A partire dal sapere che sono qui per scoprire di cosa si tratta o come viene vissuto questo fenomeno. E lo è davvero.

perché lo stai facendo? Chiederà molto. “Colleziona momenti, non cose”può rispondere.

Lionel Messi sarà presentato ufficialmente domenica al Paris Saint-Germain, nell’ambito del quarto appuntamento della Ligue 1 francese, come visitatore di Reims (EFE / EPA / CHRISTOPHE PETIT TESS).di: Servizi EFE

Ore prima del debutto

Questa domenica, la presentazione ufficiale de La Pulga avrà finalmente luogo al Paris Saint-Germain. Come visitatore, sarà, a Reims, alla quarta data della Ligue 1 francese. L’allenatore della squadra parigina non ha ancora confermato se Rosario inizierà o giocherà qualche minuto, il che sembra probabile, secondo il piano. Il suo inizio è pronto per essere in buona forma dopo quasi 50 giorni senza giocare una partita ufficiale.