Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le rimesse indicano una diminuzione di 541 milioni di dollari in 10 mesi

Le rimesse che i domenicani assenti rimandano nella Repubblica Dominicana sono una parte importante dell’economia locale. Tra gennaio e ottobre 2022, queste valute hanno totalizzato 8.125,3 milioni di dollari, con una variazione negativa del 6,3% e una differenza assoluta di 549 milioni di dollari rispetto allo stesso periodo del 2021, che registrava 8.675,1 milioni di dollari, secondo la Banca Centrale (BCRD). domenicano.

L’ottobre 2022 rappresenta il 10% delle rimesse arrivate nel paese finora quest’anno, dopo aver registrato 815 milioni di dollari. Questo importo significa un aumento annuo dello 0,25%, ulteriori $ 2,1 milioni rispetto allo stesso mese del 2021 in cui BC ha registrato $ 813 milioni.

Le rimesse (8.125,3 milioni di dollari) ricevute nei primi 10 mesi di quest’anno sono state pari al 22,4% su base annua e una differenza assoluta di 1.485,9 milioni di dollari rispetto allo stesso periodo del 2019, pari a 6.639,4 milioni di dollari. Da quell’anno fino a ottobre 2022, la Repubblica Dominicana ha ricevuto circa 29.313 milioni di dollari per queste valute.

I dati indicano che questi trasferimenti non potranno superare i 10.000 milioni di dollari USA alla fine del 2022, poiché la media mensile è di circa 800 milioni di dollari USA. Infatti, la somma dei restanti mesi (novembre e dicembre) di quest’anno sarà di circa 1,6 miliardi di riyal sauditi, il che indica che il volume previsto delle rimesse (tra 10 miliardi di dollari USA e 11 miliardi di dollari USA) da parte di alcuni economisti e monetari autorità, sarà di circa 9.725,3 milioni di dollari USA alla fine di quest’anno.

confronto

Rispetto a un prodotto interno lordo (PIL) nominale che riflette un importo di 112.222 milioni di dollari, le monete inviate dai dominicani riflettevano il 7,2%, alla fine di ottobre 2022.

READ  Meloni incontra di notte il suo governo per chiudere i suoi primi bilanci da EFE

Le rimesse accumulate (8.125,3 milioni di dollari USA) tra gennaio e ottobre 2022, al cambio della valuta dominicana, equivalgono a un reddito di 438.766,2 milioni di reais, ovvero circa 424.165,4 milioni di reais in più rispetto a quanto raccolto dagli enti previdenziali per un totale $ 14.600,8 milioni. , con una media mensile di A $ 1.200 milioni a settembre 2022.

Riflette anche circa S $ 361.714,3 milioni in più rispetto alle entrate delle agenzie non finanziarie autonome e decentralizzate dello stato, che hanno raccolto R $ 77.051,9 milioni, con una media mensile di R $ 8.000 milioni a settembre di quest’anno. Tuttavia, le rimesse totali sono state superate dal reddito del governo centrale che ha accumulato S$ 266.083,7 milioni, dopo aver registrato S$ 704.849,9 milioni nel terzo trimestre di quest’anno.

settore esterno

BCRD prevede, alla fine di quest’anno, che il paese registrerà entrate in valuta estera per oltre 36,2 miliardi di dollari. I principali produttori hanno registrato collettivamente 28.727,3 milioni di dollari tra gennaio e ottobre 2022. In effetti, il paese dominicano dovrà ricevere circa 7.473 milioni di dollari per raggiungere l’obiettivo previsto nei mesi rimanenti.

Sul totale accumulato nei primi 10 mesi, le rimesse hanno rappresentato il 28,2% (8.125,3 milioni di dollari), posizionandosi come il secondo generatore, superando solo le esportazioni, che hanno registrato 10.453,6 milioni di dollari con una partecipazione del 36,3%. Questo importo indica anche una differenza del 30% su base annua rispetto allo stesso periodo del 2021, che ammontava a 8.047 milioni di dollari, secondo la Direzione generale delle dogane (DGA).

Il settore del turismo ammonta a 7.278 milioni di dollari, superando i 1.652 milioni di dollari in valori assoluti di tutto ciò che è stato fornito nel 2021, con un totale di 5.626 milioni di dollari, secondo il Ministero del Turismo. Questa attività produttiva ha un vantaggio del 25,3% tra i generatori di monete. Tuttavia, registra 847 milioni di dollari in meno di rimesse.

READ  La Colombia riceve temporaneamente rifugiati dall'Afghanistan | governo | Economia

Il Centro per le esportazioni e gli investimenti della Repubblica Dominicana (Pro Dominicana) ha registrato 2.870,4 milioni di dollari di investimenti diretti esteri (IDE) alla fine del terzo trimestre del 2022, pari a un aumento del 19% nello stesso periodo del 2021 (2.410,9 milioni di dollari). Tuttavia, rappresenta l’8,3% tra le linee di partecipazione in valuta estera nel paese.

Impatto sull’economia dominicana

Nei primi 10 mesi del 2022, la Central Bank of Dominica (BCRD) ha registrato rimesse per 8.125,3 milioni di dollari. All’interno di questo totale, gli Stati Uniti d’America con 6.890,2 milioni di dollari, ovvero l’84,8%, sono l’economia principale in cui i dominicani assenti inviano la loro valuta a casa. Segue la Spagna che registra 495,6 milioni di dollari, pari al 6,1% del totale.

Haiti, che ha incassato 81,2 milioni di dollari, è rimasta al terzo posto con un gioco dell’1%. L’Italia è il quarto Paese più importante, con un valore di 65 milioni di dollari, in crescita dello 0,8%.

Il resto dei paesi ha registrato un aumento del 7,3% con 593,1 milioni di dollari tra gennaio e ottobre 2022.

Secondo il genere delle persone che hanno ricevuto le rimesse nella Repubblica Dominicana, il 53% di loro sono uomini e l’importo totale accumulato è di 4314,5 milioni di dollari. Nel frattempo, le donne hanno accettato il 46,9%, ovvero circa 3810,7 milioni di dollari USA alla fine di ottobre 2022.

In termini di regioni, la regione nazionale con il 34,1% ($ 2.770,7 milioni) ha riportato la regione che riceve il maggior numero di rimesse. È seguita dalla contea di Santiago con $ 1,170 milioni, pari al 14,4%. È stato seguito da Santo Domingo, che ha registrato $ 723,1 milioni, pari all’8,9%.

READ  L'economia russa si trova di fronte a fosche prospettive di sanzioni