Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le persone non vaccinate di età superiore ai 60 anni hanno 20 volte più probabilità di morire di COVID

C’è una maggiore possibilità che tu finisca con un’infezione delle vie urinarie con una forma grave di COVID se la persona non è vaccinata (EFE / Luis Ángel González)

Per tutto il 2021, Con la distribuzione e l’applicazione dei vaccini contro il coronavirus, è diventato il modo migliore per prevenire casi gravi di COVID-19 e ridurre il numero di decessi.

Nel bel mezzo dell’attuale terza ondata di contagi con l’avvento della variante Omicron, il contagio in Argentina sta diventando inarrestabile e giorno dopo giorno si registrano nuovi record. L’ultima parte ufficiale rilasciata ieri ha confermato la registrazione di 110.553 casi Le aspettative sono che i numeri continueranno a salire. Il mondo soffre anche dell’attacco omicron e delta, la mutazione più contagiosa del coronavirus.

Nel mondo oltre l’80% dei ricoverati in condizioni critiche a causa del COVID non è vaccinato. I numeri in Argentina sono simili. La scienziata delle infezioni Laura Barkan ha messo in guardia contro di essa “Più dell’80% delle persone che sono attualmente ricoverate in ospedale con COVID-19 nelle sale di terapia intensiva in Argentina sono persone che non sono immuni”.

Ospedali e centri sanitari stanno ricevendo più detenuti non vaccinati (DANIEL AUGUSTO /CUARTOSCURO.COM)
Ospedali e centri sanitari stanno ricevendo più detenuti non vaccinati (DANIEL AUGUSTO /CUARTOSCURO.COM)

“Sappiamo che il vaccino è molto utile e che ci protegge maggiormente da malattie gravi, ospedalizzazione e morte”, ha sottolineato il medico, membro della Società argentina di malattie infettive (SADI).

Intanto, in un’intervista a Radio del Plata, Il professionista ha avvertito che questi dati dovrebbero far riflettere le persone non vaccinate Quindi lo fanno il più rapidamente possibile, perché “Un vaccino è l’unica arma che abbiamo in questo momento”. Per uno specialista che sta attraversando la malattia da coronavirus, Il virus “va dappertutto” Ora “non è necessario ricordare il momento in cui sono stati infettati perché questa variante è molto più contagiosa del ceppo delta”.

READ  Quali strumenti esistono per monitorare l'ipoglicemia?

Oggi, il Ministro della Salute di Buenos Aires, Fernan Quiros, che nonostante “un aumento critico dei casi anche se la popolazione è altamente vaccinata, questo si traduce in In meno numeri pericolosi e con meno ricoveri“.”A Kappa il 65% dei posti letto in terapia intensiva è occupato da persone non vaccinateQuiros ha detto alla CNN Radio.

Le persone che non sono state vaccinate contro il COVID hanno sintomi più gravi (OMAR MARTÍNEZ / CUARTOSCURO.COM)
Le persone che non sono state vaccinate contro il COVID hanno sintomi più gravi (OMAR MARTÍNEZ / CUARTOSCURO.COM)

Le persone più a rischio

Le persone di età compresa tra 60 e 79 anni che non sono state vaccinate contro il coronavirus hanno 20 volte più probabilità di morire di quelle che sono state vaccinate, Secondo il rapporto del Centro di coordinamento per le allerte e le emergenze sanitarie (CCAES) del Ministero della Salute spagnolo.

È stato confermato sabato Ministro Carolina Darias, In visita al punto di vaccinazione autorizzato dal Servizio sanitario dell’Estremadura (SES) presso il quartiere fieristico “El Berrocal” a Plasencia. Secondo un rapporto CCAES, Le persone non vaccinate di età compresa tra 60 e 79 anni hanno 16 volte più probabilità di essere ricoverate in ospedale, mentre le persone vaccinate hanno 30 volte meno probabilità di essere ricoverate nell’unità di terapia intensiva (ICU).

in poi Morti per il Corona virus in Spagna, circa 90mila persone, secondo i dati del Ministero della Salute, L’esperto ha lamentato la mortalità e ha notato che stava diminuendo grazie alla vaccinazione. Pertanto, ha sottolineato le differenze nella gravità della malattia tra i vaccinati e i non vaccinati.

Qualcosa di simile sta accadendo in Italia. I detenuti non vaccinati finiscono ricoverati in terapia intensiva con anticovid 25,6 volte più spesso Che quelli che hanno ricevuto le tre dosiquesto sabato Istituto Superiore di Sanità (ISS), quando lo Stato adotta misure urgenti per fermare la valanga di infezione causata dalla variante Omicron.

READ  La medicina incontra un "piano" per l'aldilà

Il tasso di ricovero in terapia intensiva è di 23 per 100.000 non vaccinati, numero che diminuisce sensibilmente nel caso dei vaccinati da più di 120 giorni (1,5), di quelli di età inferiore a tale periodo (1) che sono stati vaccinati con dose di richiamo (0,9 ) secondo gli ultimi dati della Stazione Spaziale Internazionale.

Il mondo batte i record di infezione da Corona virus (EFE / Ernesto Guzmán Jr)
Il mondo batte i record di infezione da Corona virus (EFE / Ernesto Guzmán Jr)

Il tipo più contagioso

Micron colpisce più velocemente e molto probabilmente i vaccini sono particolarmente utili per i casi graviil dottore ha detto Javier Farina Specialista in malattie infettive e membro del comitato di esperti che fornisce consulenza al governo nazionale.

Sembra, secondo Barkan, che Omicron “È una variabile ipervariabile e, praticamente senza alcuna restrizione di attività, e dopo la fine dell’anno festivo, quello che ci si aspetterebbe sarà un aumento del numero di casi». Lo specialista in infezioni ha dichiarato: “La cosa buona è che nonostante ci siano stati ricoveri, il numero di persone che necessitano di un alloggio è molto inferiore rispetto alla seconda ondata.E sebbene “alcuni pazienti vadano in terapia intensiva, la stragrande maggioranza di loro no”.

Allo stesso modo, ha notato che nell’ospedale italiano “In precedenza, c’erano cinque stanze esclusivamente per i pazienti Covid-19 e ora abbiamo una stanza e alcuni pazienti sono in terapia intensiva Anche se il numero di casi è doppio o triplo rispetto a quello che abbiamo avuto nella seconda ondata”.

Interrogato sul ricovero dei bambini, Barkan ha sottolineato che il problema è la vaccinazione perché è la fascia di età che è iniziata dopo e “I bambini di età inferiore ai tre anni non sono vaccinati, di È logico che la popolazione sia più colpitaIn questo senso, lo specialista ha avvertito che “ci sono alcuni pediatri solitari che ancora sconsigliano di vaccinare i bambini”.Siamo in un’ondata che sembra davvero inarrestabile, dovresti farti vaccinare”.

READ  Chiavi per le elezioni in Italia

Continuare a leggere:

Con lo ‘tsunami’ di Omicron, tutti prenderanno il COVID-19?
L’esperto americano Ali Miqdad ha detto a Infobae
Un anno dopo la vaccinazione contro il COVID-19, varianti come Micron hanno rivelato problemi di distribuzione