Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le migliori foto sportive del 2021

È tempo di chiudere un anno sportivo che è tornato a vivere all’ombra della pandemia. Dodici mesi in cui ho vissuto momenti tristi e magici. Addio a grandi personalità dello sport e successi mai raggiunti prima nello sport spagnolo. Anche il 2021 è stato un anno olimpico, con l’entusiasmo che ha suscitato un tale evento in tutto il pianeta.


Leggi anche

Juan Bautista Martinez

Tra forti misure anti-coronavirus, incertezza e perdite dell’ultimo minuto, Tokyo è stata finalmente in grado di fissare una data che avrebbe dovuto essere posticipata l’anno scorso. Oltre ai risultati sportivi, questi erano giochi di attestazione. Dal saltatore britannico Tom Daley mentre si intreccia nelle terrazze della piscina olimpionica contro l’omofobia, a Ruven Saunders mentre tiene le braccia per tutte le persone oppresse del mondo. Ma senza dubbio, Tokyo 2020 sarà ricordata per aver ritirato Simone Biles nella competizione completa a causa di problemi di salute mentale. Ha detto abbastanza la ginnasta americana, ha aperto un intenso dibattito sullo stress a cui sono sottoposti gli atleti ad alte prestazioni.

addio anno

Quest’anno ha invitato personaggi dello sport come Pau Gasol, Valentino Rossi o Leo Messi, anche se l’argentino non si è ritirato, ma ha cambiato club. E il calciatore ha lasciato in estate il club della sua vita, il Barcellona, ​​che non ha potuto fare nulla per mantenere la spaccatura a causa dei problemi economici che affliggono il club catalano. Un addio molto doloroso all’attaccante e a tutti i giocatori del Barcellona che sono abituati a vederlo con la maglia del Paris Saint-Germain. Sì, il connazionale Sergio “Con” Aguero ha dovuto appendere le scarpe al chiodo, a causa di un’aritmia che gli ha impedito di tornare a gareggiare professionalmente.

READ  The Pure and Mariachi Quartet: L'intimità di Carlos Tevez per il compleanno di sua moglie Vanessa


Leggi anche

Louis Boxris

Orizzontale

Non è stato l’unico a dire addio quest’anno, la stella del basket spagnolo, Pau Gasol, si è ritirato dopo aver raggiunto il suo grande obiettivo, e ancora una volta ha difeso la maglia della Spagna ai Giochi Olimpici. All’inizio di ottobre, il cardine catalano ha salutato il basket in un atto intimo al Liceu di Barcellona, ​​concludendo 22 anni di carriera professionistica. Anche il pilota della MotoGP Valentino Rossi si è salutato a novembre, finendo decimo. L’italiano ha vinto 9 titoli in una delle gare motociclistiche più lunghe (26 stagioni).


Leggi anche

Tony Lopez Jordan

Orizzontale

Il 2021 sarà anche ricordato per essere stato l’anno del calcio femminile spagnolo e catalano. Il Barcellona ha vinto un triplete senza precedenti, inclusa la prima Champions League nella storia dell’FC Barcelona. Mai prima d’ora una squadra spagnola aveva vinto questo titolo e il Barcellona lo ha fatto con una mano dopo una grande finale (4-0) contro il Chelsea. I festeggiamenti sono proseguiti sotto forma di titoli (campionato e coppa) e onorificenze individuali, tra cui il Pallone d’Oro, vinto da Alexia Putillas. La capitana del Barcellona ha scritto il suo nome nei libri di storia del calcio femminile spagnolo, diventando la prima giocatrice a ottenere questo prestigioso riconoscimento.

Leggi anche

L’Europeo della scorsa estate è stato segnato dall’epidemia e da un nuovo format con un massimo di undici posti. Fino a otto volte in più sono state contestate in un’edizione frenetica che ha portato l’Italia a casa dopo aver sconfitto i padroni di casa dell’Inghilterra nella finale di Wembley. Anche se il momento più tragico è stato senza dubbio il 12 giugno a Copenaghen, con il crollo del danese Christian Eriksen. Ha subito un arresto cardiaco che ha messo in allerta l’intero mondo del calcio, ma il calciatore, fortunatamente, è riuscito a riprendersi.

READ  Van Vleuten espande la sua leggenda e vince il primo tour femminile della storia


Leggi anche

Oriol Dutras

LONDRA, INGHILTERRA - 11 LUGLIO: L'italiano Gianluigi Donnarumma ha festeggiato con i suoi compagni di squadra dopo aver salvato il quinto calcio di rigore dell'Inghilterra di Bukayo Saka (non nella foto) ai rigori durante la finale di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra allo stadio di Wembley L'11 luglio 2021 a Londra, Inghilterra.  (Foto di Laurence Griffiths/Getty Images)

Nel 2021, Leo Messi e Con Aguero hanno vissuto non solo momenti tristi dei loro addii. Prima di quei momenti, hanno condiviso uno dei momenti salienti della loro carriera, ovvero vincere la Copa America con l’Argentina. Il titolo Resist the Albiceleste, e quella è stata senza dubbio una delle foto più belle dell’anno.


Leggi anche

redazione

Le lacrime di Messi al Monumental Hotel.

Oltre al calcio, la giocatrice giamaicana Shelley Ann Fraser-Pryce è diventata la seconda donna più veloce della storia. La superstar dello sprint ha segnato 10,63 secondi nei 100 metri all’Olympic Destiny Meet (Kingston). Un’altra figura dell’anno è Max Verstappen, che ha vinto il titolo mondiale di F1 in una gara finale a lungo ricordata ad Abu Dhabi e in cui ha recitato in un impressionante duello contro il britannico Lewis Hamilton.


Leggi anche

Louis Boxris

Orizzontale

Anche Jon Rahm sta entrando nei libri di storia del golf nel 2021 dopo essere diventato Il primo spagnolo a vincere gli US Open. Nel ciclismo, Tadej Pojjakar ha vinto il Tour de France per la seconda volta consecutiva. Lontani dai cinque sono Indurain, Hinault, Merckx o Anquetil, ma con un futuro promettente per il 23enne sloveno. Non è stato un buon anno per il ciclismo spagnolo, che per la prima volta non ha ottenuto una sola vittoria parziale in nessuno dei tre eventi principali (Giro, Tour e Vuelta).