Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le metaniere algerine scavalcano i porti spagnoli: il flusso di gas liquefatto scende ai minimi storici

aggiornato

Il carburante spedito via nave dall’Algeria ha raggiunto i 5.400 GWh a novembre, il 74% in meno rispetto allo stesso periodo del 2021.

Le navi metaniere algerine evitano i porti spagnoli. quest’anno, L’Algeria ha frenato le spedizioni di navi a gas naturale liquefatto (GNL). Diretto in Spagna. Il volume di carburante ricevuto dal paese attraverso questa rotta diminuito del 74% tra gennaio e novembre rispetto allo stesso periodo del 2021, secondo gli ultimi dati elaborati da Enags.

Tra gennaio e novembre, la Spagna ha ricevuto 5.400 GWh (GWh) Gas liquefatto algerino, rispetto ai circa 21.100 GWh dei primi undici mesi dello scorso anno. Questo è il livello più basso di sempre. Da sette anni (i primi dati pubblicati sono quelli del 2016) l’ingresso del GNL algerino Non è mai sceso sotto i 10.000 GWh A partire da novembre, ad eccezione del 2020, anno della pandemia, quando la domanda è diminuita nel contesto del rallentamento dell’economia globale.

Il crollo è avvenuto in un momento di particolare tensione tra Spagna e Algeria, in seguito alla svolta diplomatica del governo Pedro Sánchez sulla situazione nel Sahara occidentale. Nonostante l’autorità esecutiva abbia fin dall’inizio sottovalutato l’impatto del conflitto diplomatico con l’Algeria, la distanza tra i due Paesi, i due partner storici in materia energetica, è arrivata a tal punto che le autorità algerine hanno ordinato alle loro banche di fare così. Congelare le operazioni commerciali con la Spagna lo scorso giugno.

Il rallentamento dei flussi di GNL algerini si inserisce sullo sfondo di un anno critico per l’Europa, che si è trovata in una corsa senza precedenti per riempire le proprie riserve di gas di fronte alla minaccia della Russia di un taglio completo dell’offerta. Ogni paese a modo suo, tutti gli stati membri il 1 novembre con le riserve sono arrivati 90%Anche se gli esperti del settore concordano sul fatto che il problema arriverà nel 2023 e nel 2024. Ebbene, anche se la Russia ha rotto i contratti e ha aperto e chiuso a suo piacimento il rubinetto del gas, almeno ha contribuito al riempimento degli impianti di stoccaggio europei.

in questa corsa, Paesi come Malta, Grecia e Italia hanno guadagnato posizioni contro la Spagna Nel ricevere gas naturale liquefatto dall’Algeria, approfittando della distanza tra gli ultimi due partner, i due partner storici negli affari energetici, secondo fonti del settore. L’interruzione del GNL algerino nei serbatoi spagnoli è stata compensata da un aumento del gas proveniente dagli Stati Uniti, che ha fatto galleggiare metaniere per trasportare quasi 116.200GWh In Spagna fino a novembre, rispetto a poco più 49.400GWh Dall’anno precedente, il che significa 57% in più.

Da Enags hanno inquadrato questa situazione nella “situazione internazionale” e hanno notato: “Come i paesi vicini, la Spagna sta assistendo Aumentare la diversificazione delle fonti di approvvigionamento di gas naturale liquefatto. “Continuiamo a ricevere importazioni molto importanti attraverso il gasdotto algerino (Medgaz), che fino a novembre è il secondo fornitore di gas naturale in Spagna”, conferma la società del gas.

Il GNL costa circa 40 euro in più

Alla fine del mese scorso, la Spagna ha registrato un aumento significativo della domanda di GNL rispetto agli acquisti di gas attraverso il gasdotto. Il GNL, che viene trasportato allo stato liquido e riconvertito a destinazione (processo noto come rigassificazione), rappresenta il 76,4% del totale pur essendo molto più costoso. Secondo gli ultimi dati diffusi dalla Commissione Nazionale per i Mercati e la Concorrenza (CNMC) relativi ad agosto, il prezzo delle importazioni di gas per nave è rimasto stabile a 77,7 EUR/MWhdi fronte a 39,3 euro di gas attraverso tubi.

Il principale beneficiario dell’appetito nazionale per il gas liquefatto sono gli Stati Uniti, Paese che, per la prima volta da quando esistono le registrazioni, Ha superato l’Algeria come principale fornitore di gas alla Spagna. Alla fine di novembre dominavano le navi americane 28,5% La domanda nazionale, superiore alla somma delle navi e dei gasdotti algerini che avevano la loro quota 23,7%.

di serie

Progetto Fiducia

saperne di più

READ  Sens Port avrà un impianto di idrogeno verde in cui verranno investiti 1.000 milioni