Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le esportazioni di Valencia si avvicinano al livello pre-pandemia fino a giugno

Di conseguenza, la Società Autonomia ha registrato nel primo semestre dell’anno un saldo commerciale di 2308 milioni, superiore del 33,7% rispetto allo stesso periodo del 2020. Dobbiamo tornare ai primi sei mesi del 2016, con 2888 milioni , per trovare un tale numero . Alta personalità. Nel periodo analizzato, le vendite all’estero di Valencia sono cresciute del 16%, una certa distanza dal 23,3% raggiunto dagli spagnoli, nonostante un aumento del 13,5% degli acquisti in autonomia del 20,3% nel caso. Quest’ultimo ha avuto un deficit commerciale di 5.397 milioni, ridotto del 28,7% a causa del miglioramento economico causato dalla vaccinazione contro il coronavirus e dalle minori restrizioni.

L’aumento delle esportazioni di Valencia – solo il 10,2% a giugno, rispetto al 22% per l’intero paese – è uno dei minori in volume delle esportazioni spagnole nel primo semestre, motivo per cui è sceso al quarto posto nella classifica, con il 10,6% del totale, superata da Catalogna, Madrid e Andalusia. Il motivo principale del calo del dinamismo delle vendite per Autonomy è l’auto, che è l’unico gruppo di beni che ha registrato un calo delle vendite nel primo semestre dell’anno. Il calo complessivo è del 14%, anche se va chiarito che l’industria della componentistica è in crescita del 24,1%, mentre la voce auto e moto è in calo del 20,5%, quasi esclusivamente a causa di problemi di produzione e vendita allo stabilimento Ford nella zona del resort assecondato questo. Classroom, di conseguenza, nelle dure procedure lavorative dei suoi dipendenti.

Le materie prime – metalli, animali e vegetali – ei beni di consumo come mobili ed elettrodomestici hanno registrato la crescita maggiore nel periodo, con un incremento del 44,1%. I principali mercati di Valencia hanno registrato aumenti nel semestre, incluso il Regno Unito, all’inizio della Brexit, che è aumentato del 4,4%. L’Italia lo ha raggiunto con il 25,3%, la Germania con il 12,7% e la Francia con il 16,6%.

READ  Chi è Xabi ha fatto la star italiana Tik Tok?