Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le Alpi: la purga nella squadra di Fernando Alonso e la furia di Alain Prost

Fernando Alonso Da tempo cerca di catturare tutta l’attenzione dei media con un messaggio criptico che dopo il suo ritorno in Formula 1 non ha finito di generare i risultati sperati. “il piano”. L’asturiano si riferisce a lui come a qualcuno che anticipa la manovra di sorpasso che determinerà una svolta nella sua carriera e che lo riporterà alla celebrità. Nel suo caso, ciò potrebbe significare essere in grado di lottare per il titolo, qualcosa che non ha ottenuto per un decennio (2012), quando ha corso con una tuta Ferrari. Il Mondiale 2021 è finito e nessuno sa ancora molto bene quale sia il piano. Tuttavia, questo nome può identificare completamente Il trauma interno che negli ultimi 10 giorni ha portato all’abbandono degli alpini sono due componenti chiave della squadra degli ultimi anni.

La scorsa settimana, il team che opera sotto l’egida della Renault ha annunciato la partenza di Marcin Budkowski, che fino ad allora era stato amministratore delegato. Lunedì mattina, Autosport ha presentato istanza di licenziamento del quattro volte campione del mondo Alain Prost (1985, 1986, 1989 e 1993) che è stato legato in un modo o nell’altro al marchio di diamanti sin dal suo debutto in Formula Renault, lì nel 1975 nel 2019 ha firmato per la carica di Direttore Non Esecutivo della Divisione Corse del Gruppo. Nel giro di poche ore era sua Insegnante Chi ha preso queste informazioni per sempre e non solo, ma ha criticato come gli è giunta la notizia della sua partenza.

Prost: “Non ho rispettato”

“Sono molto deluso dal modo in cui è stata consegnata la notizia. Abbiamo concordato che avrei fatto lavorare insieme il team. Mi hanno dato fastidio! ” “Ad Abu Dhabi – l’ultimo round del campionato – ho rifiutato l’offerta che mi hanno fatto per motivi personali”, ha voluto spiegare l’ex pilota.

READ  La razza può ancora comprare Chancalay dal mercato

Alpine sta subendo una ristrutturazione che conferma l’ovvio: per quanto ottimista e bonario, le cose non sono andate come previsto nel 2021, soprattutto dopo la scommessa che il ritorno di Alonso avrebbe significato. La formazione si è classificata al quinto posto nelle statistiche assegnate alle squadre, la stessa posizione che occupava l’anno precedente, ma con 26 punti in meno. La vittoria di Esteban Ocon nel folle Gran Premio d’Ungheria, E il terzo posto dello spagnolo in Qatar – unico podio – ha logicamente rallegrato le truppe di Enstone (Gran Bretagna), ma non hanno cambiato il deludente traguardo. L’uomo di Oviedo è arrivato 10° con 81 punti nel suo armadio, sette punti dietro il suo vicino di Workshop, che era 11°.

Il francese Esteban Ocon e il team Alpine F1 festeggiano dopo aver vinto il Gran Premio d’Ungheria, a Hungaroring, il 1 agosto 2021 a BudapestDan Esteten – Formula 1 – Formula 1

A meno di un mese e mezzo dall’inizio dei primi allenamenti pre-campionato al Montmelò (23-25 ​​febbraio), è stato più che mai decisivo il torrente di modifiche da attuare nel regolamento tecnico 2022, lasciando Budkowski e Prost non è un buon segno. “Quello che è chiaro è che non possiamo continuare così”, ha detto a EL PAÍS una fonte interna delle Alpi.

Nessuno sembra occupare la buca per rosti, Mentre Otmar Szafnauer ha tutti i numeri per occupare la poltrona di Budkowski, dopo la rottura con l’Aston Martin. A sua volta, la continuità per il direttore delle corse David Brivio, che un anno fa ha ottenuto un pezzo chiave per Suzuki per reclamare la corona in MotoGP, per mano di Joanne Meyer, non è garantita, 20 vent’anni dopo la sua ultima volta con Kenny Roberts Jr.

Quando ha annunciato che sarebbe tornato in Formula 1 dopo due anni di test in altre discipline, Alonso ha chiarito che l’obiettivo era sparare nel 2021 per attaccare con il 2022 per intero, quando avrebbe già compiuto 41 anni. La rivoluzione dei regolamenti, unita alla riduzione del limite di budget, che sarà di 125 milioni di euro per squadra, aprirebbe la strada ad altri per interferire nel duello tra Mercedes e Red Bull. Tuttavia, avere molto movimento in così poco tempo prima che le auto inizino a rotolare non è il massimo di Alpine.