Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’azienda farmaceutica Adium si accorda con Moderna per la distribuzione di vaccini in America | Economia

L’azienda farmaceutica Adium Pharma, con sede a Montevideo (Uruguay) e quattro stabilimenti di produzione nella regione, ha concordato con Moderna di collaborare alla distribuzione e commercializzazione del vaccino Spikevax contro il COVID-19 in America Latina.

Nell’ambito dell’accordo raggiunto, Adium collaborerà con Moderna nella gestione dei contratti di fornitura già in essere con i governi, nonché nella formazione medica continua e nella generazione di nuovi accordi nei paesi in cui Spikevax non esiste ancora.‘, si riferisce a una dichiarazione rilasciata dalla società.

Il testo include anche le dichiarazioni dell’amministratore delegato di Adium Pharma Patricio Rodriguez, che ha confermato di essere “felice” di collaborare con Moderna, che ha descritto come un “pioniere nella lotta contro l’epidemia”.

Siamo ansiosi di collaborare con l’obiettivo di espandere i tassi di vaccinazione in America Latina e di assistere pazienti, medici e governi in questo sforzo. Questa alleanza sottolinea il nostro obiettivo di fornire a tutta l’America Latina terapie innovative che aiutino a migliorare la loro qualità di vita.‘, ha confermato.

Adium Pharma è presente in Argentina, Bolivia, Brasile, America Centrale, Cile, Colombia, Ecuador, Messico e Paraguay, Perù e Uruguay.

Dal canto suo, Stephan Bancel, CEO di Moderna, ha dichiarato:La collaborazione con Adium contribuirà a garantire un più ampio accesso e distribuzione del vaccino COVID-19 in tutta l’America Latina. “

Bancel ha anche affermato che l’espansione mondiale di Moderna consentirà all’azienda farmaceutica di “fornire sicurezza sanitaria contro COVID-19 e future malattie prevenibili con il vaccino”.

La moderna azienda biotecnologica, che ha una presenza commerciale in undici paesi (Australia, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Corea del Sud, Spagna, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti) ha annunciato a giugno 2020 che sarà un mese dopo. Inizierà la terza e ultima fase del suo vaccino contro il coronavirus SARS-CoV-2.

READ  Il flusso di rimesse raggiunge il massimo storico | Economia | Notizia

Nel novembre dello stesso anno, la società ha dichiarato in una dichiarazione di essere efficace al 94,5% e di soddisfare i criteri di efficacia richiesti per la commercializzazione.

Il vaccino COVID-19 di Moderna è stato approvato in più di 70 paesi e nel 2021 sono state distribuite circa 807 milioni di dosi in tutto il mondo, di cui solo il 25% è andato a paesi a basso e medio reddito, secondo i dati dell’azienda.