Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Austria ha vinto i campionati di sci alpino che hanno dominato la Svizzera; chevron senza coppa

Scrittura matematica, 20 febbraio (EFE). – l’Austria, con Johannes Strolls grande vincitore – secondo oro – ha vinto domenica a Yanqing la gara a squadre che ha concluso la gara di sci alpino alle Olimpiadi di Pechino 2022, che – con cinque titoli – è dominata dalla Svizzera; In esso, dopo aver affrontato sei eventi, l’americana Michaela Shiffrin, la principale star degli sport invernali delle passate stagioni, è rimasta senza medaglia.

La squadra austriaca, in cui hanno pattinato Katharina Troup, Katharina Lensberger, Stefan Bernsteiner e Johannes Strolls – che ha vinto l’oro nel mio girone e l’argento in slalom, conquistando la terza medaglia domenica – ha sconfitto in finale (con una prova in cui i contendenti affrontano uno ad uno in giganti paralleli) la Germania, formata con Emma Escher, Alexander Schmid, Lina Dorr e Julian Rauchfuss, al quale Linus Strasser ha dato il suo posto nel decisore, che ha vinto anche una medaglia perché aveva sciato nel turno di qualificazione precedente.

La Norvegia, contesa da Thea Louise Stegersund, Timon Hogan, Marie-Thérèse Tviberg e Fabian Wilkins Solheim, ha conquistato il bronzo dopo aver sconfitto gli Stati Uniti, difesi da River Radamos, Paula Moltzan, Tommy Ford e Shiffrin, allo spareggio per il terzo posto ruolo. il grande maestro dello sci alpino – già a 26 anni vinceva tutto da diversi anni -; ‘Multimedaglia’ è possibile, ma, non avendo ottenuto nei cinque eventi individuali, lascerà le Olimpiadi di Pechino 2022 senza una sola medaglia.

Shiffrin, tre volte vincitore della Coppa del Mondo – il cui generale è in vantaggio – è un sei volte campione del mondo e due volte medaglia d’oro ai Giochi – Slalom Sochi 14 (Russia) e Giant Pyeongchang 18 (Corea del Sud)) – e argento – raccolto quattro anni fa – Eliminato a sorpresa al primo cambio nello slalom e nel Gigante, lasciando la pista in testa alla prima manche.

Anche la supereroina di Vail (Colorado) non ha terminato il girone combinato, deragliando ancora nello slalom dopo aver inseguito per la quinta volta la medaglia d’oro in atterraggio: disciplina in cui deteneva il record assoluto della storia — sia maschile che femminile — con 47 vittorie su 73 in Coppa del Mondo; E questo ha completato il test misto.

READ  Trasferimenti Atletico Madrid: Nihon Breeze, ad un passo dal lasciare in prestito all'Udinese

Diciottesimo in retrocessione, il miglior risultato di Shiffrin ai Giochi di Pechino 2022 è stato il nono per il supergigante a finire. Domenica era sul bordo del podio, in un test in cui gli Stati Uniti non avrebbero mai dovuto guadagnare il quarto posto.

Lo sci alpino è finito come è iniziato: con un rinvio, nella gelida Yanqing, sede dei King’s Winter Sports Tests della 24a edizione dei Giochi Invernali, che si concluderà domenica. Due anni prima, il 6 febbraio, la discesa maschile finì per essere posticipata, dopo tre ritardi di un’ora, al giorno successivo, a causa del forte vento; Lo stesso motivo per cui l’evento a squadre – con sessanta minuti di anticipo e ritardi più tardi – si è concluso questa domenica anziché sabato, come previsto.

L’Austria, che non ha giocato gli ottavi di finale come testa di serie in un Test a cui hanno preso parte quindici nazioni – tra cui la Cina ospitante, eliminata dall’Italia al primo turno -; Ha battuto la Slovenia nei quarti di finale, prima di fare lo stesso con la Norvegia in semifinale e ridurre la “sconfitta” alla Svizzera al King’s Winter Sports Tournament di questi Giochi con un terzo oro: ottenuto vincendo la finale delle Nazioni Test contro la Germania.

La nazionale tedesca aveva sconfitto la Svezia agli ottavi prima di essere ritenuta responsabile nei quarti di finale a favore della Svizzera. Domenica non è stato in grado di difendere con successo il titolo vinto quattro anni fa ai Giochi di PyeongChang.

In semifinale – in cui Lina Dorr ha battuto Shiffrin (che ha perso anche il duello contro l’italiana Marta Pacino nei quarti di finale, ma ha battuto la norvegese Sternsund prima di perdere nella battaglia per la medaglia di bronzo) – la Germania ha eliminato gli Stati Uniti. In questo modo ha accettato la finale, che ha perso contro l’Austria.

READ  La grande storia di Gallardo il 9/12 con i tifosi del River

La Svizzera, che nelle ultime due stagioni ha vinto la Coppa delle Nazioni, non avendo vinto né l’Austria né uno degli ultimi 31 anni, non ha potuto mettere la corona su queste partite per ricontrollare il titolo nella squadra. L’evento, che è stato mostrato per la prima volta ai Giochi quattro anni fa, è a Pyeongchang. Ma ha confermato il suo nuovo ruolo dominante nello sci alpino, lasciando i Giochi di Pechino 2022 con cinque medaglie d’oro e la veterana Lara Gut Bahrami – allenata dallo spagnolo Jose Luis Alejo – aggiungendo l’oro nel bronzo del supergigante. Catturato nel gigante.

L’Austria si è accontentata di vincere tre medaglie d’oro e di avere tra le sue fila il grande vincitore di questi giochi di sci alpino, Johannes Strolls, che è stato una pietra miliare per la famiglia e la cui storia di resilienza trascende lo sport.

La Confederazione Elvetica ha vinto i Queen’s Tests. Corinne Sutter – Campionessa del mondo lo scorso anno, a Cortina d’Ampezzo (Italia) che ha impedito all’italiana Sofia Giugia, argento nella giornata, di riconfermare il titolo a Pyeongchang (Corea del Sud) – Fuse ha vinto l’oro mondiale davanti al pubblico di casa a St . Moritz’17 e vincitore delle ultime quattro sfere di cristallo della disciplina – pedigree registrato.

Marco Odermatt, 24 anni, che marciava costantemente verso la sua prima vittoria assoluta in Coppa del Mondo, ha vinto il Giant, giocando tra abbondanti nevicate e condizioni irregolari; E Michelle Gisin ha riaffermato il soprannome congiunto guidando una “doppietta” svizzera davanti alla sua grande amica Wendy Holder.

Gott, 30 anni, vincitore della Coppa del Mondo sei anni fa che per tre stagioni ha vissuto da secondo junior al fianco dell’andaluso Alejo – compresi i due titoli mondiali e un bronzo conquistato l’anno scorso a Cortina – ha chiuso il suo circuito. Ha vinto l’unica medaglia d’oro che le mancava, dichiarandosi una “super” campionessa olimpica.

La svedese Sarah Hector – capitano della Discipline Cup – ha vinto il gigante femminile, e la slovacca Petra Velhova – detentrice dell’ultima edizione del Mondiale che si opporrà contro Shivrin – ha segnato uno slalom.

READ  La migliore partita tra Argentina e. Venezuela per la 17a giornata di qualificazioni | Sport totali

La Francia festeggia l’oro nello slalom grazie a Clément Noel; L’Austria, che ha chiuso con una vittoria la competizione di sci alpino, è arrivata seconda nel medagliere di questo sport con tre ori: questa domenica e quelli di Matthias Meyer e Strolls, che hanno scritto la storia a Pechino 2022.

Meyer, che conquistò anche un bronzo in pedigree, divenne, per ri-verifica del titolo di “supereroe” – e vinse la retrocessione ai Giochi di Sochi (Russia), otto anni fa – il terzo nell’intera storia di questo sport a vincere tre medaglie d’oro in tre partite diverse Emula il norvegese Kjetil Andre Aamodt – la sciatrice alpina di maggior successo alle Olimpiadi – e l’italiana Deborah Compagnoni.

Johannes Strolls è stata una pietra miliare, appena un mese dopo essersi fatto conoscere al grande pubblico vincendo, a 29 anni, la sua prima – e finora unica – gara di Coppa del Mondo: lo slalom di Adelboden (Svizzera). Nato a Bludenz (Vorarlberg), Strolz ha bissato il titolo congiunto vinto dal padre, Hubert, 34 anni fa – argento anche lui ai giganti di Calgary ’88 (Canada) – prima di pareggiare il montepremi olimpico del padre quando ha vinto l’argento nello slalom. E il suo miglioramento questa domenica con la squadra d’oro.

Un anno fa, il campione del Vorarlberg, la regione più occidentale e più piccola dell’Austria, non lavorava come vigile urbano a Dornbirn, nemmeno nella prima squadra della potente squadra del suo paese. A chi viene squalificato se non ottiene risultati che al “figlio” Strolls sono stati negati gli infortuni.

Johannes Strolls ha dovuto pagare il viaggio, l’allenamento e la concentrazione prima di salire a poco a poco verso la cima; Ha raggiunto l’essere il suo stesso “skiman”. Il nuovo idolo dei tifosi austriaci è arrivato ai Giochi di Pechino 2022 con l’idea di continuare a preparare i propri pattini; Ma uscirà sulle spalle della Cina, diventando il più grande vincitore negli eventi di sci alpino. Adrian R Huber