Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Austria batterà l’Ucraina negli ottavi di finale dell’Europeo contro l’Italia

AFP / Bucarest

L’Austria ha rotto per la prima volta la fase a gironi di un Campionato Europeo con una vittoria per 1-0 sull’Ucraina a Bucarest lunedì per passare agli ottavi di finale, dove sabato affronterà l’Italia a Londra.

Lo stesso pareggio con Ucraina e Austria, che hanno battuto la Macedonia del Nord e l’Olanda nelle prime due partite, ora dipende dall’essere una delle prime quattro terze parti.

Il girone C si chiude in Olanda con 9 punti e l’Austria al secondo posto con 6 punti. L’Ucraina è al terzo posto con tre unità, mentre la Macedonia settentrionale chiude con zero punti al semaforo rosso.

L’unico gol della partita è stato segnato da Christoph Bamkardner (21), che ha dovuto essere sostituito con un colpo alla testa 12 minuti dopo.

Puoi leggere: Temple saluta l’Eurocup a causa di un infortunio al ginocchio

L’Austria finalmente “ha scritto la storia”, ha chiesto il loro allenatore Franco Foda. Overton e dinamico, è stato molto più alto dell’Ucraina nel primo tempo e avrebbe potuto andare all’intervallo con buoni ritorni se il suo attaccante Marco Arnadovic avesse avuto qualche pallottola negli stivali.

Rigore in uno contro l’attaccante e non riesce a combinare un buon tiro (42), poi viene servito da Alessandro Shop, che supera sulla fascia destra, che non sbaglia mai più (47+2).

Arnadovic, fuori posto

Anche dopo che una partita è stata sospesa per oltraggio a un giocatore della Macedonia del Nord, Arnadovic è ancora scosso dalle polemiche che ha sollevato.

Pamkardner ha colpito dalla sinistra invece che dal centro questo lunedì, come aveva fatto nelle prime due partite, quando si è ritrovato con l’unico corner tirato con forza e impiego dall’onnipotente capitano austriaco David Alaba.

READ  Perché la Cina perseguita gli uiguri

L’attaccante, 21enne centrocampista dell’Hoffenheim, ha dovuto lasciare il campo dodici minuti dopo essere stato colpito frontalmente in angolo. Scoop al posto suo.

Puoi leggere: La bella Italia ama il suo gioco e se lo merita

L’Ucraina ha mostrato una faccia affascinante e molto imprecisa nelle sue prime due partite, con solo tre occasioni “decenti” nell’intera partita.

Nella ripresa ha provato a fare un passo in più. Ha circondato il territorio austriaco senza violare l’ordine guidato da Alaba.

La sua scelta migliore è il cross dalla destra di Roman Yarem Sook, che non trova la porta (87).

Nonostante la sconfitta, i leggendari giocatori guidati da Andrei Shevchenko sono venuti in tribuna per ringraziare i loro fan. In attesa di una carambola per aggiungere uno dei 16 migliori del continente.