Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’aumento delle rimesse mostra l’incapacità di creare posti di lavoro e ridurre l’immigrazione in Ecuador | Economia | Notizia

fluire Le rimesse verso il Paese sono ammontate a 2.263,9 milioni di dollari durante la prima metà di quest’anno, con un aumento del 12,71% rispetto alla prima metà del 2021.Quando ha raggiunto $ 2.008,6 milioni.

L’ultimo rapporto della Banca centrale dell’Ecuador (BCE), pubblicato questa settimana, rileva che l’aumento del flusso di rimesse in questo periodo “sarà attribuibile all’aumento dell’occupazione nel mercato del lavoro statunitense, nonché all’aumento del flusso di immigrazione al resto del mondo».

Il documento aggiunge che “Le rimesse rifletteranno una certa debolezza dell’economia ecuadoriana, l’incapacità di generare un maggior numero di posti di lavoro che impedirà la partenza dei cittadini all’estero, soprattutto verso il Nord America e l’Europa.“.

Parte di questa immigrazione include gli ecuadoriani che si trasferiscono per lavorare negli Stati Uniti, nonostante non abbiano il permesso di farlo, poiché hanno solo un visto per fare turismo in quel paese.

Alcuni rimangono a vivere negli Stati Uniti, violando la durata massima del soggiorno che possono trascorrere come turisti.

Altri viaggiano frequentemente durante il periodo di validità del visto turistico fino a dieci anni.

“Il mio reddito è diminuito durante la pandemia ed ero indebitato, quindi sono andato negli Stati Uniti, dove ho lavorato e ho ricevuto i soldi che ho inviato con una falsa identità, perché ho un visto turistico”

Gli analisti economici concordano su una seconda ondata di immigrazione dopo quella avvenuta all’inizio di questo secolo a causa della crisi economica del 1999.

L’importo delle rimesse ricevute rappresenta un record da quando la Banca d’Inghilterra ha effettuato questa misurazione.

Il Il numero di ecuadoriani che sono entrati nel Paese dall’estero tra gennaio e settembre di quest’anno ha raggiunto 851428, si riferisce ai dati del ministero del governo; Mentre 941.058 partirono nello stesso periodo, quindi 89.630 tornarono in Ecuador. Cioè, c’è un saldo migratorio negativo.

READ  Rhenus Air & Ocean ha aperto una nuova sede in Italia, la decima nel Paese

Nel primo semestre 2022 il flusso di rimesse dagli Stati Uniti è stato pari a 1.537,68 milioni di dollari (67,92% degli importi totali ricevuti), con un incremento del 23,74% rispetto a quanto osservato nel primo semestre 2021, pari a 1.242,68 milioni di dollari.

Il National Bureau of Economic Research della principale potenza mondiale ha riferito che durante il primo e il secondo trimestre del 2022, il PIL degli Stati Uniti è sceso rispettivamente dell’1,6% e dello 0,6%. Il crollo del PIL in due trimestri consecutivi è un indicatore non ufficiale, se non definitivo, di recessione. La composizione del PIL degli ultimi mesi indica debolezza in tutti i settori dell’economia. La spesa dei consumatori è rallentata. Gli investimenti delle imprese sono diminuiti. Le scorte sono diminuite perché le aziende hanno impiegato più tempo per reintegrarle. Gli alti tassi di prestito, a seguito della serie di aumenti dei tassi di interesse di riferimento della Fed, penalizzano il settore delle costruzioni di caseche si sta riducendo a un tasso annuo del 14%”, afferma la Banca centrale europea sull’andamento dell’economia statunitense.

Nonostante lo stato negativo dell’economia statunitense, c’è un aumento delle rimesse inviate in Ecuador da quel paese, il che indica che ci sono più ecuadoriani che lavorano nella prima potenza mondiale, che insieme hanno potuto trasferire più soldi alle loro famiglie.

D’altra parte, il volume delle rimesse in entrata dalla Spagna e dall’Italia è diminuito del 10,79% e del 6,09%, in quest’ordine, tra gennaio e giugno di quest’anno rispetto allo stesso periodo del 2021.

Anche se gli ultimi dati ufficiali dell’INEC lo indicano Il numero di disoccupati è diminuito da 415.041 nell’agosto 2021 a 343.235 nello stesso mese di quest’anno, Non si registra un aumento significativo del numero di persone con un lavoro completo o adeguato e la sottoccupazione è aumentata.

READ  L'Unione Europea prevede 30.000 morti sul lavoro prevenibili entro il 2030

Il numero dei disoccupati ha raggiunto 1.887.050 nell’agosto 2021, ed è salito a 1.970.437 nello stesso mese di quest’anno, ovvero 83.387 in più, il che indica un deterioramento del mercato del lavoro del Paese.

in Ad agosto di quest’anno c’erano 284.726 persone in età lavorativa e che fanno parte della popolazione economicamente attiva (occupante o in cerca di lavoro), Completamente funzionante o appropriato; Mentre Nello stesso mese del 2021 ne hanno aggiunti 2.770.656. In questa categoria è stato registrato un aumento di 74.070 persone.

Le persone che guadagnano stipendi pari o superiori al salario minimo, fissato a $ 425 quest’anno, sono considerate parte di un’occupazione piena o adeguata.

Mostra la misura del flusso di rimesse nel primo semestre 2022 La presenza di immigrati ecuadoriani nei paesi della regione, come Messico, Cile, Perù, Canada e Colombiache ha contribuito per il 5,75% (ovvero 130,2 milioni di dollari) al flusso di rimesse ricevuto dal Paese”, afferma la Banca centrale europea.

L’invio delle rimesse è concentrato nelle province di Guayas, Azuay, Pichincha e Canar, che insieme ammontano a 1.743,37 milioni di dollari, equivalenti al 77% del flusso di rimesse in entrata nel paese. “La notevole concentrazione in questi raduni è dovuta all’insediamento di migliaia di famiglie che beneficiano delle rimesse che vivono in queste aree geografiche”, ha aggiunto.

I vaglia inviati nel primo semestre di quest’anno sono stati 7.188.657, il 9,56% in più rispetto a quelli inviati nel primo semestre 2021 (6.561.260). “Le rimesse inviate dall’estero rifletteranno, in parte, la frequenza dei trasferimenti effettuati dai migranti ecuadoriani ai loro parenti”, afferma la BCE. (IO)