Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’aumento dei limiti di rimessa dell’Italia ha fatto arrabbiare l’opposizione

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 ottobre 2022 – 08:27

Roma, 27 ottobre (EFE).- Il primo passo del governo di Giorgia Meloni è l’innalzamento del limite per i pagamenti in contanti dagli attuali 2.000 a 10.000 euro, cosa che ha suscitato critiche da parte dell’opposizione, che pensa aumenterà. Evasione fiscale e riciclaggio di denaro.

L’alleato di Meloni, la Lega di Matteo Salvini, ha proposto il disegno di legge questo mercoledì, e il nuovo presidente del Consiglio lo ha sostenuto durante il dibattito sugli investimenti al Senato, promettendo “nessun limite” e “niente” sui pagamenti in contanti a Germania e Austria. Il rapporto tra limiti monetari e crescita dell’economia sotterranea”.

Giovanbattista Fazzolari, senatore del partito di Meloni, Fratelli d’Italia, ha insistito sul fatto che “l’aumento del limite dei pagamenti in contanti fa parte del programma del partito e della coalizione” e ha annunciato che ora entrerà nella “prima legge di bilancio” . “.

Il limite per i pagamenti in contanti alle società consolidate nella Direttiva Europea Antiriciclaggio è di 10.000 euro, ma ogni Paese è libero di stabilire il proprio tetto.

“Questa è una proposta con la quale non condividiamo in alcun modo, è del tutto contraria alle decisioni prese in questi anni in Italia e nella maggior parte dei paesi europei di ridurre gradualmente l’uso del contante, di spingere i pagamenti e di lottare. Contro un sommerso economia”, ha affermato il leader economico del Pd Antonio Mizziani.

Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle (M5S), ha denunciato l’aumento del tetto di cassa come “premia chi paga 10mila euro di cambiali in valigetta”.

READ  Italia: dal dolore al boom, la città ora ha più gatti che persone che caricano i turisti

L’opposizione insiste su un legame tra uso del contante ed economia sommersa, con l’unità di informazione finanziaria FIU della Banca d’Italia, che si occupa di riciclaggio e finanziamento del terrorismo, mostrando un “nesso causale”. il movimento di denaro” e l’economia sommersa, che “cresceva anche dopo aver alzato la soglia”.

Le associazioni di commercianti sostengono questa mossa futura: “Nell’attuale situazione economica, caratterizzata da forte instabilità e continua stagnazione dei consumi, non sembra opportuno imporre limiti elevati alle forme di pagamento”, ha affermato la società Confcommercio.

L’associazione di categoria Confesercenti “accoglie con favore tutte le misure efficaci per facilitare i consumi e la spesa in questa fase”. EFE

ccg/signor/jgb

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE è espressamente vietata senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA.