Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’analisi del DNA rivela l’origine inaspettata di misteriose mummie cinesi “occidentali”

Inserito:

28 ottobre 2021 10:47 GMT

Alla fine del secolo scorso, centinaia di resti umani mummificati naturalmente sono stati trovati nel bacino del fiume Tarim risalenti al 2000 aC. c e 200 d. NS.

Gli scienziati hanno confermato che le mummie dell’età del bronzo scoperte decenni fa in Cina non provenivano dall’Occidente, come inizialmente previsto, ma facevano parte di un gruppo di popolazioni indigene, secondo studio, pubblicato mercoledì sulla rivista Nature.

Alla fine degli anni ’90, sono apparsi in Bacino del fiume Tarim Centinaia di resti umani mummificati naturalmente risalgono al 2000 aC. c e 200 d. c secondo pubblicazione del Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology (Germania), che ha co-sponsorizzato la ricerca.

Le mummie, in ottimo stato di conservazione, hanno attirato l’attenzione della comunità internazionale per le loro caratteristiche occidentali, I loro vestiti insoliti e la loro dieta, portando gli esperti a presumere che fossero immigrati dal Mar Nero.

Tuttavia, un gruppo di scienziati internazionali ha recentemente deciso di raccogliere e analizzare i dati genomici di tredici delle più antiche mummie del bacino del Tarim, databili tra il 2100 e il 1700 a.C. c, oltre a cinque individui databili tra il 3000 e il 2800 aC. c dall’adiacente bacino di Jonggar.

I test del DNA hanno mostrato che non sono nuovi residenti che sono comparsi nella zona, ma è così Discendenti degli antichi abitanti dell’Eurasia settentrionale.

Sebbene questo gruppo sia stato separato geneticamente, non è stato separato culturalmente. Christina Wariner, autrice principale dello studio, sostiene che nonostante il loro isolamento genetico, questi popoli “Erano culturalmente molto cosmopoliti”Hanno “costruito la loro cucina attorno al grano e ai latticini dall’Asia occidentale, al miglio dall’Asia orientale e alle piante medicinali come l’efedra dall’Asia centrale”.

READ  È morto Alberto Roemmers, imprenditore di successo che ha saputo guidare una delle più importanti aziende farmaceutiche del Paese