Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Ambasciata Italiana e il Centro Commerciale Agora presentano la mostra “L’eredità italiana nella Repubblica Democratica Tedesca”

il libro L’eredità italiana nella Repubblica Dominicana: storia, architettura, economia e società E’ stato presentato formalmente dall’Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario d’Italia a Santo Domingo, Andrea Canibari, nel corso di una cerimonia alla presenza del Vice Presidente della Repubblica Dominicana, Raquel Peña, del Presidente della Corte Costituzionale Milton Ray Guevara, di vari ministri, tra cui il Ministro degli Affari Esteri, Roberto Alvarez, e il Ministro della Cultura, Carmen Heredia, e il Ministro dell’Industria, Commercio e Micro, Piccole e Medie Imprese, Ito Besson.

Quest’opera bibliografica, disponibile nella sua versione digitale per la consultazione e il download gratuito, mette in luce il contributo che l’Italia ha dato alla storia della Repubblica Dominicana, e come figure di levatura Juan Bautista Cambiasso, Vescovo Alessandro Giraldini, Cristoforo Colombo, Padre Fantino Turk Falco , Amadeo Barletta e Rafael Severe, sono tra gli Altri notabili italiani, in compagnia di amici dominicani, sono un segno indelebile negli eventi nazionali.

L’eredità italiana nella Repubblica Dominicana: storia, architettura, economia e società contiene importanti introduzioni al Presidente della Repubblica, Louis Abenader; il segretario alla cultura Carmen Heredia e il sindaco del distretto nazionale Carolina Mejia; chi con il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio; Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Dario Franceschini, e il Segretario Generale dell’ILA Internazionale Italo-Latinoamericana, Antonella Cavallari, descrivono l’importanza del patrimonio storico che l’Italia ha apportato ai vari settori della società dominicana.

L’Ambasciatore Canibari, esprimendo la sua gratitudine per il sostegno fornito da tutti coloro che hanno sostenuto questo progetto, ha sottolineato il valore che quest’opera rappresenta per le nuove generazioni, nonché l’importanza di rafforzare ulteriormente le relazioni tra i due Paesi.

READ  Instituto Mexicano de la Porcicultura… Luego de año y medio de planeación quedó instaurado este brazo de la Opormex

Da parte sua, la Vicepresidente Raquel Peña, pur ringraziando per il contributo dell’Italia al popolo dominicano, ha sottolineato le radici della cultura italiana nel Paese e come essa abbia contribuito allo sviluppo politico, economico e sociale della nazione.

Silvia Rosales, Direttore del Centro Commerciale, Ambasciata d’Italia nella Repubblica Dominicana nella persona dell’Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario d’Italia a Santo Domingo, ha ringraziato Andrea Canibari per aver scelto le proprie strutture per esporre questo esemplare. “Dall’Agora Mall crediamo che l’arte e la cultura giochino un ruolo preponderante nei rapporti tra le nazioni, e questo è evidente nelle fotografie esposte in questa galleria da oggi in poi, che ci permettono di vedere il rapporto storico tra la Repubblica Dominicana e l’Italia .

Il libro è stato curato da una delle più prestigiose case editrici italiane in Europa, Umberto AlmandeChe ha partecipato a pubblicazioni importanti e storiche come l’edizione integrale delle opere dei Musei Vaticani. Il libro ha anche un’edizione in lingua inglese della prestigiosa Saint Joseph University Press, specializzata in pubblicazioni caraibiche e sudamericane.

immagine

rafforzare le relazioni oggi

Gli italiani, con gli amici dominicani, hanno scritto pagine chiave della storia della Repubblica Dominicana e, in alcuni casi, della storia mondiale. Allo stesso modo, gli italiani erano presenti in tutti i punti essenziali della creazione dello Stato dominicano, dalla marina all’indipendenza nazionale e alla Chiesa cattolica, dall’istruzione all’economia, dalle prime elezioni libere al primo giornale, dall’architettura, se pensiamo ai monumenti emblematici della Repubblica Dominicana come il Palazzo Nazionale o Casa de Colon, la Marina e Altos de Chavon all’interno della Casa de Campo, a La Romana, e Punta Cana, dall’arte al cinema, dalla musica alla letteratura , dall’agricoltura al commercio. Questa serie di eventi mette in luce il filo rosso posto dall’importante ruolo svolto da eccellenze italiane e tiene presente l’importanza dei vari contributi dell’Italia allo sviluppo della Repubblica Dominicana. Oggi le relazioni tra i due paesi continuano a rafforzarsi. E molti italiani, già radicati nel Paese da generazioni, continuano ad aggiungere ulteriore raffinatezza al Paese.

READ  Oggi "Alba", "Finalissima" e "Dolores: The Truth About the Wanninkhof Affair" si contendono il pubblico

Secondo il ministro degli Esteri Roberto Alvarez, coautore del libro, in termini di cooperazione, la Repubblica Dominicana ha beneficiato principalmente dell’avanzata tecnologia italiana applicata all’industria agricola e artigianale; Così come la formazione professionale e accademica per i giovani beneficiari di borse di studio.

Allo stesso modo, il settore privato italiano ha avuto un ruolo importante nell’economia locale attraverso gli investimenti diretti esteri (IDE). Nel 2019, il totale degli investimenti diretti esteri dall’Italia ha raggiunto i 57 milioni di dollari USA,

Secondo i dati ufficiali della Banca Centrale, l’Italia è l’ottavo Paese fonte di investimenti esteri diretti nella Repubblica Dominicana, con investimenti pari a 203 milioni di dollari Usa nell’ultimo decennio.

Eredità multipiattaforma

L’Ambasciata d’Italia ha messo a disposizione del pubblico il sito web https://ciaosantodomingo.com/ Dove è possibile scaricare e leggere il libro, vedere i fumetti, e fruire di contenuti di grande valore storico e culturale, rafforzando i legami tra i due paesi.

In questo spazio digitale gli utenti potranno inoltre visitare una galleria fotografica virtuale e guardare un cortometraggio che mostra le origini di una serie di personaggi storici descritti nel libro, collegandoli ai paesaggi e alle storie studiate e presentate in He-She. La mostra e il cortometraggio, realizzati dal famoso fotografo italiano Andrea Ferrucci, sono altre due manifestazioni dei vivaci legami che esistono tra l’Italia e la Repubblica Dominicana.