Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Air Force inizia oggi un’esercitazione con armi reali in Alaska come parte dello schieramento “Pacific Skies”.

L’Air Force inizia oggi un’esercitazione con armi reali in Alaska come parte dello schieramento “Pacific Skies”.

Lunedì in Alaska inizierà la prima delle tre esercitazioni che si svolgeranno nell’ambito del dispiegamento “Pacific Skies”, durante il quale le forze aeree e spaziali dell’Esercito viaggeranno in tutto il mondo, in collaborazione con Germania e Francia, per addestrarsi sul serio. Stato del processo. In questa occasione simuleranno il combattimento con armi vere. Nell’esercitazione, denominata “Artic Defender” e che proseguirà fino al 17 luglio, hanno partecipato personale e risorse del 14° Stormo, 31° Stormo, Air Deployment Support Squadron (EADA), Air Medical Deployment Support Unit, Armament and Experimentation Logistics Center e Direzione di Partecipano i quartieri generali del Movimento per gli Affari Economici e l’Air Combat Command, secondo quanto riferito in un comunicato dallo Stato Maggiore della Difesa (EMAD). Si tratta di un esercizio di tipo “red flag”, cioè una simulazione di combattimento tra due forze aeree avversarie, in cui i partecipanti provano le situazioni nel modo più realistico possibile, anche utilizzando armi vere in determinate occasioni. Lo spazio aereo in cui verrà sviluppato si estenderà su una superficie di 300.000 chilometri quadrati, ovvero più della metà della superficie dell’intera penisola iberica. Affrontare qualsiasi potenziale nemico Questi esercizi preparano i piloti ad affrontare qualsiasi potenziale nemico e consentono loro di operare in tutti gli scenari, non importa quanto remoti, e di fronte a qualsiasi minaccia, non importa quanto complessa. Per fare questo, riproduce diversi scenari “difficili e impegnativi”, con un ritmo di battaglia molto difficile”, spiega Imad. Il suo obiettivo è migliorare le capacità tattiche delle unità partecipanti e l’interoperabilità tra loro e con le forze aeree francesi e tedesche , che potranno scambiare esperienze e armonizzare tattiche e procedure. Il dispiegamento dei “Pacific Skies” è iniziato il 26 giugno e proseguirà fino a metà agosto e l’Aeronautica Militare si addestrerà in Alaska, Australia e India in quello che i funzionari hanno definito logistico. e la “sfida” di manutenzione, che segnerà una “pietra miliare” per l’aeronautica spagnola.

READ  Corona virus in Argentina: 334 morti e 77.729 nuovi contagi