Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Spagna si unisce all’applicazione aperta per la scienza del vaiolo delle scimmie

Rappresentanti scientifici di 20 paesi, tra cui la Spagna, e la Commissione europea, hanno firmato un invito internazionale per richiedere l’accesso aperto ai dati scientifici e alle pubblicazioni sul virus del vaiolo delle scimmie.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha recentemente dichiarato che l’epidemia di vaiolo delle scimmie è un’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale.

Pertanto, il Ministero della Scienza e dell’Innovazione indica sul proprio sito web, che è necessario coordinare la risposta internazionale a questo virus per fermarne la diffusione e proteggere le popolazioni a maggior rischio.

“Come abbiamo visto con COVID-19 e con i recenti focolai di Ebola e Zika, la risposta coordinata della comunità scientifica internazionale deve basarsi sulla rapida condivisione dei dati della ricerca”.

Il ministero aggiunge che, sebbene il virus del vaiolo delle scimmie sia stato ampiamente studiato e ci siano misure per prevenire e curare la malattia che provoca, c’è ancora molto da imparare per anticipare l’epidemia e il suo sviluppo.

I firmatari invitano organizzazioni scientifiche, autori, contributori ed editori a condividere le loro pubblicazioni su questo virus in repository aperti, fornendo accesso a testo completo e metadati, con autorizzazioni per il riutilizzo e l’analisi secondaria.