Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La sonda cinese Chang’e 5 ha scoperto la prima prova “in situ” di acqua sulla Luna

Inserito:

9 uno 2022 23:30 GMT

La missione di esplorazione robotica è stata lanciata il 23 novembre 2020 e dopo ventitré giorni è tornata sulla Terra con campioni di suolo e roccia lunari del peso di 1.731 grammi.

La sonda cinese Chang’e 5 ha scoperto la prima prova “in situ” di acqua sulla superficie lunare, secondo un Articolo – Merce È stato pubblicato questo venerdì sulla rivista Science Advances da ricercatori dell’Accademia cinese delle scienze (CAS).

Il testo indica che c’è uno strumento a bordo del mezzo da sbarco della missione di esplorazione lunare nel paese asiatico Spettrofotometria Creste, rocce e acqua sono state scoperte per la prima volta sul satellite naturale del nostro pianeta.

Così, ha rivelato che il suolo lunare nel sito di atterraggio del lander contiene meno di 120 parti per milione (ppm) di acqua, che è circa 120 grammi di acqua per tonnellata, mentre la roccia vescicolare leggera contiene circa 180 parti per milione di liquido. , quindi è più secco di quanto non lo sia sulla Terra.

Cosa hanno scoperto?

Gli esperti ritengono che sia stato il vento solare, che trasporta idrogeno nel suo flusso, a causare l’aumento dell’umidità sulla superficie lunare. Hanno anche notato che la luna è diventata più secca a causa dello svuotamento delle sue riserve di mantello.

I campioni restituiti sono A miscela di granuliChe sia sul tetto o sotto di esso”, ha spiegato all’agenzia Xinhua Lin Honglei, ricercatore presso il CAS Institute of Geology and Geophysics e coautore dello studio. Ha spiegato: “Ma la sonda” sul sito “può misurare lo strato esterno della superficie lunare”.

READ  Secondo una fuga di notizie, MultiVersus riceverà Daenerys, Godzilla, Joker e altri personaggi

La missione robotica della Cina per esplorare la luna Chang’e 5 È stato lanciato il 23 novembre 2020 ed è atterrato il 1 dicembre dello stesso anno. Ventitré giorni dopo, è tornato sulla Terra con campioni di suolo e rocce lunari – del peso di 1.731 grammi – per lo studio.

L’hai trovato interessante? Lascia la tua opinione nei commenti!