Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Russia ha registrato più di 1.200 morti per il virus Corona per il quinto giorno consecutivo

Unità di terapia intensiva in un ospedale di Tver, Russia (Reuters)

La Russia ha notificato questa domenica Oltre 1.200 morti per Covid-19 per il quinto giorno consecutivo, Nella settimana in cui il Paese ha stabilito tre nuovi record di decessi giornalieri dallo scoppio dell’epidemia.

L’ultimo giorno nel paese per un totale di 1219 persone A causa di questa malattia infettiva e Sono stati registrati 38.823 nuovi contagiSecondo i dati forniti dalla commissione governativa creata per combattere la diffusione del coronavirus che causa il COVID-19. Il bilancio delle vittime più alto è stato a Mosca (95), seguita da San Pietroburgo (80) e dalla regione di Mosca (59).

Il forte aumento dei contagi iniziato a settembre sembra aver iniziato a diminuire negli ultimi giorni, dopo una settimana di “vacanze COVID” che ha bloccato le attività non essenziali per arginare la diffusione del virus.

Le autorità russe attribuiscono l’aumento di feriti e morti nelle ultime settimane all’aggressività della variabile delta, al rigoroso mancato rispetto delle norme sanitarie da parte di molti russi e, soprattutto, Basso tasso di vaccinazione nel paese.

Fino a venerdì scorso, solo 5.796.578 cittadini avevano ricevuto il loro programma completo di immunizzazione. Solo il 41% della popolazione ha ricevuto almeno una dose e il numero scende al 35% per coloro che hanno ricevuto la dieta completa. I numeri sono inferiori alla media globale, nonostante l’ampia disponibilità di vaccini nel Paese.

Secondo le statistiche ufficiali, 255.386 persone sono morte di COVID-19 dall’inizio dell’epidemia in Russia, sebbene i dati del governo sui decessi in eccesso nello stesso periodo siano quasi il doppio. Con un totale di 90.70.674 casi, la Russia è il quinto Paese al mondo dopo Stati Uniti, India, Brasile e Regno Unito per numero di contagi documentati.

READ  "Guerra batteriologica": l'allerta del Brasile per l'esplosione di Bolsonaro contro la Cina

A causa dell’aggravarsi della situazione epidemica, il governo ha inviato al Parlamento a Progetto di legge per l’attuazione dell’uso obbligatorio della tessera sanitaria nei luoghi pubblici e nei mezzi di trasporto.

Un test center alla stazione della metropolitana di Mosca (Reuters)
Un test center alla stazione della metropolitana di Mosca (Reuters)

L’iniziativa sta valutando la possibilità di concedere autorizzazioni sanitarie alle persone che sono state vaccinate, a coloro che hanno superato il COVID-19 e a coloro che hanno recentemente avuto un test PCR negativo, ma l’opzione del test sarà valida solo fino alla fine di gennaio. Da quel giorno in poi, coloro che desiderano visitare luoghi pubblici come bar e ristoranti devono dimostrare di aver ricevuto la vaccinazione, di essere guariti dal virus o di avere problemi di salute che impediscono loro di essere vaccinati.

Il secondo disegno di legge presentato alla Duma di Stato propone l’utilizzo dei codici QR per i passeggeri dei treni e degli aerei di portata nazionale e internazionale. Questo nuovo requisito potrebbe entrare in vigore dal 1 febbraio 2022, ha riferito il vice primo ministro Tatiana Golikova in una dichiarazione compilata dal portale di notizie Medusa.

Il governo ha affermato in una dichiarazione sulla preparazione di queste misure che entreranno in vigore fino al 1 giugno 2022, che “le soluzioni proposte sono una misura di emergenza a causa della difficile situazione con il virus Corona”.

(Con informazioni da EFE e Europa Press)

Continuare a leggere: