Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La prima autostrada intelligente d’Europa: non servono conducenti

Superstrada del Mediterraneo (A-2). / Il Google

Si compone di 400 km e attualmente collega le città di Salerno e Reggio Calabria in Italia

Sono

La Direzione Generale del Traffico (DGT) ha ribadito la sfida più grande degli ultimi anni nel campo della sicurezza stradale: convertire un’autostrada ordinaria in una strada intelligente dove non saranno richiesti conducenti al volante. Il progetto è già in corso e la nota Autostrada del Mediterraneo (A-2), che collega le città di Salerno e Reggio Calabria in Italia, diventerà la prima autostrada intelligente in Europa.

Il modo in cui le cinture di sicurezza non devono essere utilizzate

L’A-2 ha vissuto a lungo sotto polemiche. Situata nel sud Italia, gli utenti ne hanno sempre denunciato la gestione impropria nonché i continui ritardi nei lavori di costruzione. Ora, l’autostrada si prepara a una rivoluzione. I 400 km della A-2 saranno governati da tre chiavi: connettività, capacità di guida autonoma ed energia sostenibile.

L’obiettivo è aprire l’autostrada intelligente entro tre anni, anche se i suoi progressi saranno progressivi. Innanzitutto, l’autostrada sarà dotata di connettività wireless 5G. Ciò consentirà al conducente di accedere al sistema autostradale tramite l’applicazione mobile e conoscere incidenti, lavori, percorsi alternativi… in tempo reale.

Il secondo passo sarà garantire la piena autonomia entro 400 chilometri. In questo modo, se l’auto è dotata della tecnologia necessaria, può muoversi senza bisogno di un conducente. Basati sui livelli di autonomia, i veicoli di nuova produzione sono a metà strada per realizzare qualcosa che sembra fantascienza ma arriverà nei prossimi anni. Una delle tecnologie più avanzate offerte dagli ultimi modelli è la capacità di rilevare qualsiasi ostacolo sulla strada e correggere automaticamente la traiettoria del veicolo in modo da garantire la sicurezza degli occupanti.

READ  Esperienza dell'oftalmologo di San Francisco

Infine, l’autostrada intelligente sarà sostenibile al 100%. Tutta l’energia elettrica necessaria per alimentare i sistemi tecnologici proverrà da fonti rinnovabili come pannelli fotovoltaici e turbine eoliche.