Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La nazione/imprenditori italiani ha interesse in Paraguay

La recente trasmissione di Tierra de Nadie ha rivelato una situazione allarmante che sta scuotendo il nostro Paese, i casi degli assassini, il cui ruolo non è stato solo dell’amministrazione di Amambay, ma si è spostato anche nella capitale e nell’area metropolitana.

Finora quest’anno sono stati registrati 19 casi di omicidi ordinati e tre tentati omicidi, tra le vittime di questo fatto ci sono consiglieri, politici, uomini d’affari e persino membri delle forze armate.

I dati del Dipartimento investigativo omicidi della polizia nazionale rivelano che ci sono tra i 30 e i 40 casi di percosse ogni anno, ed è chiaro che quest’anno non sarà l’eccezione e questo numero sarà raggiunto, mentre le forze di sicurezza non parlano un lavoro. .o prevede di ridurre questo numero.

Potrebbe interessarti: Fúster lancia il pacco ai comuni sulla vendita illegale di carburante nella zona di confine

Sebbene i cittadini siano preoccupati per la loro sicurezza, perché negli ultimi mesi e settimane hanno assistito a uccisioni di uomini in quartieri e città dove questo tipo di casi non era mai stato registrato prima, per la polizia non risulta loro il numero di omicidi autorizzati. Sorprendentemente e non sorprendentemente, Asunción e Central sono i nuovi scenari per questo tipo di attacco.

“Quello che fanno i criminali è spostare le posizioni, al momento stiamo attaccando l’area di Pedro Juan Caballero, non sarebbe sorprendente se i criminali cercano altre aree più accessibili. Ad Asuncion e Central, ci sono molti mercati della droga , a causa della popolazione stessa, quindi il traffico di droga porta con sé il business degli assassini”, ha affermato il vice commissario Abel Cantreau, capo delle indagini per omicidio.

READ  Il colpo di stato della birreria: il fallito "colpo di birra" Hitler tentò di prendere il potere 10 anni prima di assumere la presidenza del Führer
Abel Cantero, capo delle indagini sugli omicidi. Foto: gruppo nazionale.

Ciò significa che la polizia sapeva in anticipo che i gruppi criminali potevano impadronirsi della capitale e dell’area urbana, tuttavia, non c’era alcun lavoro di intelligence per impedire che questo tipo di eventi si verificassero anche in questa zona del paese e non finissero. Esporre persone non imparentate ad atti criminali.

Il colonnello Hugo Vera, ex ministro del Segretariato nazionale per il controllo degli stupefacenti (SENAD), ha spiegato che i cambiamenti nelle rotte del traffico di droga, quelli che ora scelgono i fiumi per trasportare le loro merci e i combattimenti tra clan sono la causa dei morti.

Colonnello Hugo Vera, ex ministro del Segretariato nazionale per il controllo degli stupefacenti (SENAD). Foto: gruppo nazionale.

Leggi anche: Le vendite di carburante di contrabbando sono crollate nella zona di confine

Il colonnello ha sottolineato che lo Stato sta adottando misure per fermare l’avanzata di questi gruppi criminali. “Lo stato non deve fare marcia indietro in questa battaglia, ma dichiareremo uno stato fallito”.

A sua volta, ha descritto istituzioni permeabili come la Polizia Nazionale, l’Amministrazione Nazionale delle Dogane (DNA) e il Ministero della Giustizia, che a causa della loro inerzia e persino dei legami con gruppi criminali, scatenano il traffico di droga che porta con sé le azioni degli assassini .