Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La NASA ha scoperto che l’asteroide Bennu sta invecchiando più velocemente a causa dell’influenza del sole

Gli scienziati OSIRIS-REx della NASA hanno scoperto che il calore del sole rompe le rocce dell’asteroide Bennu in soli 10.000-100.000 anni (NASA)

Negli asteroidi si sviluppano fratture rocciose a causa delle sollecitazioni causate dalle variazioni giornaliere della temperatura su scale spaziali che vanno da millimetri a metri. però, Le scale temporali della frattura della roccia dovuta allo stress termico sono limitate alle osservazioni.

Attualmente Scienziati della NASA OSIRIS-REx Hanno scoperto che il calore del sole rompe le rocce dell’asteroide Bennu in soli 10.000-100.000 anni. Anche questi dati Ha rivelato che il rinnovamento della superficie avviene molto più velocemente sugli asteroidi che sulla Terra.

Per i risultati, il team ha analizzato le fratture rocciose in asteroide benno a partire da Immagini ad alta risoluzione scattate dalla navicella OSIRIS-REx (Origini, Interpretazione spettrale, Identificazione delle risorse, Security Explorer-Regolith). Le loro scoperte sono state appena pubblicate sulla rivista scienze naturali della terra.

“Siamo stati sorpresi di apprendere che, geologicamente parlando, l’invecchiamento e il processo di alterazione degli asteroidi avviene molto rapidamente”.

Queste informazioni aiuteranno gli scienziati a stimare quanto tempo impiegano le rocce di asteroidi come Bennu a scomporsi in particelle più piccole, che possono essere lanciate nello spazio o rimanere sulla superficie dell’asteroide. Decine di migliaia di anni possono sembrare molto lenti, ma “pensiamo che ci siano voluti alcuni milioni di anni per rigenerare la superficie degli asteroidi”.Egli ha detto Marco DelbogPrincipal Study Scientist e Ricercatore di Laboratorio Nice Lagrange presso l’Università della Costa Azzurra, Francia.

“Siamo stati sorpresi di apprendere che, geologicamente parlando, l’invecchiamento e il processo di alterazione degli asteroidi avviene molto rapidamente”. I rapidi sbalzi di temperatura a Bennu hanno provocato uno stress interno che rompe e frantuma le rocce, in modo simile a quanto accade Come vetri freddi che si rompono sotto l’acqua calda.

READ  WhatsApp: L'arrivo di due delle funzioni più richieste dagli utenti | Cronaca

E ilIl sole sorge ogni 4,3 ore a Benue. all’equatore, Le massime diurne possono raggiungere quasi i 127°C e le minime notturne scendono a quasi -23°C.

La navicella spaziale preleva campioni dall'asteroide Bennu.  Le fratture si allineano principalmente in direzione nord-ovest-sudest, indicando che sono state causate dal sole (NASA)
La navicella spaziale preleva campioni dall’asteroide Bennu. Le fratture si allineano principalmente in direzione nord-ovest-sudest, indicando che sono state causate dal sole (NASA)

Gli scienziati di OSIRIS-REx hanno rilevato crepe nella roccia nelle immagini dei veicoli spaziali dai primi studi sull’asteroide. Delpoe, che con i suoi colleghi ha misurato la lunghezza e gli angoli di oltre 1.500 fratture nelle fotografie di Osiris Rex, ha dichiarato: Alcuni sono più corti della racchetta da tennis e altri sono più lunghi del campo.

Scoprire frazioni Per lo più allineati in direzione nord-ovest e sud-estindicando che è stato causato dal sole, qui mostrato come la forza principale che ha cambiato il paesaggio di Bennu. “Se frane o collisioni spostano le rocce più velocemente di quanto non si spezzino, le fratture punteranno in direzioni casuali”, ha spiegato Delboe.

La topografia di Bennu è giovane, ma le rocce negli asteroidi hanno ancora miliardi di anni e contengono preziose informazioni sul primo sistema solare.
La topografia di Bennu è giovane, ma le rocce negli asteroidi hanno ancora miliardi di anni e contengono preziose informazioni sul primo sistema solare. (NASA/Goddard/Università dell’Arizona/Bollettino tramite Reuters)

Gli scienziati hanno utilizzato un modello al computer e hanno misurato le loro frazioni Calcola il periodo compreso tra 10.000 e 100.000 anni per le frazioni termiche di moltiplicazione e divisione delle rocce. “Le frazioni termiche a Bennu sono abbastanza simili a quelle in cui abbiamo trovato Terra e Marte In termini di come è formato. È incredibile vedere che possono esistere e assomigliarsi in condizioni fisiche molto strane Come una bassa gravità e nessuna atmosfera anche rispetto a Marte”. Christophe Mattotticoautore dell’articolo, è specializzato in Sophia Antipolis a Valbonne ed è anche membro dell’Osservatorio dell’Università della Costa Azzurra in Francia.

READ  Che cos'è il circuito chiave del cellulare Android ea cosa serve: funzioni e caratteristiche | gioco sportivo

“La topografia di Bennu è molto giovane, ma le rocce negli asteroidi hanno ancora miliardi di anni e contengono informazioni preziose sul primo sistema solare”.Come ha affermato Jason Dworkin, Uno scienziato del progetto OSIRIS-REx presso il Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland. OSIRIS-REx restituirà un campione Bennu sulla Terra a 24 settembre 2023. “Saremo in grado di apprendere maggiori dettagli sull’età della superficie quando saremo in grado di studiare direttamente il campione”, ha concluso Dworkin.

Altre analisi dello stesso team sui dati raccolti quando la navicella OSIRIS-REx, che ha raccolto un campione dell’asteroide nell’ottobre 2020, ha rivelato che Il veicolo spaziale sarebbe affondato in Bennu se i suoi motori di rimbalzo non fossero stati attivati ​​​​immediatamente dopo aver raccolto polvere e rocce sulla superficie dell’asteroide.

Il veicolo spaziale sarebbe affondato in Bennu se non avesse attivato i suoi propulsori di rimbalzo subito dopo aver raccolto polvere e rocce dalla superficie dell'asteroide (NASA)
Il veicolo spaziale sarebbe affondato in Bennu se non avesse attivato i suoi propulsori di rimbalzo subito dopo aver raccolto polvere e rocce dalla superficie dell’asteroide (NASA)

Le particelle che compongono la superficie esterna del benno Sono così larghi e legati insieme così liberamente che se qualcuno li calpesta, sentiranno pochissima resistenza, come entrare in un campo di palline di plastica. “Se Bennu è completamente compatto, significa che ci sono rocce solide, ma abbiamo trovato molto spazio vuoto in superficie”, ha spiegato Kevin Walsh, membro del team scientifico OSIRIS-REx presso il Southwest Research Institute di San Antonio.

Continuare a leggere