Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La NASA ha condiviso l’immagine più grande e accurata della superficie di Marte

Questa settimana, la NASA ha condiviso le immagini più dettagliate mai scattate sulla superficie di Marte. L’immagine non è sbalorditiva come le composizioni inviate dal telescopio spaziale James Webb, ma sorprende per le dimensioni e la nitidezza con cui si osserva la superficie del Pianeta Rosso.
Questa immagine panoramica da 2,5 miliardi di pixel è stata scattata dal Perseverance Rover sul delta del cratere Jezero e supera tutte le immagini scattate su Marte.

Cratere Jesero. Il punto celeste all’estrema sinistra è il rover. (NASA/via bollettino).

Oltre all’immagine, la NASA ha rilasciato un tour video dell’immagine in cui un membro del team delle operazioni scientifiche di Perseverance mostra viste mozzafiato di un paesaggio pieno di massi, colline, scogliere e percorsi in cui il rover girava.
Sebbene le immagini assomiglino a un deserto, gli scienziati della NASA osservano che molte delle rocce sedimentarie a grana fine fotografate in superficie sono spesso ottimi posti per cercare segni di vita antica.

Immagine di Marte condivisa da Perseverance. (Immagine: NASA)

Dimensione brutale dell’immagine

Il nuovo panorama inviato dal rover ha una dimensione straordinaria: 2,5 miliardi di pixel. La dimensione dell’immagine fa impallidire il precedente detentore del record, un panorama di 1,8 miliardi di pixel del cratere Gale ripreso da Curiosity nel 2020.
Secondo gli scienziati della persistenza, il nuovo panorama è composto da 1.118 singole immagini scattate a giugno dalla Mastcam-Z dell’auto, il sistema di telecamere montato sulla testa dell’auto.

Quello che vediamo nel panorama di Marte

Le immagini di Perseverance mostrano un antico delta del fiume al cratere Jazero, un’area su Marte in cui gli scienziati ritengono che un fiume sia sfociato in un lago miliardi di anni fa, depositando roccia e sedimenti a forma di ventaglio.
Ricercatori ed esperti affermano che le regioni del delta sono i posti migliori su Marte per cercare possibili segni di antica vita microbica.

READ  Ecco come sono i controlli soft di questa edizione limitata

Il video condiviso dalla NASA ripercorre nel dettaglio l’immagine inviata dalla navicella Perseverance:

(Video: YouTube/NASA)

L’importanza della nuova immagine

Le rocce sedimentarie che compaiono nel panorama sono di grande interesse per gli scienziati. Oltre a fotografare il sito, la NASA ha confermato di aver raccolto campioni che potrà tornare sulla Terra in futuro. Ciò consentirà di effettuare approfonditi studi di laboratorio nell’ambito della ricerca di segni di vita antica.

L’obiettivo della missione di perseveranza

L’astrobiologia è uno degli obiettivi principali della missione Perseverance su Marte, inclusa la ricerca di segni di antica vita microbica. La missione della sonda è descrivere la geologia e il clima del pianeta in passato, aprendo la strada all’esplorazione umana del pianeta.

La perseveranza sarà la prima missione per raccogliere e conservare le rocce marziane. (Foto: NASA/JPL-CALTECH)

Prossime missioni della NASA

In collaborazione con l’Agenzia spaziale europea ESA, la NASA prevede di inviare veicoli spaziali su Marte per raccogliere questi campioni sigillati dalla superficie e riportarli sulla Terra per ulteriori analisi.
La missione Mars 2020 Perseverance fa anche parte del nuovo focus della NASA sull’esplorazione spaziale, che include le missioni Artemis sulla Luna per aiutare a preparare una visita umana sul Pianeta Rosso.