Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Nacion/Bolsonaro ottiene la cittadinanza onoraria in Italia tra le proteste

Lunedì scorso, la piattaforma video di YouTube ha sospeso per una settimana le attività del canale del presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, dopo aver rimosso un videoclip in cui citava false informazioni che collegavano il vaccino anti-coronavirus all’AIDS.

“Abbiamo rimosso un video dal canale di Jair Bolsonaro per aver violato le nostre politiche di disinformazione medica su COVID-19 affermando che i vaccini non riducono il rischio di malattie e che causano altre malattie infettive”, ha dichiarato YouTube in una dichiarazione inviata all’AFP. .

Per saperne di più: preparano una campagna alimentare annuale per aiutare le istituzioni e gli utensili popolari

Questa è la seconda volta che il presidente ha violato le “regole della community” della piattaforma, quindi questa volta non potrà pubblicare nuovi video o live streaming per i prossimi sette giorni, a seconda delle regole del servizio.

Il resto dei suoi video sul canale, dove ha 3,5 milioni di iscritti, è ancora disponibile su YouTube. Secondo le stesse regole, una nuova violazione nei prossimi tre mesi significa una sospensione di 14 giorni e, se commette un’altra violazione, può rimuovere definitivamente il canale.

LEGGI ANCHE: Buenos Aires celebra il 70° anniversario della famosa rock band Charlie Garcia

In una trasmissione settimanale in diretta giovedì, pubblicata contemporaneamente su diverse piattaforme, Bolsonaro ha menzionato la disinformazione che circola sui social network che collega il vaccino contro il coronavirus all’AIDS.

Il presidente ha fatto riferimento al messaggio che ci sono rapporti ufficiali del governo del Regno Unito che “indicano” che coloro che sono stati completamente vaccinati stanno sviluppando l’AIDS “molto più velocemente del previsto”. “Consiglio di leggere la notizia. Non la leggerò qui perché potrei avere problemi con la mia ‘vita’”, ha detto Bolsonaro.

READ  Menù informazioni principali 15:00

Il governo britannico ha negato queste informazioni al servizio di fact-checking dell’Agence France-Presse. Sabato, la Società brasiliana di infectologia ha spiegato in una dichiarazione che “non esiste alcuna relazione nota tra alcun vaccino contro il COVID-19 e lo sviluppo della sindrome da immunodeficienza acquisita”.

L’Afp ha chiesto una risposta all’ufficio stampa del presidente, ma non ha avuto risposta immediata. Il presidente non ha menzionato il blocco di YouTube o dei suoi altri social network. Facebook e Instagram, che appartengono allo stesso gruppo, hanno già rimosso il video per lo stesso motivo.

“Le nostre politiche non consentono affermazioni secondo cui i vaccini COVID-19 uccidono o causano danni significativi alle persone”, ha detto lunedì un portavoce della società. Gli studi scientifici fino ad oggi hanno dimostrato che i vaccini COVID sono sicuri.

Per saperne di più: il tasso di infezione da virus Corona aumenta in Germania e si attesta ai livelli di maggio

Facebook aveva già ritirato un video a marzo in cui Bolsonaro, che era stato critico nei confronti delle misure preventive e dei vaccini anti-COVID, applaudiva la folla, in un momento in cui circa 2.500 persone morivano ogni giorno in Brasile a causa del coronavirus.

YouTube ha inviato per la prima volta un avviso a luglio, quando ha rimosso altri video contenenti disinformazione sulla pandemia dal suo canale, in cui è stata messa in dubbio l’efficacia della maschera per prevenire l’infezione e ha sostenuto l’uso di farmaci bloccanti per trattare i casi di COVID. Idrossiclorochina e ivermectina.

Il presidente è spesso accusato di diffondere notizie false. Ad agosto, la Corte suprema federale ha deciso di indagare su di lui per i reati di “calunnia” e “istigazione al crimine”, tra le altre ragioni legate alle sue sfide senza prove del sistema di voto elettronico del Brasile.

READ  FIBO, nuovo membro di "L'esercizio fisico è medicina", dichiara guerra al non esercizio

La commissione del Senato che indaga sulla gestione del governo brasiliano durante la pandemia ha chiesto alla Corte suprema e al procuratore generale di sospendere l’accesso del presidente Jair Bolsonaro ai suoi account YouTube, Twitter, Facebook e Instagram fino a nuovo avviso.

La richiesta arriva dopo che il presidente di estrema destra ha citato la disinformazione giovedì in una comunicazione diretta che collega un vaccino contro il coronavirus all’AIDS. Il video è stato successivamente rimosso da Facebook, Instagram e YouTube. La piattaforma video ha anche deciso di sospendere per una settimana il canale Bolsonaro.

Il testo, presentato dal vicepresidente della Commissione parlamentare d’inchiesta (Cpi), il senatore Randolph Rodriguez, chiede una “sospensione precauzionale” dell’accesso di Bolsonaro ai suoi conti “per evitare di distruggere le prove”.

Leggi di più: Health mette a disposizione la linea gratuita 138 per richiedere informazioni sulla vaccinazione

È stato approvato poco prima che i membri della Corte penale internazionale votassero sul rapporto che raccomandava che il presidente fosse accusato di dozzine di crimini, inclusi “crimini contro l’umanità”, per la gestione dell’epidemia da parte del governo, che ha ucciso 605.000 persone in Brasile. Inoltre, chiede il fallimento della “TV Secret” in modo che Google, proprietaria di YouTube, Facebook e Twitter, fornisca informazioni sugli account del presidente sulle sue reti.

Bolsonaro, che è scettico sulle misure di allontanamento sociale e sugli antigeni COVID, ha dichiarato giovedì scorso che c’era disinformazione secondo cui c’erano rapporti ufficiali del governo del Regno Unito che indicavano che coloro che erano stati completamente vaccinati stavano sviluppando l’AIDS. “Era previsto.”

Il governo britannico ha negato queste informazioni al servizio di fact-checking dell’Agence France-Presse. Il testo principale chiede anche “il ritiro dalla filiera nazionale, e la negazione del rapporto tra la vaccinazione contro il Corona virus e lo sviluppo dell’AIDS”, sotto pena di una multa di 50.000 riyal (circa 9.000 dollari USA) per ogni giorno di non conformità. .

READ  La sua casa è in fiamme e non può lavorare per la sua salute

Leggi di più: ‘Social Truth’: il futuristico social network di Donald Trump esplode a Wall Street

“Non possiamo più tollerare questo tipo di comportamento”, ha scritto Rodriguez nel testo, accusando Bolsonaro di “continuare la sua politica di disinformazione e generare presunto caos sociale”.

Il presidente è spesso accusato di diffondere notizie false. Ad agosto, la Corte suprema federale ha deciso di indagare su di lui per i reati di “calunnia” e “istigazione al crimine”, tra le altre ragioni legate alle sue sfide senza prove del sistema di voto elettronico del Brasile.

Fonte: Afp.