Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Mostra del Cinema di Venezia chiede “l’uscita immediata” del regista iraniano Jaafar Panahi | cinema | intrattenimento

Il Mostra del Cinema di VeneziaIl più anziano del mondo ha chiesto, martedì 12 luglio, la “liberazione immediata” del regista e dissidente iraniano. Jaafar PanahiÈ stato arrestato lunedì 11 luglio a Teheran.

La Biennale di Venezia, che organizza il celebre festival, ha espresso “profondo sgomento” per l’arresto del regista dopo la sua “protesta contro l’arresto di altri registi Muhammad Rasoulof e Mustafa al-Ahmad”.

La Mostra del Cinema di Venezia compie 90 anni. Il festival del cinema è posizionato come un eccezionale testimone della storia

“La Biennale di Venezia si unisce alla voce delle molte persone in tutto il mondo che si sono espresse contro le continue condanne e azioni repressive in Iran e chiedendo l’immediato rilascio dei direttori arrestati”, ha scritto in una nota.

La richiesta è arrivata dalla più grande istituzione culturale della penisola in occasione della visita in Italia del ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir Abdollahiana.

Lunedì il cancelliere è stato ricevuto a Roma dal suo omologo italiano Luigi Di Maio.

Finora la Farnesina non ha menzionato quegli arresti che hanno suscitato tanto scalpore nel mondo del cinema.

Il regista iraniano Panahi Panahi. Foto: Nacho Galiziano

Panahi, 62 anni, è uno dei registi iraniani più premiati e ha vinto il Leone d’Oro a Venezia nel 2000 per il film. Cerchio.

Ha anche vinto il premio per la migliore sceneggiatura a Cannes 2018 con tre faccetre anni dopo aver vinto l’Orso d’Oro a Berlino con Taxi Teheran.

È considerato un artista dissidente, Il regista è stato arrestato nel 2010 ed è stato condannato a sei anni di carcere con un divieto di 20 anni di dirigere o scrivere film, viaggiare o parlare con i media.

Tuttavia, ha continuato a lavorare e vivere in Iran. È stato condannato per “propaganda contro il regime” dopo aver sostenuto il movimento di protesta del 2009 contro la rielezione del conservatore intransigente Mahmoud Ahmadinejad a presidente della Repubblica islamica. (IO)

READ  Così Julio Iglesias ha approvato le sue figlie Vittoria e Cristina a Punta Cana